Apri il menu principale
Emiddio Novi

Senatore della Repubblica Italiana
Durata mandato 9 maggio 1996 –
28 aprile 2008
Legislature XIII, XIV, XV
Gruppo
parlamentare
Forza Italia
Circoscrizione Campania
Collegio 15-Capua (XIII e XIV legislatura)
Sito istituzionale

Deputato della Repubblica Italiana
Durata mandato 15 aprile 1994 –
8 maggio 1996
Legislature XII
Gruppo
parlamentare
Forza Italia
Coalizione Polo del Buon Governo
Circoscrizione Campania
Collegio Napoli Pianura
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Forza Italia
Titolo di studio Laurea in giurisprudenza
Professione Giornalista

Emiddio Novi (Sant'Agata di Puglia, 1º gennaio 1946Sant'Agata di Puglia, 24 agosto 2018) è stato un giornalista e politico italiano.

Indice

Biografia[1]Modifica

Laureato in giurisprudenza, ha intrapreso la professione giornalistica.

Dal 1994 è stato parlamentare, fino al 2008.

Coniugato, ha avuto tre figli di cui uno non vedente.

È morto dopo essere stato investito da un camion in retromarcia in Piazza XX Settembre nel suo paese natale, Sant'Agata di Puglia.[2] L'annuncio è stato dato dalla famiglia con un messaggio sulla pagina Facebook dell'ex senatore. Scrive il figlio, Errico Novi: «È finito in circostanze pazzesche, probabilmente investito, ma c'è un pm della Procura di Foggia che indaga e io non ho certezze. Quello che conta è che ha sempre continuato a combattere con le idee, come ha fatto da quand'era ragazzino. Nei suoi 72 anni ha sparso semi che germoglieranno ancora».

Il giornalismoModifica

Presso il quotidiano Roma è stato coordinatore dei servizi interni esteri ed economia, oltre che inviato negli Stati Uniti e nelle capitali europee per seguire eventi di politica estera.

Ha diretto Il Giornale di Napoli ed ha collaborato a vari quotidiani e periodici nazionali, tra cui il settimanale Il Borghese ed i quotidiani La Notte e Il Giornale d'Italia.

La politicaModifica

Eletto deputato a Napoli nel 1994, ha ricoperto l'incarico di vicepresidente del gruppo Forza Italia alla Camera dei deputati è stato capogruppo alla Commissione giustizia e componente della Commissione esteri della Camera.

Nel 1996 è stato eletto al Senato della Repubblica ed ha svolto le funzioni di vicepresidente del gruppo Forza Italia, componente della Commissione Lavoro e componente, nella XIII e XIV legislatura, delle Commissioni bicamerali, antimafia e vigilanza Rai.

Candidato sindaco a Napoli nelle elezioni amministrative del 1997, per il Polo delle Libertà, è stato capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale fino al 2001.

Tra gli incarichi di partito ricoperti vanno ricordati la nomina di Commissario Regionale in Sardegna e l'elezione a Coordinatore dell'area metropolitana di Napoli.

Rieletto al Senato nel 2001 nel collegio 15 della Campania, ha svolto il ruolo di presidente della Commissione Territorio, Ambiente e Beni Ambientali.

È stato capo delegazione in alcuni grandi meeting sullo sviluppo sostenibile, tra i quali vanno ricordati il Summit di Johannesburg e di Nuova Delhi. Nel 2006 è stato riconfermato senatore nella circoscrizione Campania ed è stato vicepresidente del gruppo di forza Italia al senato, rivestendo anche l'incarico di componente della Commissione lavoro e della Commissione antimafia fino alla scadenza del mandato, il 28 aprile 2008.

ScrittoreModifica

Ha pubblicato:

  • La dittatura dei banchieri. L'economia usuraia, l'eclissi della democrazia, la ribellione populista, Controcorrente, Napoli 2012, 240 p. ISBN 978-88-89015-94-0

È uscito postumo nel gennaio del 2019 il suo ultimo libro:"La riscossa populista".

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica