Apri il menu principale
Enrique Líster
Enrique Líster 1936 (cropped).JPG
Enrique Líster nel 1936
NascitaAmeneiro, 21 aprile 1907
MorteMadrid, 8 dicembre 1994
Dati militari
Paese servitoFlag of Spain (1931–1939).svg Seconda Repubblica Spagnola
Flag of the Soviet Union (1924–1955).svg Unione Sovietica
Flag of Yugoslavia (1943–1946).svg Jugoslavia
Forza armataBandera de la II República Española.PNG Esercito Popolare Repubblicano
Red Army flag.svg Armata Rossa
Yugoslav Partisans flag (1942-1945).svg Esercito Popolare di Liberazione della Jugoslavia
Anni di servizio1936-1945
GradoGenerale
GuerreGuerra civile spagnola
Seconda guerra mondiale
CampagneBattaglia di Catalogna
Fronte orientale (1941-1945)
BattaglieBattaglia di Madrid
Battaglia di Seseña
Battaglia del Jarama
Battaglia di Guadalajara
Battaglia di Brunete
Battaglia di Belchite
Battaglia di Teruel
Battaglia dell'Ebro
Assedio di Leningrado
Comandante diQuinto Regimiento
1° Brigada Mixta
11° Divisione
5° Corpo d'armata
voci di militari presenti su Wikipedia

Enrique Líster Forján (Teo, 21 aprile 1907Madrid, 8 dicembre 1994) è stato un generale e politico spagnolo.

Fu il comandante dell'11ª divisione dell'esercito popolare della seconda repubblica spagnola. Prima di diventare un combattente comunista lavorò come cavapietre (o tagliapietre) nei cantieri edili. Figlio di una contadina e di un operaio edile, all'età di undici anni, a causa dell'estrema povertà, partì per lavorare a L'Avana (Cuba).

In questo contesto, il giovane Líster, venne a contatto con il mondo sindacale e iniziò la sua militanza comunista. Al ritorno dall'isola, intensificò la sua militanza tra le file del Partito Comunista di Spagna e, grazie al suo carisma, dal 1932 al 1935 venne mandato a studiare nell'accademia militare Michail Frunze, a Mosca.

Dopo il golpe franchista, guidò uno dei primi reggimenti inquadrati dai comunisti. Successivamente, dopo la riorganizzazione dell'esercito, divenne comandante dell'XI divisione dell'esercito popolare, agli ordini del colonnello Juan Modesto. La sua divisione ben figurò in diverse battaglie e Líster stesso si dimostrò un ottimo comandante.

Nel 1937, fu incaricato da Juan Negrín (capo del governo) di sciogliere con la forza il consiglio d'Aragona e le comuni anarchiche della regione. Quest'episodio fu una delle pagine nere della sua attività politica in Spagna: infatti in Aragona egli attuò una repressione spietata, mostrando un ingiustificato disprezzo nei confronti degli anarchici e dei loro esperimenti libertari. L'episodio generò indignazione e spaccature nel Fronte Popolare, tanto da innescare furiose polemiche tra gli stessi Lister e Negrín.

Nel 1938, la divisione comandata da Lister fu impiegata anche nell'ultima, disperata, controffensiva della Repubblica: la battaglia dell'Ebro. Dopo la fine della guerra, si distinse nell'organizzazione del partito comunista spagnolo in esilio in Francia.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN81095533 · ISNI (EN0000 0001 1679 5141 · LCCN (ENn83225499 · GND (DE136813135 · WorldCat Identities (ENn83-225499
  Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia