Apri il menu principale

Demetrio Mauro

imprenditore italiano

Demetrio Mauro (Reggio Calabria, 1º ottobre 1905Reggio Calabria, 7 luglio 1996) è stato un imprenditore italiano, industriale del caffè.

BiografiaModifica

Demetrio Mauro nascerebbe nel 1905 a Reggio di Calabria, tre anni prima del terribile terremoto. Proveniente da una famiglia povera, a causa di un incidente perde un occhio a sei anni, e non potendosi permettere gli studi, a dieci anni è mozzo sulle navi dello stretto e poi, più grande, su altre navi tra l'America e l'Europa. A vent'anni riesce a conseguire il diploma elementare seppur a costo di duri sacrifici.

Continua il suo lavoro sulle navi dello stretto ma l'obiettivo ora è acquistare una nave e costituire un'azienda propria. Nel 1930 riesce con la “Salvatore Padre”, conosciuta sullo stretto come la “barca di Mauro”. Dal 1936 trasferisce i suoi interessi in Africa, nelle allora colonie italiane, fondando un'agenzia di viaggi tra Massaua e Asmara. Dopo tanti anni è finalmente lo sperato successo, ma i drammatici eventi della seconda guerra mondiale cambiavano i destini di molti, e Demetrio Mauro non farebbe eccezione. Si ritrova a cominciare da zero.

L'avventura riparte da Milano nel 1949 con una nuova passione, il caffè, e con una piccola macchina da torrefazione da 20 kg di seconda mano. Dopo pochi mesi però ritorna a Reggio, e la famiglia costruisce pian piano un'azienda che diventerà presto una delle più avanzate del settore. Gli ingredienti del successo sono la capacità di conciliare i valori della sua terra e della sua tradizione con le esigenze di innovazione che il mercato di quegli anni richiede. Negli anni '50 e '60 la “Mauro Caffè” si distingue per le novità portate nei sistemi di produzione, nella distribuzione, nella comunicazione.

Mauro per primo porta il prodotto a standard di qualità elevati per l'epoca e, soprattutto, è il primo a distribuire confezionato, con un marchio, un prodotto che prima era distribuito soltanto sfuso. È ancora primo, nel suo settore, ad usare la televisione e Carosello, nella promozione del prodotto e del proprio marchio.

Demetrio Mauro ha avuto un ruolo di primo piano nel Comitato d'Azione che causava i Moti di Reggio all'inizio degli anni '70, contro l'assegnazione della sede della Regione Calabria a Catanzaro. Fu anche indagato e prosciolto come finanziatore di azioni criminali avvenute contestualmente alla rivolta, compreso il deragliamento del treno che provocò la strage di Gioia Tauro.

Demetrio Mauro muore il 7 luglio 1996.

Voci correlateModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie