Echione (Sparti)

personaggio della mitologia greca, uno degli Sparti, padre di Penteo
Echione
Nome orig.Ἐχίονος
SessoMaschio
ProfessioneGuerriero degli Sparti

Echione (in greco antico: Ἐχίōν, Echìōn) è un personaggio della mitologia greca, nato dai denti di drago seminati da Cadmo[1][2].

Etimologia del nomeModifica

Il nome Echione (greco antico: Ἐχίων, gen.: Ἐχίονος), deriva da ἔχις èchis "vipera".

MitologiaModifica

Quando Cadmo uccise il drago che abitava il territorio dove sarebbe sorta la città di Tebe, seminò i suoi denti nella terra. Da ognuno di essi spuntò un guerriero che andò a formare l'esercito degli Sparti. Cadmo li convinse a combattere tra loro fino a che non ne sopravvissero cinque, ai quali chiese d'aiutarlo a costruire la Cadmea, la rocca difensiva della nuova città di Tebe[3].

Echione sposò poi la figlia di Cadmo, Agave, e dalla loro unione nacquero un maschio, Penteo, futuro re di Tebe, e una femmina, Epiro[4].
Si dice che abbia dedicato un tempio a Cibele in Beozia.

GenealogiaModifica

Cadmo
Armonia
Echione
Agave
Semele
Zeus
Ino
Atamante
Autonoe
Aristeo
Polidoro
Penteo
Dioniso
Palemone
Atteone
Labdaco
Oclaso
Laio
Meneceo
Giocasta
Laio
Creonte
Edipo
Giocasta
Eteocle
Polinice
Antigone
Ismene


NoteModifica

  1. ^ Apollodoro 3.4.1
  2. ^ Ovidio, Metamorfosi III, 126
  3. ^ Ovidio, Metamorfosi X, 68
  4. ^ Apollodoro 3.5.2

BibliografiaModifica

  Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca