Comunità della Val di Non

Comunità di valle della Provincia autonoma di Trento
Comunità della Val di Non
C6
Comunità di valle
Comunità della Val di Non C6 – Veduta
Val di Non vista dal Corno di Tres
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
ProvinciaTrentino CoA.svg Trento
Amministrazione
CapoluogoCles
PresidenteSilvano Dominici dal 10 luglio 2015
Data di istituzione16 giugno 2006[1]
Territorio
Coordinate
del capoluogo
46°21′49.64″N 11°01′59.34″E / 46.36379°N 11.03315°E46.36379; 11.03315 (Comunità della Val di Non
C6
)
Coordinate: 46°21′49.64″N 11°01′59.34″E / 46.36379°N 11.03315°E46.36379; 11.03315 (Comunità della Val di Non
C6
)
Superficie597,12[2] km²
Abitanti39 290[3] (1-1-2019)
Densità65,8 ab./km²
Comuni23 comuni
Divisioni confinantiCdV 7, CdV 8, CdV 13, CdV 14, BZ
Altre informazioni
Lingueitaliano e nones
Prefisso0461 e 0463
Fuso orarioUTC+1
Nome abitantinonesi
Cartografia
Comunità della Val di Non C6 – Localizzazione
Sito istituzionale

La Comunità della Val di Non è una comunità di valle della provincia autonoma di Trento di 39 290 abitanti con capoluogo Cles.
Si trova nella parte nord-occidentale della provincia e comprende 23 comuni prima facenti parte del Comprensorio della Val di Non. Il suo numero identificativo è il 6.

GeografiaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Val di Non.

La comunità si estende su una superficie di quasi 600 km², e confina a nord e a est con la provincia autonoma di Bolzano, a sud con la Comunità Rotaliana-Königsberg (13) e con la Comunità della Paganella (14), a sud-ovest con la Comunità delle Giudicarie (8) e a ovest con la Comunità della Valle di Sole (7).

Benché essa sia una valle di origine glaciale, la Val di Non somiglia per certi versi ad un altopiano, la cui geografia è dominata dallo scorrere del torrente Noce, proveniente da ovest dalla Val di Sole. In corrispondenza di Cles le acque del torrente si raccolgono a formare il lago di Santa Giustina, bacino artificiale presente dal 1951. Nel tratto più meridionale della valle, una volta uscito dal lago, il Noce scorre in una forra fino a gettarsi nella Piana Rotaliana e poi confluire nel fiume Adige.

Il territorio della comunità è suddiviso informalmente in diverse zone, classicamente in Bassa (valle), Media, Alta e Terza Sponda. Un'altra suddivisione è quella che identifica i diversi comuni in base alla loro localizzazione sulla destra o sulla sinistra idrografica del torrente.

IdiomaModifica

In Val di Non sono presenti due diversi tipi di idiomi, se si escludono i tre comuni di lingua tedesca che, se geograficamente fanno parte della vallata trentina, dal punto di vista amministrativo fanno parte della provincia autonoma di Bolzano[4]. Gli abitanti della Bassa Val di Non parlano un dialetto trentino simile a quello degli abitanti della Piana Rotaliana, mentre in Alta Val di Non viene parlato il nones, un dialetto semi-ladino[5]. I parlanti di questa lingua, come quelli del vicino solandro, non sono ufficialmente riconosciuti come minoranza linguistica.

Luoghi d'interesseModifica

Sede di insediamenti umani fin dai tempi antichi, la Val di Non è ricca di centri abitati e di castelli, il più noto dei quali è Castel Thun, ora museo e sito nella parte bassa della valle. La storia del territorio, soprattutto quella degli abitati pre-romani, è raccolta a Sanzeno presso il Museo Retico. Sempre da Sanzeno parte la strada che porta a uno dei principali siti turistici dell'intera provincia, il Santuario di San Romedio. Nel capoluogo Cles sono presenti numerosi edifici d'interesse storico e artistico, tra i quali il Palazzo Assessorile e la Chiesa di Santa Maria Assunta.

Il territorio della valle è noto soprattutto per le sue bellezze naturalistiche, composte soprattutto da laghi e montagne. Lo specchio d'acqua più noto è il lago di Tovel, famoso per il suo fenomeno di arrossamento delle acque, che avvenne fino al 1964. Nonostante la sua natura di bacino artificiale, anche il lago di Santa Giustina è una meta per turisti e appassionati di sport acquatici. Nel territorio della comunità ricade parte del Parco naturale Adamello Brenta[6].

Infrastrutture e trasportiModifica

Il principale asse viario del territorio della Comunità è rappresentato dalla Strada statale 43 della Val di Non, che mette in comunicazione la Val di Sole con la Piana Rotaliana. Presso l'abitato di Dermulo parte una sua diramazione (SS43 dir) che permette di raggiungere i centri abitati dell'Alta Val di Non, fino a Fondo. Un altro importante collegamento stradale è quello rappresentato dalla Strada statale 42 del Tonale e della Mendola, che collega a ovest la Lombardia con la provincia di Bolzano.

Per molti tratti parallela alla SS43, sul territorio comunitario viaggia la Ferrovia Trento-Malé-Mezzana, collegando Trento con i principali comuni della valle, fino alla media Val di Sole. Il legame tra la ferrovia e la valle è testimoniato anche dal soprannome attribuito al convoglio di passaggio, conosciuto come "la vacca nonesa"[7]. Il regolare servizio viaggiatori è erogato dalla società Trentino Trasporti.

Nei pressi del Ponte di Mostizzolo vi è la partenza della Ciclopista della val di Sole.

Assetto amministrativoModifica

  • Presidente: Silvano Dominici
  • Consiglio di Comunità: Presidente e 16 componenti
  • Comitato esecutivo: Presidente e 3 componenti
  • Inizio mandato: 11 luglio 2015

ComuniModifica

 
I confini dei comuni
Stemma Comune Popolazione[dati 1] Superficie[dati 2] Altitudine[dati 3] Nome locale[dati 4][5]
Amblar-Don 527 19,06 980 Amblàr-Dòn
Borgo d'Anaunia 2 490 63,23 982
  Bresimo 253 41,01 1 036 Brésem
  Campodenno 1 475 25,02 534 Ciamdadén
  Cavareno 1 086 9,48 983 Ciavarén
  Cis 304 5,51 732 Cís
  Cles 7 020 39,17 658 Clés
Contà 1 411 19,48 593 Contà
  Dambel 429 5,15 751 Dàmbel
  Denno 1 221 10,64 429 Dén
  Livo 804 15,22 741 Liu
Novella 3 610 46,59 724
  Predaia 6 675 80,05 515 Pradaia
  Romeno 1 396 9,13 962 Romén
  Ronzone 428 5,31 1 085 Renzón
  Ruffré-Mendola 409 6,58 1 200 Rufré-Méndola
  Rumo 806 30,85 944 Rum
  Sanzeno 925 7,88 641 Sanzén
  Sarnonico 808 12,19 963 Sarnónecʾ
  Sfruz 370 11,81 1 012 Sfrúz
  Sporminore 707 17,47 515 Sporpìcol
  Ton 1 305 26,28 482 Tòn
Ville d'Anaunia 4 831 89,13 629
  1. ^ Dati ISPAT aggiornati al 1º gennaio 2019
  2. ^ Dati espressi in km²
  3. ^ Dati espressi in metri sul livello del mare
  4. ^ Nome della località nell'idioma locale (dialetto noneso)

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Legge provinciale 16 giugno 2006, n.3, "Norme in materia di governo dell'autonomia del Trentino", su consiglio.provincia.tn.it. URL consultato il 21 luglio 2018.
  2. ^ Superficie territoriale e popolazione residente al 1.1.2017 per comunità di valle, su statweb.provincia.tn.it. URL consultato il 19 luglio 2018.
  3. ^ Movimento della popolazione residente nell'anno 2018, per comunità di valle e comune, su statweb.provincia.tn.it. URL consultato il 21 dicembre 2019.
  4. ^ Si tratta di Senale-San Felice, Lauregno e Proves; essi cambiarono provincia nel 1946 nell'ambito dell'Accordo De Gasperi-Gruber.
  5. ^ a b Giulia Mastrelli Anzilotti, Toponomastica trentina: i nomi delle località abitate, Trento, Provincia autonoma di Trento - Servizio Beni librari e archivistici, 2003.
  6. ^ Touring Club Italiano (a cura di), Guida d'Italia - Trentino Alto Adige, Milano, 2009.
  7. ^ Cent'anni di "vacca nonesa", su ladige.it. URL consultato il 26 dicembre 2019 (archiviato il 26 dicembre 2019).

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Trentino-Alto Adige: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Trentino-Alto Adige