Echione (Sparti)

personaggio della mitologia greca, uno degli Sparti, padre di Penteo

Echione (in greco antico: Ἐχίων, Echìōn) è un personaggio della mitologia greca, nato dai denti di drago seminati da Cadmo[1][2].

Echione
Nome orig.Ἐχίων
Sessomaschio
Professioneguerriero degli Sparti

Etimologia del nomeModifica

Il nome Echione (greco antico: Ἐχίων, gen.: Ἐχίονος), deriva da ἔχις èchis "vipera".

MitologiaModifica

Quando Cadmo uccise il drago che abitava il territorio dove sarebbe sorta la città di Tebe, seminò i suoi denti nella terra. Da ognuno di essi spuntò un guerriero che andò a formare l'esercito degli Sparti. Cadmo li convinse a combattere tra loro fino a che non ne sopravvissero cinque, ai quali chiese d'aiutarlo a costruire la Cadmea, la rocca difensiva della nuova città di Tebe[3].

Echione sposò poi la figlia di Cadmo, Agave, e dalla loro unione nacquero un maschio, Penteo, futuro re di Tebe, e una femmina, Epiro[4].
Si dice che abbia dedicato un tempio a Cibele in Beozia.

GenealogiaModifica


NoteModifica

  1. ^ Apollodoro 3.4.1
  2. ^ Ovidio, Metamorfosi III, 126
  3. ^ Ovidio, Metamorfosi X, 68
  4. ^ Apollodoro 3.5.2

BibliografiaModifica

  Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca