Apri il menu principale
Neocesarea di Siria
Sede vescovile titolare
Dioecesis Neocaesariensis in Syria
Patriarcato di Antiochia
Sede titolare di Neocesarea di Siria
Mappa della diocesi civile d'Oriente (V secolo)
Vescovo titolare sede vacante
Istituita XIX secolo
Stato Siria ?
Regione Siria Eufratense
Diocesi soppressa di Neocesarea di Siria
Suffraganea di arcidiocesi di Gerapoli
Eretta ?
Soppressa ?
Dati dall'annuario pontificio
Sedi titolari cattoliche

La diocesi di Neocesarea di Siria (in latino: Dioecesis Neocaesariensis in Syria) è una sede soppressa e sede titolare della Chiesa cattolica.

Indice

StoriaModifica

Neocesarea di Siria, la cui identificazione è oggi incerta, è un'antica sede episcopale della provincia romana della Siria Eufratense nella diocesi civile d'Oriente. Essa faceva parte del Patriarcato di Antiochia ed era suffraganea dell'arcidiocesi di Gerapoli, come attestato da una Notitia Episcopatuum del X secolo, che ne riprende una precedente del VI secolo.[1]

Oggi Neocesarea di Siria sopravvive come sede vescovile titolare; la sede è vacante dal 24 ottobre 1988.

Cronotassi dei vescovi greciModifica

  • Paolo † (prima del 325 - dopo il 341)
  • Melezio † (prima del 431 - dopo il 432)
  • Patrizio † (menzionato nel 451)
  • Giovanni † (menzionato nel 553)
  • Stiliano Mappa † (menzionato nell'888 circa)

Cronotassi dei vescovi titolariModifica

La cronotassi di Neocesarea del Ponto comprende anche alcuni vescovi di questa sede, in quanto nelle fonti citati le due cronotassi non sono distinte.

  • Luigi Lazzareschi † (18 marzo 1895 - 22 giugno 1903 nominato arcivescovo titolare di Iconio)[2]
  • Maximiano Reynoso y del Corral † (25 giugno 1903 - 21 marzo 1910 deceduto)
  • Antonio Tommaso Videmari † (13 febbraio 1925 - 14 marzo 1951 deceduto)
  • Marcel-Pierre-Armand Riopel † (30 ottobre 1951 - 24 ottobre 1988 deceduto)

NoteModifica

  1. ^ Echos d'Orient X, 1907, p. 94.
  2. ^ Secondo quanto riportato da ASS 27 (1894-95), p. 516, Lazzareschi succede a Placide Louis du Chemin (cfr. diocesi di Neocesarea di Bitinia).

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi