Diocesi di Villa del Re

Villa del Re
Sede vescovile titolare
Dioecesis Villaregensis
Chiesa latina
Vescovo titolare Karlheinz Diez
Istituita 1933
Stato Algeria
Diocesi soppressa di Villa del Re
Eretta ?
Soppressa ?
Dati dall'annuario pontificio
Sedi titolari cattoliche

La diocesi di Villa del Re (in latino: Dioecesis Villaregensis) è una sede soppressa e sede titolare della Chiesa cattolica.

StoriaModifica

Villa del Re, nei pressi di Tobna nell'odierna Algeria, è un'antica sede episcopale della provincia romana di Numidia.

Diversi sono i vescovi conosciuti di questa sede episcopale, che si trovava nei pressi di un'altra città vescovile, quella di Tubune di Numidia. Il primo vescovo conosciuto è Cresconio, che nel concilio di Cartagine del 397 fu condannato per aver tentato di occupare anche la sede di Tubune. Probabilmente non rispettò le decisioni conciliari, perché nel 411 un vescovo Cresconio occupava la sede di Tubune; H. Jaubert annota però che potrebbe trattarsi di un omonimo.

Nel suo trattato Contra Cresconium[1], sant'Agostino di Ippona fa l'elogio del vescovo Candido, che abiurò il donatismo per aderire alla vera fede cattolica.

Alla conferenza di Cartagine del 411, che vide riuniti assieme i vescovi cattolici e donatisti dell'Africa romana, presero parte il cattolico Felice e il donatista Vittore. Donato partecipò al sinodo riunito a Cartagine dal re vandalo Unerico nel 484 ed in seguito venne esiliato.

Oggi Villa del Re sopravvive come sede vescovile titolare; l'attuale vescovo titolare è Karlheinz Diez, vescovo ausiliare di Fulda.

Cronotassi dei vescoviModifica

  • Cresconio † (menzionato nel 397)
  • Candido † (menzionato nel 406 circa)
  • Felice † (menzionato nel 411)
  • Donato † (menzionato nel 484)

Cronotassi dei vescovi titolariModifica

NoteModifica

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi