Dollaro

(Reindirizzamento da Dollari)
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la valuta degli Stati Uniti d'America, vedi Dollaro statunitense.

Dollaro è il nome della valuta ufficiale di vari territori e Stati del mondo.

     Paesi che utilizzano il dollaro statunitense

     Paesi che adottano monete chiamate "dollaro"

     Paesi che hanno usato una moneta chiamata "dollaro" in passato

Viene rappresentato dal simbolo $, solitamente posto davanti alla cifra (nel Canada in lingua francese viene generalmente posto dopo). Ci sono diverse versioni sulla provenienza di questo simbolo: quella più accreditata lo fa derivare dalle colonne d'Ercole rappresentate sulle monete coloniali spagnole.

EtimologiaModifica

Il nome contemporaneo è derivazione anglofona e centroeuropea di un'altra valuta antica, il tallero (tolar in Boemia, thaler in Germania e daler in Svezia) in uso in vari paesi europei a partire dal XVI secolo.

StoriaModifica

Il dollaro è stata una moneta della Scozia durante il XVII secolo; si sostiene che sia stato inventato presso l'Università di St. Andrews. Era una moneta conosciuta già all'epoca di Shakespeare: è citato, ad esempio, nel Macbeth[1].

Il dollaro spagnolo fu una moneta d'argento spagnola, del valore di 8 reali, il peso. Si diffuse durante il XVIII secolo nelle colonie spagnole del Nuovo Mondo. L'uso del dollaro spagnolo e del tallero di Maria Teresa, come valuta legale alla nascita degli Stati Uniti, è all'origine del nome della odierna valuta.

La parola dollar come equivalente inglese di tallero era utilizzata già da 200 anni prima della guerra di indipendenza americana. Il dollaro spagnolo o "pezzo da 8", come veniva chiamato, fu in circolazione nelle 13 colonie britanniche e divenne la valuta legale degli Stati Uniti in Virginia.

La denominazioneModifica

Il nome tallero proviene dal tedesco tal - thal, "valle". Era la denominazione del Guldengroschen (una moneta in argento ma con valore pari al fiorino d'oro) che veniva coniata, a partire dal 1518, con l'argento proveniente da una ricca miniera sita nella Valle di San Gioacchino (St. Joachims thal) nel nord-ovest della Boemia, ora Jáchymov, nella Repubblica Ceca[2].

NoteModifica

  1. ^ Macbeth: a. I, s. 2
  2. ^ Klütz, Münznamen..

BibliografiaModifica

  • (DE) Konrad Klütz, Münznamen und ihre Herkunft, Vienna, moneytrend Verlag, 2004, ISBN 3-9501620-3-8.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 33271 · GND (DE4745694-2 · NDL (ENJA00561711
  Portale Numismatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Numismatica