Distretto di Köpenick

ex distretto di Berlino (1920-2001)
(Reindirizzamento da Distretto di Cöpenick)
Distretto di Köpenick
ex distretto
(DE) Bezirk Köpenick
Distretto di Köpenick – Stemma Distretto di Köpenick – Bandiera
Distretto di Köpenick – Veduta
Il municipio
Localizzazione
StatoGermania Germania
LandNon presente
DistrettoNon presente
CircondarioNon presente
ComuneBerlino
Amministrazione
Data di istituzione1920
Data di soppressione2001
Territorio
Coordinate52°27′00″N 13°34′00.12″E / 52.45°N 13.5667°E52.45; 13.5667 (Distretto di Köpenick)
Superficie127,76 km²
Abitanti56 819[2] (1920)
Densità444,73 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Distretto di Köpenick – Localizzazione

Il distretto di Köpenick (in tedesco Bezirk Köpenick) era un distretto della città tedesca di Berlino.

StoriaModifica

Il distretto di Köpenick (allora Cöpenick) fu creato nel 1920 in seguito alla legge istitutiva della “Grande Berlino”, con la quale venivano annessi alla capitale tedesca una serie di città, comuni rurali e territori agricoli dell’immediato circondario.
Il distretto, indicato con il numero 16, comprese le aree fino ad allora costituenti la città di Cöpenick, i comuni rurali di Bohnsdorf, Friedrichshagen, Grünau, Müggelheim, Rahnsdorf e Schmöckwitz, e i territori agricoli di Cöpenick-Forst e di Grünau-Dahmer-Forst[1].

Nel 1945 il distretto fu assegnato al settore di occupazione sovietico e quindi a Berlino Est.[senza fonte]

Nel 2001, nell’ambito della riforma amministrativa dei distretti berlinesi, il distretto di Köpenick venne fuso con il distretto di Treptow, creando il nuovo distretto di Treptow-Köpenick.[senza fonte]

L’area dell’ex distretto di Köpenick corrisponde oggi ai quartieri di Friedrichshagen, Grünau, Köpenick, Müggelheim, Oberschöneweide, Rahnsdorf e Schmöckwitz.[senza fonte]

Lista dei sindaci (Bezirksbürgermeister) del distretto di KöpenickModifica

NoteModifica

  1. ^ a b (DE) Gesetz über die Bildung einer neuen Stadtgemeinde Berlin (Groß-Berlin-Gesetz) vom 27. April 1920, su verfassungen.de. URL consultato il 31 gennaio 2017 (archiviato dall'url originale il 13 agosto 2017).
  2. ^ [1]
  Portale Germania: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Germania