Apri il menu principale

Kazimierz Nycz

cardinale e arcivescovo cattolico polacco
Kazimierz Nycz
cardinale di Santa Romana Chiesa
Kazimierz Nycz 01.jpg
Il futuro cardinale Nycz il 2 giugno 2009
Coat of arms of Kazimierz Nycz.svg
Ex hominibus pro hominibus
 
TitoloCardinale presbitero dei Santi Silvestro e Martino ai Monti
Incarichi attuali
Incarichi ricoperti
 
Nato1º febbraio 1950 (69 anni) a Stara Wieś
Ordinato diacono8 maggio 1972 dal cardinale Karol Józef Wojtyła
(poi papa e santo)
Ordinato presbitero20 maggio 1973 dal vescovo Julian Jan Groblicki
Nominato vescovo14 maggio 1988 da papa Giovanni Paolo II
Consacrato vescovo4 giugno 1988 dal cardinale Franciszek Macharski
Elevato arcivescovo3 marzo 2007 da papa Benedetto XVI
Creato cardinale20 novembre 2010 da papa Benedetto XVI
 

Kazimierz Nycz (Stara Wieś, 1º febbraio 1950) è un cardinale e arcivescovo cattolico polacco.

BiografiaModifica

OrdinazioneModifica

Ordinato diacono l'8 maggio 1972 dall'allora arcivescovo di Cracovia Karol Wojtyła, è ordinato presbitero il 20 maggio 1973 da Julian Jan Groblicki, allora vescovo ausiliare della medesima arcidiocesi.

Ministero episcopaleModifica

Il 14 maggio 1988 è nominato vescovo ausiliare di Cracovia, titolare di Villa del Re. Riceve la consacrazione episcopale il 4 giugno 1988 dal cardinale Franciszek Macharski, co-consacranti gli arcivescovi Jerzy Karol Ablewicz e Stanislaw Nowak.

Il 9 giugno 2004 è nominato vescovo di Koszalin-Kołobrzeg.

Arcivescovo di Varsavia e cardinaleModifica

Il 3 marzo 2007 papa Benedetto XVI lo nomina arcivescovo di Varsavia. L'insediamento avviene il 1º aprile 2007.

Dal 9 giugno 2007 è ordinario per i fedeli di rito orientale in Polonia sprovvisti di un proprio ordinario.

Benedetto XVI lo eleva al rango di cardinale con il titolo presbiterale di Santi Silvestro e Martino ai Monti nel concistoro del 20 novembre 2010.

Genealogia episcopaleModifica

OnorificenzeModifica

Altri progettiModifica

- (versione epub)

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN101640798 · ISNI (EN0000 0000 7230 0281 · LCCN (ENno2013000646 · BNF (FRcb16605400b (data) · WorldCat Identities (ENno2013-000646