Apri il menu principale
Classe Han
Tipo 091
Han class.jpg
Il sottomarino della classe Han con numerale 405, ultimo della serie.
Descrizione generale
Naval Ensign of China.svg
Tipo091
ClasseHan
CantiereHuludao Shipyard
Completamento5
Entrata in servizio1974
Caratteristiche generali
Dislocamento
  • in immersione: 4500 -5500 t
  • in emersione: 4100 -4500 t
Lunghezza90 (98 le ultime 3 unità) m
Larghezzam
Pescaggiom
Velocità
Armamento
Siluri6 x tubi lancia-siluri da 553 mm
MissiliDal 403 in poi: missili da crociera a guida radar inerziale Ying Ji (Colpo dell'Aquila) (C-801) con gittata di 22 miglia a 0.9 Mach.[1]
voci di sottomarini presenti su Wikipedia

Il sottomarino da 5000 tonnellate Tipo 091 (designato dal Dipartimento della Difesa statunitense come Classe Han, designazione cinese 09-I) è il primo sottomarino a propulsione nucleare usato dalla Marina dell'esercito popolare di liberazione cinese, ed il primo SSN progettato e costruito in Asia. Fu progettato da Huang Xuhua (黄旭华), e da esso è derivato il SSBN della classe Xia, con lo scafo aumentato per alloggiare i tubi per i missili.

StoriaModifica

I sottomarini della classe Han hanno avuto una lunga gestazione, ed il loro progettista ha rischiato a più riprese di essere inviato in campi di lavoro dalle Guardie Rosse, sotto la cui attenzione era finito, salvandosi solo per l'intervento del primo ministro Zhu Enlai[senza fonte]. I primi due esemplari, il 401 e il 402, furono più volte sottoposti a modifiche per gli elevati livelli di radiazioni disperse dai loro reattori; a partire dal terzo esemplare, il 403, lo scafo è stato allungato di 8 metri e hanno acquisito la capacità teorica di portare missili superficie-superficie, anche se non vi sono stati riscontri in tal senso.

Impiego operativoModifica

Uno di questi battelli è stato protagonista di un incontro ravvicinato con il gruppo da battaglia statunitense della portaerei Kitty Hawk nel mar del Giappone il 27 ottobre 1994.

I Type 091 hanno la base navale in Lushan[2] e fanno parte della Flotta del Mare del Nord.

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica