Apri il menu principale
Palmira
Sede vescovile titolare
Dioecesis Palmyrena
Patriarcato di Antiochia
Sede titolare di Palmira
Rovine della città di Palmira
Vescovo titolare sede vacante
Istituita XVIII secolo
Stato Siria
Diocesi soppressa di Palmira
Suffraganea di Damasco
Eretta ?
Soppressa ?
Dati dall'annuario pontificio
Sedi titolari cattoliche

La diocesi di Palmira (in latino: Dioecesis Palmyrena) è una sede soppressa e sede titolare della Chiesa cattolica.

Indice

StoriaModifica

Palmira, le cui rovine si trovano nei pressi della città siriana di Tadmor, è un'antica sede vescovile della provincia romana di Fenicia Seconda nella diocesi civile d'Oriente. Faceva parte del patriarcato di Antiochia ed era suffraganea dell'arcidiocesi di Damasco.

Sono tre i vescovi che Lequien attribuisce a questa diocesi: Marino, che prese parte al primo concilio di Nicea nel 325; Giovanni I, che intervenne al concilio di Calcedonia nel 451; e Giovanni II, che venne deposto nel 518 perché sostenitore del partito monofisita appoggiato dal patriarca Severo di Antiochia.

Oggi Palmira sopravvive come sede vescovile titolare; la sede è vacante dal 2 marzo 1983.

Cronotassi dei vescovi greciModifica

  • Marino † (menzionato nel 325)
  • Giovanni I † (menzionato nel 451)
  • Giovanni II † (? - 518 deposto)

Cronotassi dei vescovi titolariModifica

  • Giovanni Battista Ariberti, C.O. † (19 febbraio 1728 - 1746 deceduto)
  • Félix Amat Palau y Pont † (26 settembre 1803 - 11 novembre 1834 deceduto)
  • João José da Silva Torres, O.S.B. † (22 dicembre 1848 - 7 novembre 1854 deceduto)
  • Marino Marini † (19 giugno 1857 - 27 marzo 1865 nominato arcivescovo, titolo personale, di Orvieto)
  • Marino Marini † (settembre 1871 - 15 aprile 1885 deceduto) (per la seconda volta)
  • Antonio Maria Pettinari, O.F.M. † (27 luglio 1885 - 24 maggio 1886 deceduto)
  • Augusto Bonetti, C.M. † (6 maggio 1887 - 19 agosto 1904 deceduto)[1]
    • Jules-Basile Kandelaft † (24 ottobre 1902 - 1º gennaio 1914 deceduto)[2]
  • Ambrogio Agius, O.S.B. † (28 agosto 1904[3] - 12 dicembre 1911 deceduto)
  • Antonino Sardi † (8 luglio 1912 - 2 febbraio 1917 deceduto)
  • Bartolomeo Cattaneo † (21 maggio 1917 - 14 maggio 1943 deceduto)
  • Domenico Fiori † (19 giugno 1943 - 4 marzo 1962 deceduto)
  • Alfredo Bontempi † (19 marzo 1962 - 20 febbraio 1963 deceduto)
  • Giuseppe Rossi † (9 marzo 1963 - 2 marzo 1983 deceduto)

NoteModifica

  1. ^ vicariato apostolico di Istanbul.
  2. ^ Esarca apostolico del Cairo dei Siri; appartiene probabilmente ad una sede Palmyrena Syrorum.
  3. ^ Annuaire Pontifical Catholique 1905, p. 327.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi