Discussioni template:Aeroporti

Aggiungi argomento
Discussioni attive

Questioni di etichettaModifica

Riguardo le etichette sulla mappa, la cosa migliore sarebbe una scritta breve tipo "Pafo", con link che punta all'aeroporto e non alla città (che spesso non ha neanche lo stesso nome). Mi sa che l'unico modo per fare questa cosa per bene è aggiungere un apposito parametro "nomebreve1, nomebreve2..."; oppure quello potrebbe essere "nome" mentre per il nome ECCAIRS se ne usa un altro --Bultro (m) 13:01, 3 ago 2013 (CEST)

Concordo sulla riflessione di Bultro ricordando il caso estremo dell'aeroporto svizzero-franco-tedesco (Aeroporto di Basilea-Mulhouse-Friburgo) che si trova nei pressi dei confini di tre stati e che serve l'area di tre stati (...e qui in it.wiki c'è chi si scanna per rivendicare un aeroporto in un comune piuttosto che in quello adiacente...)--threecharlie (msg) 13:06, 3 ago 2013 (CEST)
Per carità! le guerre sui nomi no! è per questo che suggerivo a Bultro nella sua pagina di mettere semplicemente la sigla IATA, oggettiva. Poi però (avendola vista) mi è sembrata un po' squallida e quindi sono ricorso a "località/codice". Se si vuole, però, si può introdurre il nome breve che, aquesto punto, dovrebbe stare in un campo nascosto della tabella, accessibile solo in edit. Mi pare che complichi la compilazione... Una soluzione potrebbe essere che se suddetto campo resta vuoto si pesca dalla località; così la compilazione è necessaria solo se ci sono problemi.
Paolobon140 suggerisce di rendere il template simile a questo. Ma non capisco in che senso. Mi fa anche le pulci sull'ortografia: sappiate ce Bultro merita riconoscenza, non riconoscienza :)--Perozopeligroso 14:06, 3 ago 2013 (CEST)
Pensavo che il nome breve, per quanto invisibile, può essere utile anche per ordinare alfabeticamente la tabella. Come si vede anche in Aeroporti nelle Filippine, attualmente ordinando per Nome ECCAIRS viene un pasticcio. Potremmo fare i parametri così:
  • link1 = nome della voce (es. "Aeroporto Internazionale di Pafo")
  • nomebreve1 = nome breve (es. "Pafo")
  • nomelungo1 = nome ECCAIRS, solo se diverso da link1 (si compilerà raramente, in caso di disambiguazioni)
Nella mappa comparirà [[link1|nomebreve1]] e nella tabella [[link1]] o [[link1|nomelungo1]] (ma con chiave di ordinamento nomebreve1) --Bultro (m) 15:54, 3 ago 2013 (CEST)
Mah, di aeroporti non me ne intendo, come ti dicevo. Però mi pare di aver capito che il nome ECCAIRS è obbligatorio. Ho assistito di persona (senza capirle) a efferate discussioni di nomenclatura, dove in 4000 kb ci si sfidava su di una L minuscola/maiuscola o su distanza in metri dal centro/periferia/campanile più vicino. IATA, ICAO ed ECCAIRS dovrebbero essere oggettivi. link1 distinto da nomelungo1 non dovrebbe essere necessario dato che il nome della voce è il nome ECCAIRS. Dunque la questione è come rendere opzionale l'inserimento del nome breve e come prevenire guerre di edit che contemplino male parole e bannati a vita (non sto scherzando). Lascio la parola a Paolobon140 e agli altri esperti.--Perozopeligroso 16:13, 3 ago 2013 (CEST)
L'ultima pensata, poi mi taccio. Non so come funzionano questi script ma... non sarebbe possibile ricavare l'etichetta dal nome ECCAIRS sostituendo "A." ad aeroporto e "A.I." ad "Aeroporto internazionale"? P.S. adesso ricordo: ci fu una lunghissima discussione sulla i di internazionale: "maiuscola o minuscola?" :)--Perozopeligroso 16:24, 3 ago 2013 (CEST)
la storia dell'Internazionale con la I maiuscola era derivata dal fatto che se un ente preposto come l'ICAO lo definisce International è perché al suo interno ci sono delle strutture ad esempio doganali (perdonatemi se sono un po' pressapochista ma sammai si chiama "gli specializzati in aeroporti") che permettono il passaggio di passeggeri e merci da un paese all'altro mentre da qualche parte sono spuntati gli internazionali di fatto che pur non garantendo quel tipo di servizi accolgono possibili rotte transnazionali (se non ricordo male uno scalo tecnico non prevede carichi e scarichi quindi non necessita di dogane, tuttavia non si può ritenere ufficialmente internazionale). Dato che c'è chi arriva da forum entusiasti ma poco tecnici c'è chi sosteneva che se un aereo militare di un paese straniero, dico una corbelleria, atterra su una striscia di asfalto che qualcuno definisce aeroporto ma che non ha nemmeno un preciso traffico commerciale "acquisisce" lo status di internazionale de facto... per evitare lotte a colpi di fonti (del tipo quotidiano locale, blog, forum, foto etc etc...) dalla concretezza discutibile si è pensato di tagliare la testa al toro con un documento ufficiale, forse non aggiornatissimo ma consultabile da chiunque per verificare l'attendibilità della notizia. Scusate il pippone :-)--threecharlie (msg) --17:01, 3 ago 2013 (CEST)

Eccomi qui. Intendevo dire che il layout dovrebbe essere come quello segnalato in aeroporti nelle Filippine o aeroporti in Kazakistan per i seguenti motivi che, fra le altre cose, avevamo già discusso tempo fa in questa lunga discussione all'Aviobar che, sebbene lunga da leggere, era interessante:

  • la tabella occupa tutta la larghezza della pagina e questa è cosa buona;
  • l'ordine dei titoli delle colonne era appunto stato là discuss ed eravamo tutti d'accordo su quella successione e sui titoli delle colonne stesse;
  • la dicitura "regione" (seconda colonna) era la migliore dicitura a cui eravamo giunti dopo avere scartato diverse alternative;
  • le due colonne aggiunte da Bultro con titolo "tipo" e "utilizzatore" parrebbero inutili: se la prima significa "civile" o "militare" diventerebbe superflua quando si creassero sezioni diverse dedicate agli aeroporti civili o militari; la seconda è già ripresa negli infobox degli aeroporti e spesso rimane vuota perché non si conosce l'utilizzatore;
  • inoltre, come già accade nelle voci di aeroporto, per questioni di spazio e amore per la geometria, credo che sulla mappa andrebbe citato solo il nome IATA dell'aeroporto; per esempio vedere qui: Aeroporto di Kalibo.

Mi piacerebbe conosere il vostro pensiero e soprattutto il PerozoPensiero.--Paolobon140 (msg) 11:43, 4 ago 2013 (CEST)

La scritta "regione" cambia a seconda dello stato. Nell'esempio appare distretto perché Cipro è suddivisa in distretti.
Le colonne in più le ha proposte Perozopeligroso, l'utilizzatore è evitabile, ma faccio notare che l'idea era proprio mettere civili e militari insieme, sennò va rivista anche la mappa.
E per rispondere a Perozopeligroso più in alto: lo so che il nome della voce è il nome ECCAIRS, infatti si userebbe un campo diverso solo in rari casi se c'è una disambiguazione (vedi Aeroporto di San Jose (Mindoro)). Provo a modificare l'esempio per capirci --Bultro (m) 14:03, 4 ago 2013 (CEST)
Il mio pensiero è debole... Intervengo da un punto di vista strettamente tecnico, faccio in qualche modo il mediatore tra gli aeroportuofili e il vero tecnico, Bultro.
Per prima cosa noto che se ne va la colonna "utilizzatore", benissimo. Poi vedo i nomi dei campi usati e li commento:
|loc1=Nicosia (ottimo)
|div1=Nicosia (ottimo)
|IATA1=LCEN (ottimo)
|ICAO1=ECN (ottimo)
|link1=Aeroporto di Nicosia-Ercan (bene, ma il nome trae in inganno il contributore occasionale. Dovrebbe essere "Nome ECCAIRS", e pazienza se ci sono eccezioni, le eccezioni sono eccezionali)
|nomebreve1=Nicosia-Ercan (ecco, la disputa è tutta qui)

  Commento: di --Paolobon140 (msg) Caro Perozo, di questa parte non ho capito niente ma immagino tu abbia detto cose ottime e di buon senso. Quindi sono d'accordo sicuramente con te.

Se manteniamo questo ultimo campo forse dovrebbe chiamarsi "etichetta" o qualcosa del genere. Chiedo ancora: non si può eliminarlo e sostituirlo con qualcosa tipo If left(nomeECCAIRS,13)=="Aeroporto di " then...
Mettere il solo nome IATA è proprio l'ultima spiaggia ma se serve a troncare potenziali discussioni, ben venga. Le proposte su cui basare il consensao sono dunque
1) Dicitura apposita "nome breve"
2) Nome ECCAIRS senza "Aeroporto di " (solo se possibile)
3) Codice IATA e non se ne parli più

  Commento: di --Paolobon140 (msg) Se ho capito bene quanto scrivi, vorrei sottolineare che la dicitura ECCAIRS comprensiva del prefisso "aeroporto di" è necessaria, obbligatoria etc in quanto l'unica dicitura accettata dalle varie convenzioni sui nomi degli aeroporti. A volte, però, accade che il prefisso non sia "aeroporto di" bensì "aeroporto" senza "di": vedi Aeroporto Santos Dumont. Per la mappa, per uniformarsi ai box degli aeroporti credo che il codice ICAO sia l'unica ed esclusiva scelta/possibilità anche se mi sorge un dubbio orribile: come faranno a stare, in una mappa così piccola, 30 aeroporti? Diventerebbe una mappa irta di aeroplanini e sigle di quattro lettere?

La colonna "tipo" l'avevo introdotta io a suo tempo. Serve ad evitare tre distinte tabelle e tre mappe diverse per i tre diversi tipi di aeroporti. Una cosa brutta e pesante. Lo vedo come un male necessario. L'alternativa è inserire per tre volte il template. Se ne guadagnerebbe in chiarezza, forse, ma ne risulterebbe una pagina lunga e pesante. Per capirci: ne risulterebbe una tabella a.civili seguita dalla sua mappa, poi una tabella a.militari con la mappa e poi i misti.--Perozopeligroso 17:51, 4 ago 2013 (CEST)

  Commento: di --Paolobon140 (msg) Io terrei le strutture militari e civili ben separate: prima di tutto sono strutture che hanno compiti e ligistiche ben diverse e che discendono da organi ministeriali o da Enti ben diversi; secondariamente, ahimè, la denominazione degli aeroporti militari è ben diversa da quelli civili: se in un aeroporto civile il nome è solitamente "aeroporto di Località" in un aeroporto militare il nome può essere "Base aerea di Località", o "Base aerea di personalità/Località/Nome di Eroe di tutte le guierre" etc. Tu capisci sicuramente i miei dubbi e saprai ovviare ai vari problemi:-) --Paolobon140 (msg) 10:17, 5 ago 2013 (CEST)

Dimenticavo: ma non si può proprio fare in modo che la tabella occupi tutta la larghezza della pagina e che i codici IATA e ICAO rimangano sulla stessa riga?!?--Paolobon140 (msg) 10:57, 5 ago 2013 (CEST)
Fatto, ma non ho proprio capito cosa vuol dire "i codici IATA e ICAO rimangano sulla stessa riga".
La dimensione della mappa si può cambiare (senza esagerare) con il parametro larghezza mappa. Per ragionarci meglio ci vorrebbe un esempio di template compilato con tutti i dati veri di uno stato non tanto piccolo. Questo lo lascio agli esperti... --Bultro (m) 14:53, 5 ago 2013 (CEST)
Ok. Una cosa alla volta. Ora, grazie a Bultro, "larghezza mappa" permette di cabiare la dimensione della mappa, e questo risolve i problemi di affollamento. "i codici IATA e ICAO rimangano sulla stessa riga" non l'ho capito neanch'io. La proposta di troncare "Aeroporto di" valeva solo per le etichette in mappa, non per la tabella. Questa proposta è comunque cassata dato che non funziona per gli aeroporti militari. A questo punto procederei con il codice ICAO o IATA per i nomi in mappa. Ho troppa paura che il "nomebreve" scateni risse a non finire. Paolobon, che ne pensi? l'alternativa, in due parole è tra mettere in mappa il solo codice IATA/ICAO oppure un nome breve "di fantasia" che non si vede in tabella ma che il compilatore dovrà mettere riga per riga (mentre scrivo ciò vengo preso da brividi al pensiero di cosa potrà accadere). A quanto pare, infine, gli aeroporti tutti in una stessa tabella non piacciono. Domanda da 100 milioni: si possono fare tre tabelle distinte che riversano i dati in un'unica tabella? o è meglio usare tre template di fila? risponda Bultro, il suo parere sarà inappellabile. Ho caricato i dati degli Aeroporti delle Filippine nel template/man ma c'è una difficoltà: le coordinate sono espresse in modo diverso. Nelle liste di aeroporti le coordinate sono sempre espresse così. So che il Template:Mappa di localizzazione accetta anche questa modalità. Potresti fare la modifica? grazie.--Perozopeligroso 18:25, 5 ago 2013 (CEST)
Mi pare che Bultro stia facendo un ottimo lavoro e che Perozo stia assolvendo al suo compito di mediatore fra diverse esigenze in maniera egregia. Scusate per la questione dei codici non sulla stessa riga, ma avevo intenzione di scrivere che le coordinate non erano sulla stessa riga ma mi è sfuggito il lapsus calami.
Credo che sulla mappa dovrebbe essere riportato il codice ICAO perché, come già fatto notare, è lo stesso codice che appare nelle mappe di localizzazione delle voci di aeroporti. E' un codice breve e che occupa poco spazio e, soprattutto, è univoco a differenza di ogni nome di fantasia che possa nascere dalla fantasia spesso galoppante di noi utenti.
Perozo ha ragione per quanto riguarda l'espressione delle coordinate. Sarebbe molto più comodo se si potessero inserire quelle già presenti nella forma utilizzata nei box aeroporti. Si potrà?--Paolobon140 (msg) 19:27, 5 ago 2013 (CEST)
Nelle voci su un aeroporto sappiamo bene qual è l'unico aeroporto presente sulla mappa, non serve nemmeno un'etichetta... Ma una mappa con numerosi aeroporti non è la stessa cosa e riempirla di sigle incomprensibili non è di grande aiuto a leggerla.
Le coordinate purtroppo non possiamo passarle come un coord intero. La mappa ha bisogno dei numeri distinti. Potremmo usare gradi/primi/secondi/direzione anziché gradi decimali, ma comunque bisognerebbe fare gradi1=x|primi1=x|secondi1=x eccetera, non mi pare un gran guadagno. I due valori decimali si possono ottenere facilmente cliccando sui coord, sono solo due copincolla --Bultro (m) 21:11, 5 ago 2013 (CEST)
Alla faccia del paio di copia e incolla ho preferito farmi una tabellina excel che facesse la conversione piuttosto che copiaincollare 48 valori. La tabellina mi fa anche tutti gli altri campi :) Vabbèh se non si può fare la conversione in automatico ce lo terremo così (ti tocca, Paolobon). Le coordinate su due righe sono un problema che si verifica quando la risoluzione è minore di 1280 punti. Ho riassestato la tabella e rimpicciolito i caratteri per farcele stare. Faccio notare che l'utente Zero6 (ora Ildorico) me l'aveva già cassata, questa; giudicate voi. Ora la questione più spinosa. La mappa pare già piuttosto affollata, nonostante siano solo aerei civili e nonostante le etichette siano ridotte al minimo. "riempirla di sigle incomprensibili non è di grande aiuto a leggerla" Verissimo, ma non riuscire a leggere nulla è ancora peggio. Tra l'altro le etichette stanno una volta di qua e una di là dell'aereo complicando la faccenda.--Perozopeligroso 00:26, 6 ago 2013 (CEST)
Te la casserei anch'io perché con lo small, al prezzo di minor leggibilità, risparmi sì e no mezzo centimetro e da me come da tanti altri va a capo lo stesso.
Le etichette si possono forzare a star sempre dalla stessa parte (come ho fatto attualmente). Si può anche fare senza etichette (con il tooltip e il clic diretto sull'aeroplanino). Oppure, e credo sia la cosa migliore anche se richiede un po' di intervento manuale, aggiungere un altro parametro opzionale per cambiare la posizione dell'etichetta quando necessario; nel caso delle Filippine basterebbe fargli mettere Kalibo e Iloilo sulla sinistra e già non ci sono più sovrapposizioni --Bultro (m) 12:18, 6 ago 2013 (CEST)
Aaaaaaaaah! ma così è il paradiso! basta, basta, non serve altro. Etichette tutte da una parte che riportano il codice breve e tooltip con la descrizione lunga. Perfetto. Nessuno potrebbe volere di più. Ora bisogna togliere il campo "nomebreve" e rinominare "link" a "ECCAIRS". Per le coordinate ok, togliamo lo small, credevo servisse. Per la suddivisione tra militari e civili? non ho più sentito nulla. Un template con tre tabelle, tre template di fila o lasciamo com'è ora?--Perozopeligroso 12:52, 6 ago 2013 (CEST)

Ho provato, nel primo dei due esempi, a utilizzare nomi brevi (senza "aeroporto di" e simili) come etichette della mappa. A me sembra più leggibile e non troppo affollato (nonostante la mappa sia anche più piccola). Inoltre l'abbreviazione viene usata per ordinare in modo più sensato la colonna "Nome ECCAIRS" quando si clicca la freccetta.
Per quanto riguarda tabella unica o tabelle separate, ho pensato di rendere opzionale la colonna tipo; in questo modo si può scegliere se inserire tutto in un template, oppure usare più volte il template, magari si sceglie in base al numero di aeroporti. Il primo dei due esempi è senza la colonna tipo (in questo caso sono tutti aeroporti civili). --Bultro (m) 15:34, 11 ago 2013 (CEST)

Grazie della modifica. Me ne accorgo solo ora (metterò questa pagina tra gli osservati speciali). Purtroppo però non mi ritrovo con nessuna delle due. Fosse per me sarei d'accordo al 100% con la faccenda del nome breve perchè più significativo, leggibile, ecc. Però poi, te lo ripeto, su queste cose ci litigano. Un conto è un qualcosa di oggettivo (ECCAIRS) un'altra cosa è la fantasia del compilatore. Aspettiamo che torni Paolobon140 e magari anche qualcun'altro dalle ferie e poi tiriamo le somme una volta per tutte.
La colonna tipo opzionale introduce modalità di funzionamento diverse a seconda della voce in cui si va ad inserire il template. La colonna tipo era una mia trovata, ma piuttosto che renderla opzionale preferirei toglierla del tutto. Facciamo che troviamo uno stato con più aeroporti e di più tipi e proviamo lì.--Perozopeligroso 23:04, 18 ago 2013 (CEST)
Io non ho usato alcuna fantasia, ho semplicemente tolto "Aeroporto di"...
Un esempio con più tipi, nonostante gli aeroporti siano pochi, è Aeroporti a Cipro --Bultro (m) 10:22, 19 ago 2013 (CEST)
No, no, non la tua fantasia. Di te mi fido ciecamente. Parlo del compilatore occasionale e dell'IP che capita nella voce e dice: "eh, no! questo aeroporto non si chiama così!" e poi cambia il nome. Dai un'occhiata a Discussione:Aeroporto di Pescara#Denominazione Aeroporto o a Discussioni progetto:Aviazione/Archivio39#Aeroporto di Treviso c'è gente che se n'è andata sbattendo la porta, su queste questioni. Se l'eliminazione di "aeroporto di" fosse automatica non ci sarebbero problemi ma se uno è libero di scrivere... probabilmente nascerebbero discussioni infinite. Questo è quello che penso io, in ogni caso. In questa discussione come avrai visto sono poco più che un tramite. Adesso spedisco un po' di avvertimenti e vediamo se riusciamo a far partecipare più di due persone alla discussione.--Perozopeligroso 18:10, 19 ago 2013 (CEST)
L'unica soluzione a questo "pericolo" è utilizzare etichette che riportino il codice breve e tooltip con la descrizione lunga. -- Gi87 (msg) 18:17, 19 ago 2013 (CEST)
Possiamo chiamare i campi "ECCAIRS" e "ECCAIRS_breve", non si sbaglia. Dopo se qualcuno ci vuol scrivere a tutti i costi delle cazzate ce le scrive, non è che lo fermiamo rinunciando a delle funzioni utili o mettendole in tooltip --Bultro (m) 21:15, 21 ago 2013 (CEST)

Messa in operaModifica

Volevo cominciare a usare il template in Aeroporti in Italia, presumibilmente la voce più visitata; noto però che ci sono circa 120 aeroporti, il template per ora ne prevede max 50, aumentiamo la capacità oppure meglio spezzare la tabella? Inoltre, la voce dice che utilizza i nomi ENAC, e mi pare che corrispondano ai titoli delle voci; ma corrisponde anche al nome ECCAIRS? --Bultro (m) 16:18, 30 set 2013 (CEST)

Ritorna alla pagina "Aeroporti".