Doriana Sarli

politica italiana
Doriana Sarli

Deputata della Repubblica Italiana
In carica
Inizio mandato 23 marzo 2018
Legislature XVIII
Gruppo
parlamentare
Movimento 5 Stelle (da inizio legislatura fino al 19/02/2021), Gruppo misto componente: non iscritti (dal 19/02/2021 all’8/02/2022); Manifesta-PaP!-PRC-SE (dall’8/02/2022)
Circoscrizione Campania 1
Collegio 5 (Napoli-Arenella)
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Indipendente (dal 2021)
In precedenza:
M5S (2018-2021)
Titolo di studio Laurea in medicina e chirurgia
Professione Medico veterinario

Doriana Sarli (Napoli, 3 aprile 1961) è una politica italiana.

BiografiaModifica

Alle elezioni politiche del 2018 viene candidata per il Movimento 5 Stelle nel collegio uninominale di Napoli-Arenella alla Camera, dove viene eletta deputata nella XVIII legislatura.

Viene considerata esponente della corrente di sinistra del movimento, assieme a Roberto Fico, di cui è il punto di riferimento dell'ala, Giuseppe Brescia, Riccardo Ricciardi e Paola Nugnes, che è stata espulsa dal movimento nel 2019.[1][2]

Nel novembre 2018 è tra i 19 deputati 5 stelle a firmare una lettera indirizata al proprio capogruppo Francesco D'Uva, dove si chiede le modifiche al testo del Dl "Sicurezza", fortemente voluto dal ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini.[3]

Espulsa dal M5S nel febbraio del 2021 per non aver votato la fiducia al Governo Draghi,[4] l’8 febbraio 2022 aderisce alla nuova componente ManifestA sotto le insegne di Potere al Popolo e Partito della Rifondazione Comunista-Sinistra Europea[5].

NoteModifica

  1. ^ Cinque Stelle spaccati in cinque anime. Ora il Senato è la vera polveriera, su Il Sole 24 ORE. URL consultato il 22 settembre 2020.
  2. ^ Paola Nugnes espulsa dai 5 Stelle. Ma Fico: "Sarà sempre Movimento", su Affaritaliani.it. URL consultato il 22 settembre 2020.
  3. ^ Nuova fronda M5S: alla Camera in 19 contro il decreto sicurezza. Salvini: «Va approvato in fretta», su Il Sole 24 ORE. URL consultato il 22 settembre 2020.
  4. ^ Sarli, espulsa M5S: "No al ricorso, sapevo quali erano le conseguenze", su la Repubblica, 21 febbraio 2021. URL consultato il 24 febbraio 2022.
  5. ^ Matteo Pucciarelli, Da Rifondazione agli ex 5S, alla Camera nasce ManifestA. Nel 2023 De Magistris guiderà la sfida alla Sinistra, su repubblica.it, 16 febbraio 2022. URL consultato il 16 febbraio 2022.

Collegamenti esterniModifica