Apri il menu principale

Episodi di C'era una volta (terza stagione)

lista di episodi della terza stagione
Once Upon A Time logo.svg

La terza stagione della serie televisiva C'era una volta, composta da 22 episodi, è stata trasmessa negli Stati Uniti per la prima volta dall'emittente ABC dal 29 settembre 2013[1] all'11 maggio 2014.

In Italia, la stagione è andata in onda sul canale satellitare Fox dal 25 marzo[2] al 29 luglio 2014. In chiaro va in onda dal 23 ottobre 2014 su Rai 4.

La stagione è nettamente divisa in due parti: la prima parte, composta dai primi 11 episodi e trasmessa dal 29 settembre al 15 dicembre 2013, ha come antagonista principale Malcolm/Peter Pan e come antagonisti secondari I Bimbi Sperduti/Ufficio Centrale, mentre la seconda parte, composta dai restanti 11 episodi e trasmessa dal 9 marzo al 15 maggio 2014, ha come antagonista principale Zelena /Perfida Strega dell'Ovest e come antagonisti secondari Le Scimmie Volanti.

Per questa stagione Michael Raymond-James farà parte del cast principale. Raphael Sbarge, Eion Bailey e Meghan Ory ricompaiono come guest star.

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 The Heart of the Truest Believer Il cuore del vero credente 29 settembre 2013 25 marzo 2014
2 Lost Girl Ragazza sperduta 6 ottobre 2013 1 aprile 2014
3 Quite a Common Fairy Una fata piuttosto comune 13 ottobre 2013 8 aprile 2014
4 Nasty Habits Cattive abitudini 20 ottobre 2013 15 aprile 2014
5 Good Form La forma corretta 27 ottobre 2013 22 aprile 2014
6 Ariel Ariel 3 novembre 2013 29 aprile 2014
7 Dark Hollow Alla ricerca dell'ombra 10 novembre 2013 6 maggio 2014
8 Think Lovely Thoughts Fai pensieri felici 17 novembre 2013 13 maggio 2014
9 Save Henry Salviamo Henry 1 dicembre 2013 20 maggio 2014
10 The New Neverland La nuova isola che non c'è 8 dicembre 2013 27 maggio 2014
11 Going Home Si torna a casa 15 dicembre 2013 3 giugno 2014
12 New York City Serenade Segui il tuo istinto 9 marzo 2014 10 giugno 2014
13 Witch Hunt Caccia alla strega 16 marzo 2014 17 giugno 2014
14 The Tower La torre 23 marzo 2014 24 giugno 2014
15 Quiet Minds Menti silenziose 30 marzo 2014 1 luglio 2014
16 It's Not Easy Being Green Essere verdi non è facile 6 aprile 2014 8 luglio 2014
17 The Jolly Roger La Jolly Roger 13 aprile 2014 15 luglio 2014
18 Bleeding Through Passato e presente 20 aprile 2014
19 A Curious Thing Una cosa curiosa 27 aprile 2014 22 luglio 2014
20 Kansas Kansas 4 maggio 2014
21 Snow Drifts Il corso degli eventi 11 maggio 2014 29 luglio 2014
22 There's No Place Like Home Nessun posto è come casa

Il cuore del vero credenteModifica

TramaModifica

Passato. Stati Uniti, 2000. Emma dà alla luce Henry nell'infermeria del carcere e in quel momento le luci iniziano a tremolare. Emma ha deciso di dare il piccolo in affido; il medico le ricorda che è ancora in tempo per cambiare idea, se lo desidera, ma Emma, per quanto addolorata, è convinta di non poter dare un futuro al figlio e dispone di procedere con l'adozione.

Presente. Emma, Mary Margaret, David e Gold, a bordo della Jolly Roger comandata da Capitan Uncino, si dirigono verso l'Isola Che Non C'è per salvare Henry. Gold avvisa Emma che soltanto avendo fede riuscirà a superare i pericoli dell'isola, quindi riprende i panni di Tremotino e lascia il gruppo, deciso a ritrovare da solo il nipote. Al largo dell'isola, la Jolly Roger viene attaccata da un branco di sirene; gli eroi riescono a catturarne una, ma non riescono a mettersi d'accordo su cosa farne e la sirena ne approfitta per evocare una tempesta. Regina trasforma la sirena in una statua di legno, causando l'indignazione di Mary Margaret; la discussione si estende in breve a tutto il gruppo e nel frattempo la tempesta continua a peggiorare, impedendo alla Jolly Roger di approdare. Emma si rende conto che è la discordia ad alimentare il tifone e decide di rischiare il tutto per tutto gettandosi in mare per costringere i compagni a collaborare per salvarla; il piano funziona e gli eroi riescono finalmente a mettere da parte le proprie divergenze. La tempesta cessa e la Jolly Roger può raggiungere l'Isola Che Non C'è; con sorpresa di tutti, Emma si pone a capo del gruppo ed esorta i compagni ad avere fiducia l'uno nell'altro, il solo modo per vincere le insidie dell'isola e salvare Henry. Greg e Tamara, intanto, conducono Henry dai loro capi e scoprono che la fantomatica "Sede Centrale" per cui affermavano di lavorare sono in realtà i Bimbi Sperduti, che agiscono dietro ordine di Peter Pan. Felix, il ragazzo più anziano e capo del gruppo, rivela che il piano non è mai stato distruggere la magia, bensì portare Henry sull'isola. Greg e Tamara capiscono perciò di essere stati raggirati, ma ormai è troppo tardi: Greg viene ucciso dall'Ombra di Peter Pan, mentre Tamara viene colpita da una freccia e abbandonata al suo destino; la donna verrà finita poco dopo da Gold, che senza pietà le sbriciola il cuore per vendicare la morte di Neal. Gold incontra anche Felix, il quale gli dà il bentornato sull'isola a nome di Peter Pan e gli permette di restare finché vorrà a patto che rinunci ad Henry; per tutta risposta, il Signore Oscuro giura che salverà Henry oppure morirà nel tentativo, portando con sé Peter Pan e tutti i Bimbi Sperduti che potrà. Nel trambusto, Henry riesce a fuggire e incontra un Bimbo Sperduto che vorrebbe lasciare l'isola sfruttando la polvere di fata che è riuscito a rubare a Peter Pan; non avendo abbastanza fede, però, il ragazzo non può usare la polvere e chiede aiuto ad Henry. I due raggiungono le Grotte dell'Eco, dove i Bimbi Sperduti non riusciranno a rintracciarli, ed Henry riesce a dare magia alla polvere: a questo punto, però, il Bimbo Sperduto si rivela essere Peter Pan in persona, che aveva orchestrato il tutto per mettere alla prova Henry e scoprire se lui possiede davvero ciò che sta cercando, ovvero il Cuore del Vero Credente. Avuta la prova che Henry è il prescelto, Peter Pan lo fa imprigionare dai Bimbi Sperduti.

Nella Foresta Incantata, Neal è sopravvissuto al passaggio attraverso il portale ed è stato salvato da Mulan, Aurora e Filippo. Scortato da Mulan, Neal raggiunge il castello di Tremotino, ora in rovina, in cerca di un modo per tornare nel mondo reale; qui, i due s'imbattono in Robin Hood, nuovo occupante del maniero. Il ladro, per onorare un passato debito con Tremotino, permette loro di perquisire il castello e Neal trova una sfera magica che mostra Emma sull'Isola Che Non C'è.

Ragazza sperdutaModifica

TramaModifica

Passato. Nella Foresta Incantata, il Principe Azzurro ha appena risvegliato Biancaneve dall'Incantesimo del Sonno e i due progettano di riprendersi il regno, ora in mano della Regina Cattiva. Quest'ultima, avvisata dallo Specchio Magico, lancia a Biancaneve un ultimatum: Biancaneve rinuncerà al trono, altrimenti, per ogni giorno passerà, la Regina Cattiva ucciderà una persona. Biancaneve non è sicura di poter sconfiggere la regina e il Principe Azzurro si rivolge a Tremotino, che li indirizza nel regno di Camelot, dove potranno trovare una potente arma magica. Giunti a Camelot, gli eroi trovano l'arma in questione, ossia la spada Excalibur, conficcata in una roccia. Biancaneve riesce ad estrarla e dichiara guerra alla Regina Cattiva, infliggendole inoltre una ferita sul viso e giurandole che combatterà fino alla morte per la salvezza del regno e del suo popolo. Si scopre tuttavia che la spada non è Excalibur: il Principe Azzurro, infatti, aveva architettato la messinscena per far trovare a Biancaneve il coraggio di cui aveva bisogno per affrontare la Regina Cattiva. Biancaneve, così, accetta finalmente il proprio ruolo e le proprie responsabilità e si prepara alla battaglia.

Presente. Sull'Isola Che Non C'è, Emma s'imbatte in Peter Pan, curioso di conoscere la Salvatrice. Peter Pan le consegna una mappa che la condurrà al suo accampamento, dove si trova Henry, ma Emma riuscirà a leggerla solo se accetterà chi è veramente. Regina, per aggirare il problema, lancia un incantesimo di localizzazione sulla mappa, ma così facendo gli eroi finiscono in trappola e vengono attaccati dai Bimbi Sperduti; nella lotta, David viene ferito di striscio da una freccia intrisa del veleno di una pianta, la Rubus Noctis, lo stesso con cui Uncino aveva cercato di uccidere Gold a Manhattan, ma tiene nascosto a tutti l'accaduto. Emma, alla fine, realizza di essere a sua volta una Bimba Sperduta, avendo riconosciuto nei ragazzi dell'isola, soli e senza famiglia, la stessa tristezza che ha provato lei da bambina, e la mappa diviene finalmente leggibile; Peter Pan si complimenta con lei, ma l'avverte anche che alla fine della sua avventura non solo si sentirà un'orfana, ma lo diventerà davvero. Nel frattempo, Gold si separa dalla sua ombra per mettere al sicuro il pugnale ed è perseguitato da un pupazzo, datogli da Felix, che rappresenta una parte dolorosa del suo passato e di cui non riesce a sbarazzarsi nemmeno con i suoi poteri; alla fine, capendo che non può negare una parte di sé, Gold si mette in tasca il pupazzo e prosegue il viaggio alla ricerca di Henry.

Una fata piuttosto comuneModifica

TramaModifica

Passato. Nella Foresta Incantata, Regina è stanca dell'esistenza vuota accanto a Re Leopold e inizia a trascurare anche le lezioni di magia con Tremotino, desiderando soltanto una vita tranquilla e felice. Mentre si trova su un balcone, la balaustra cede e Regina precipita nel vuoto, venendo però prontamente salvata dalla giovane fata Trilli. Regina stringe amicizia con Trilli e le confida le proprie frustrazioni; la fata, allora, si offre di farle trovare il suo Vero Amore, ma viene sgridata dalla Fata Turchina, che le ricorda che Regina è malvagia e alle fate non è permesso aiutare le persone come lei. Trilli, però, è convinta che Regina abbia soltanto bisogno di un'occasione per diventare migliore, così disobbedisce e ruba la polvere magica, più potente rispetto alla comune polvere di fata, con la quale guida Regina fino al suo Vero Amore, un uomo riconoscibile soltanto dal tatuaggio di un leone sul braccio. Rimasta sola, Regina non ha il coraggio di andare da lui e preferisce tornare al castello e alla sua vecchia vita. Trilli si reca a trovarla per sapere com'è andata; incapace di confessare la verità, Regina riferisce, mentendo, che l'uomo non era il suo Vero Amore e accusa Trilli di essere una fata debole e incapace. Trilli viene scoperta dalla Fata Turchina, rimasta molto delusa dal suo comportamento, e la implora di concederle un'altra possibilità, ma inutilmente: dopo quello che ha fatto, le spiega la Fata Turchina, nessuno potrà più credere in lei, e Trilli viene così trasformata in un essere umano senza più ali né magia.

Presente. Sull'Isola Che Non C'è, Emma scopre che la mappa di Peter Pan è in realtà un trucco per depistarli, e Uncino propone di rivolgersi a Trilli, che un tempo era alleata di Peter Pan e può condurli al suo accampamento. Regina sa che Trilli non accetterà mai di aiutarla dopo quanto successo tra loro e decide di rimanere indietro per non creare problemi; Trilli, tuttavia, scopre la sua presenza e l'aggredisce. Regina, pentita, le confessa di aver mentito per paura e si strappa il cuore, offrendolo a Trilli e dandole la possibilità di vendicarsi; Trilli, osservando l'Oscurità nel cuore di Regina, realizza che non sarebbe migliore di lei se la uccidesse, così rinuncia alla vendetta e accetta di guidare gli eroi in cambio di un posto a Storybrooke. Peter Pan, nel frattempo, mette alla prova la fede di Henry e gli spiega che il suo destino in quanto Vero Credente è salvare la magia, che in tutti i mondi sta ormai morendo perché nessuno vi crede più: la nascita di Henry, che essendo discendente sia di Biancaneve che di Tremotino porta in sé sia la Luce che l'Oscurità, era infatti programmata fin dall'inizio e ciò fa di lui il vero Salvatore. Henry non crede alle parole di Peter Pan, ma inizia a convincersi quando quest'ultimo gli mostra la pergamena che lo ritrae.

Nella Foresta Incantata, Neal decide di usare il piccolo Roland, figlio di Robin Hood e della defunta Lady Marian, per attirare l'Ombra di Peter Pan e raggiungere l'Isola Che Non C'è; il piano funziona e Neal arriva sull'isola, dove Felix gli dà il bentornato. Robin Hood offre a Mulan di unirsi all'Allegra Brigata, ma la ragazza rifiuta perché vuole continuare a servire Aurora e Filippo; in realtà, il vero motivo è che Mulan si è innamorata di Aurora e ha preso infine la decisione di dichiararsi, ma quando scopre che Aurora aspetta un figlio da Filippo, la ragazza sceglie di non dire nulla e accetta la proposta di Robin Hood. I due si stringono la mano e si scopre che Robin Hood ha il tatuaggio del leone sul braccio: il Vero Amore di Regina, quindi, è proprio lui.

Cattive abitudiniModifica

TramaModifica

Passato. Tremotino è da poco diventato il Signore Oscuro e costringe Baelfire a rimanere chiuso in casa per proteggerlo dai suoi nemici; Baelfire, però, non accetta di vivere da recluso e scappa di casa. Tremotino lo rintraccia al paesino di Hamelin, dove scopre che molti ragazzi sono scomparsi, attirati dalla musica di un misterioso pifferaio che non è altri che una vecchia conoscenza di Tremotino, ovvero Peter Pan. Il suo flauto è uno strumento incantato la cui melodia può essere udita soltanto dai bambini che si sentono abbandonati dalle proprie famiglie; lo scopo di Peter Pan è attirare questi bambini per portarli sull'Isola Che Non C'è e farne i suoi Bimbi Sperduti. Peter Pan provoca Tremotino, sfidandolo a chiedere apertamente a Baelfire se vuole tornare a casa con lui o diventare un Bimbo Sperduto, ma Tremotino preferisce piuttosto trasportarsi magicamente a casa con il figlio. Baelfire, però, sapeva di poter scegliere e si arrabbia con il padre perché non ha avuto fede in lui: Baelfire, infatti, avrebbe deciso di restare assieme al padre se Tremotino glielo avesse chiesto, ma dopo quanto successo realizza di non potersi più fidare del genitore.

Presente. Gli eroi studiano un piano per entrare nell'accampamento di Peter Pan, ma Trilli li informa che prima dovranno trovare un modo per lasciare l'isola: normalmente, infatti, il solo modo per andarsene è avere il permesso di Peter Pan e l'unico che sia mai riuscito ad abbandonare l'isola contro la volontà del suo padrone è Baelfire. Il gruppo raggiunge dunque la grotta dove il giovane Baelfire ha vissuto ed Emma trova una mappa di stelle che Baelfire ha realizzato grazie agli insegnamenti di Uncino; sfortunatamente, però, come spiegato dallo stesso Uncino, la mappa è stata realizzata secondo un codice e soltanto Neal è in grado di decifrarla. Neal, intanto, è riuscito a sfuggire a Felix e incontra Gold, che tuttavia lo scambia per una visione indotta da Peter Pan. A fatica, Neal riconquista la fiducia del padre e gli rivela che i calamari che vivono nel mare attorno all'isola producono un inchiostro magico in grado di neutralizzare Peter Pan. Insieme, padre e figlio riescono a procurarsi l'inchiostro e si recano all'accampamento nemico, dove riescono a liberare Henry, profondamente addormentato: Peter Pan, però, insinua in Neal il dubbio che Tremotino non sia affatto cambiato, al che Neal, non fidandosi del padre, lo immobilizza con l'inchiostro e fugge assieme ad Henry. Così facendo, però, Neal rimane indifeso e viene catturato facilmente da Peter Pan. Qualche ora dopo, Henry si risveglia all'accampamento di Peter Pan e riferisce di aver creduto di vedere suo padre. Peter Pan gli spiega che si trattava di un sogno, dopodiché inizia a suonare il piffero magico: Henry, che ha perduto la speranza di essere salvato, è in grado di sentirne la melodia e, completamente irretito, si unisce ai Bimbi Sperduti.

La forma correttaModifica

TramaModifica

Passato. Nel mondo delle fiabe, Killian Jones è un tenente di marina al servizio del capitano, nonché fratello maggiore, Liam Jones. I due, dietro ordine del Re, guidano una spedizione verso l'Isola Che Non C'è per recuperare una prodigiosa pianta medicinale a bordo della loro nave, in grado di volare grazie ad una vela incantata ottenuta dalle piume di Pegaso ed equipaggiata con un sestante magico in grado di tracciare qualsiasi rotta. Giunti a destinazione, i fratelli s'imbattono in Peter Pan, che spiega loro che la pianta in questione è in realtà la velenosissima e letale Rubus Noctis; Killian, a questo punto, inizia a dubitare del Re, mentre Liam rifiuta di credere a Peter Pan. I fratelli trovano la pianta e Liam, deciso a dimostrare a Killian di avere ragione, si ferisce volontariamente con la Rubus Noctis; la pianta, però, è realmente velenosa e Liam è ora in pericolo di vita. Killian chiede aiuto a Peter Pan, il quale gli procura un'acqua magica con cui potrà curare Liam, avvertendolo tuttavia che la magia porta sempre un prezzo da pagare. Liam guarisce e i fratelli riprendono il mare, ormai consapevoli di essere stati ingannati dal Re e decisi a svelare l'intrigo; non appena tornati nel loro mondo, però, Liam muore improvvisamente. L'acqua magica, infatti, può guarire dal veleno della Rubus Noctis, ma al prezzo di costringere chiunque la beva a rimanere per sempre sull'Isola Che Non C'è. Devastato, Killian si scaglia contro il Re e decide di disertare e diventare un pirata; strappata la vela magica di Pegaso, simbolo del regno, Killian ribattezza la nave del fratello Jolly Roger e ne diviene il capitano tra l'acclamazione della ciurma, che sceglie di seguirlo.

Presente. Uncino ha scoperto che David è stato avvelenato con la Rubus Noctis e si offre di condurlo alla fonte di acqua magica; David non si fida ancora del pirata, ma sapendo di avere ancora poche ore di vita accetta di seguirlo, così da morire lungo la strada e non dare un dolore ad Emma e Mary Margaret, ancora ignare dell'accaduto; con il pretesto di andare alla ricerca del sestante, perduto da Uncino durante il viaggio con Liam, i due si separano perciò dal resto del gruppo. Giunti nelle vicinanze della fonte, Peter Pan si presenta ad Uncino e gli offre di permettergli di lasciare l'isola con Emma se in cambio il pirata ucciderà David; quest'ultimo sente tutto e affronta Uncino, ma il veleno inizia a far effetto, e Uncino gli procura l'acqua magica, avvisandolo però che se la berrà non potrà più lasciare l'isola. David decide di pagare il prezzo pur di salvare Henry, e beve l'acqua, guarendo completamente. Nel frattempo, Emma, Mary Margaret e Regina catturano Devin, un Bimbo Sperduto, e Regina gli strappa il cuore per poterlo usare come messaggero con Henry e infiltrato al campo di Peter Pan; in tal modo, Henry viene a sapere che la sua famiglia è sull'isola e si rasserena, fiducioso che presto sarà in salvo. David e Uncino fanno ritorno e il principe riferisce che il pirata gli ha salvato la vita, senza tuttavia rivelare come sono andate davvero le cose; Emma è così felice da baciare appassionatamente Uncino, salvo poi pentirsene subito dopo perché prova ancora qualcosa per Neal. Peter Pan compare nuovamente davanti ad Uncino e gli riferisce che Neal è ancora vivo ed è suo prigioniero sull'isola, lasciando a lui la scelta se dirlo ad Emma oppure no. Uncino, che ormai si è innamorato di Emma, è molto combattuto: Peter Pan, soddisfatto, gli assicura che Emma alla fine capirà che razza di persona lui sia in realtà, dopodiché svanisce, lasciando Uncino in preda ai sensi di colpa.

ArielModifica

TramaModifica

Passato. Biancaneve, in fuga dagli sgherri della Regina Cattiva, si butta in mare e viene salvata dalla sirena Ariel. Per ricambiare il favore, Biancaneve decide di aiutarla ad incontrare il suo Vero Amore, il principe Eric, che Ariel salvò anni prima da un naufragio: una volta all'anno, infatti, la dea marina Ursula concede alle sirene di camminare sulla terraferma per dodici ore, e Ariel decide di approfittare dell'occasione per recarsi ad un ballo al castello del principe. Eric, pur non riconoscendola, è immediatamente conquistato da Ariel e le chiede di accompagnarlo in un viaggio per mare; Ariel, combattuta, invoca Ursula per chiederle consiglio e la dea risponde alla sua preghiera, ma si tratta in realtà della Regina Cattiva sotto mentite spoglie. La regina inganna Ariel e le consegna un braccialetto incantato con cui trasformare Biancaneve in una sirena e rendere Ariel un essere umano: in tal modo, spiega, Biancaneve otterrà la sua libertà e Ariel potrà restare accanto ad Eric. Ariel cade nella trappola e infila il braccialetto al polso di Biancaneve, che diventa dunque una sirena: a questo punto, la Regina Cattiva appare per uccidere la rivale, ormai indifesa, ma Ariel riesce a distrarre la strega e a rimuovere il braccialetto, salvando Biancaneve e aiutandola a scappare. Il giorno dopo, Ariel, incoraggiata da Biancaneve, decide di accettare la proposta di Eric e di rivelargli il proprio amore, ma la Regina Cattiva le ruba la voce, impedendole di chiamare il principe; la sirena, così, con il cuore spezzato, non può fare altro che guardare Eric andarsene senza di lei. La Regina Cattiva, soddisfatta, torna al suo palazzo, ma viene visitata dalla vera Ursula, che l'ammonisce di non usare mai più il suo nome.

Presente. Regina cerca d'insegnare ad Emma ad usare i suoi poteri e nel frattempo Uncino rivela a David e a Mary Margaret che Neal è ancora vivo; dapprima decisa a mantenere il segreto per non dare alla figlia false speranze, Mary Margaret svela infine ad Emma la verità e la incoraggia a fare il possibile per salvare Neal. Irritata, Regina abbandona il gruppo per proseguire da sola la ricerca di Henry e trova Gold appena in tempo per smascherare una finta apparizione di Belle che accompagna il Signore Oscuro sin dall'arrivo sull'isola e che si rivela essere in realtà l'Ombra di Peter Pan. Nel frattempo, gli eroi scoprono che Neal è tenuto prigioniero da Peter Pan nelle Grotte dell'Eco e l'unico modo per raggiungerlo e liberarlo è confessare ad alta voce i propri segreti più nascosti. Uncino, così, confessa di essersi innamorato di Emma, Mary Margaret ammette di desiderare un altro figlio per provare le gioie della maternità e David rivela di non poter lasciare l'isola; l'ultimo e più oscuro segreto, che aprirà la gabbia in cui è rinchiuso Neal, è affidato ad Emma, la quale svela di aver desiderato che Neal fosse morto davvero per non soffrire più. Neal, così, è salvo e il gruppo può riprendere la ricerca di Henry; gli eroi, però, non tardano a rendersi conto che la verità ha portato loro più danni delle menzogne, con il rapporto di Mary Margaret e David ora in crisi, Emma in preda ai sensi di colpa e Uncino costretto a fare i conti con il suo amore non corrisposto. Gold, intanto, rivela a Regina che a Storybrooke, nel suo negozio, è custodito un oggetto che potrebbe aiutarli a sconfiggere Peter Pan; tuttavia, soltanto le sirene hanno il potere di viaggiare attraverso i mondi, così Regina è costretta a chiedere aiuto proprio ad Ariel. La sirena, ovviamente, non è molto disposta a collaborare, ma Regina le restituisce la voce e le promette che a Storybrooke potrà ritrovare Eric: Ariel accetta.

Alla ricerca dell'ombraModifica

TramaModifica

Storybrooke, cinque giorni prima. Gli eroi sono appena partiti per l'Isola Che Non C'è, e Belle esegue un incantesimo di protezione lasciatole da Gold che impedirà a chiunque di entrare in città; appena prima che l'incantesimo venga applicato, tuttavia, una vettura proveniente dal Minnesota con a bordo due ragazzi riesce a varcare il confine.

Sull'Isola Che Non C'è, Regina consegna ad Ariel il braccialetto con cui l'aveva ingannata tanto tempo prima e getta un incantesimo su di esso: il braccialetto renderà Ariel umana per ventiquattr'ore, il tempo necessario per completare la sua missione a Storybrooke. La sirena giunge a Storybrooke e, seguendo le istruzioni di Gold, riferisce a Belle il messaggio del Signore Oscuro, che afferma che soltanto il loro amore potrà distruggere Peter Pan. Belle intuisce che si tratta di un codice e utilizzando la tazza sbeccata, che rappresenta l'amore di Gold per lei, riesce a recuperare il vaso di Pandora, uno scrigno incantato in grado di racchiudere i mali peggiori. In quel momento, i due ragazzi che erano riusciti ad entrare a Storybrooke irrompono nel negozio e rubano il vaso con l'intenzione di distruggerlo. Belle e Ariel riescono a fermarli; costretti ad arrendersi, i ragazzi rivelano di essere John e Michael Darling e di essere stati incaricati da Peter Pan di ostacolare gli eroi in cambio della salvezza della loro sorella Wendy, tenuta prigioniera sull'Isola Che Non C'è. Belle riesce a convincerli ad avere fede che gli eroi riusciranno a sconfiggere Peter Pan e salvare Wendy, e i due fratelli accettano di collaborare. Ariel può così tornare sull'Isola Che Non C'è e consegnare il vaso di Pandora a Gold e Regina; quest'ultima ringrazia Ariel dandole il potere di camminare sulla terraferma senza limiti di tempo, consentendole di tornare a Storybrooke e riprendere la ricerca di Eric.

Neal rivela di essere riuscito a lasciare l'Isola Che Non C'è catturando l'Ombra di Peter Pan e intrappolandola in una candela ricavata da una noce di cocco magica, la stessa che ha usato per creare la mappa stellare nella sua grotta. Per trovare l'Ombra gli eroi dovranno recarsi alla Valle Oscura, infestata da tutte le ombre catturate da Peter Pan nel corso del tempo. Emma, accompagnata da Neal e Uncino, raggiunge la Valle Oscura e qui assiste allibita alla rivalità crescente tra i due uomini, entrambi innamorati di lei. Alla fine, Emma riesce ad accendere la noce di cocco con la propria magia, attirando e catturando l'Ombra, ma ribadisce anche che la sua priorità al momento è salvare Henry; Uncino accetta la sua decisione, ma si rende anche conto che Emma sta iniziando a provare qualcosa anche per lui e le ricorda che prima o poi dovrà scegliere tra lui e Neal. Il gruppo degli eroi si riunisce infine alla capanna di Trilli, dove David e Mary Margaret si sono riappacificati, e preparano un piano per liberare Henry. All'accampamento, intanto, Henry sta perdendo fiducia in Peter Pan; quest'ultimo, allora, architetta un piano per farlo tornare dalla sua parte e costringe Wendy a fingersi moribonda a causa della progressiva scomparsa della magia dell'Isola Che Non C'è; Henry, preso dai sensi di colpa, decide di collaborare con Peter Pan per salvarla, ignaro dell'inganno.

Fai pensieri feliciModifica

TramaModifica

Passato. Nel mondo delle fiabe, il piccolo Tremotino vive con il padre Malcolm, un disonesto giocatore d'azzardo. A causa della sua pessima reputazione, Malcolm è costretto a lasciare il paese per trovare lavoro e lascia il figlio alle cure di due filatrici. Le donne insegnano il loro mestiere a Tremotino e un giorno, notando la sua tristezza, gli donano un fagiolo magico che permetterà a lui e a Malcolm di trovare una terra dove poter cominciare una nuova vita. Tremotino raggiunge così Malcolm, scoprendo che il padre non ha mai lasciato il paese e ha continuato a darsi al gioco e agli imbrogli. Quando scopre che il figlio possiede un fagiolo magico, Malcolm decide di approfittarne e, ricordando una frase che ripeteva a se stesso da ragazzo, "Fai pensieri felici", riesce a trasportare entrambi in un luogo magico che da bambino aveva spesso visitato, ovvero l'Isola Che Non C'è. Malcolm sa che la magia dell'isola permette di realizzare qualsiasi desiderio, ma l'Ombra gli rivela che tale possibilità è preclusa agli adulti; l'uomo decide dunque di liberarsi da tutte le sue responsabilità e rinuncia per sempre a Tremotino, che viene dunque riportato dall'Ombra nella Foresta Incantata. Così facendo, Malcolm ottiene l'eterna giovinezza e si trasforma in Peter Pan. L'Ombra lo conduce dunque sull'Isola del Teschio e gli mostra un'enorme clessidra che indica quanto tempo gli rimane prima che la magia dell'Isola Che Non C'è si esaurisca. L'isola, infatti, dovrebbe essere accessibile soltanto ai sogni dei bambini, perciò Peter Pan ne ha irrimediabilmente infranto il potere quando ha scelto di rimanere: quando tutta la sabbia sarà caduta, l'isola cesserà di esistere e con essa anche Peter Pan.

Presente. Gold e Regina si riuniscono al gruppo degli eroi e tutti insieme raggiungono l'accampamento di Peter Pan, dove catturano i Bimbi Sperduti e liberano Wendy. Gold capisce che il piano di Peter Pan è ottenere il Cuore del Vero Credente di Henry per diventare immortale e gli eroi arrivano all'Isola del Teschio, dove Henry, ingannato da Pan, si appresta a consegnare il suo cuore. Peter Pan ha lanciato un incantesimo di protezione per cui soltanto chi non possiede un'ombra può entrare: l'unico a potervi riuscire è Gold, che si era precedentemente privato dell'ombra per precauzione. Padre e figlio si trovano così finalmente faccia a faccia: Peter Pan afferma che loro due sono simili, avendo entrambi abbandonato i loro rispettivi figli, ma Gold replica di aver passato la propria vita a cercare di rimediare, mentre Malcolm non ha mai avuto il minimo rimorso per ciò che ha fatto; Malcolm, allora, gli ricorda che "Peter Pan" è il nome che Tremotino diede ad un pupazzo che il padre gli regalò, lo stesso che ha perseguitato Gold fin dal suo arrivo sull'Isola Che Non C'è, provando che Malcolm, in realtà, non ha mai dimenticato suo figlio. Gold è comunque deciso a distruggere il padre, ma si scopre che Peter Pan ha scambiato il vaso di Pandora con una copia fasulla; Peter Pan ha dunque la meglio e rinchiude Gold nel vaso vero. Henry, che non ha assistito a nulla di tutto ciò, si appresta a donare il proprio cuore a Peter Pan, ma viene fermato da Emma, Regina e Neal, riusciti a superare l'incantesimo di protezione oscurando la luna. I tre avvertono Henry che Peter Pan è malvagio e di non fidarsi di lui; ma Henry, che ha scelto di credere in Peter Pan, si strappa il cuore e lo inserisce nel corpo del nemico. Un'onda di magia pervade l'intera Isola Che Non C'è; quando si dissolve, Peter Pan, trionfante, è divenuto immortale, mentre Henry giace a terra, morto.

Salviamo HenryModifica

TramaModifica

Passato. Nella Foresta Incantata, la Regina Cattiva ha appena lanciato il sortilegio. Negli ultimi istanti prima che la maledizione si compia, la strega, trionfante, annuncia a Tremotino di essere finalmente riuscita ad ottenere tutto ciò che desidera; per tutta risposta, il Signore Oscuro le ricorda che la vera felicità è ben altra cosa e l'avverte che prima o poi tornerà da lui per chiedergli di colmare il vuoto che lei sa di avere nel cuore.

A Storybrooke, nel 2001, Regina ha il controllo incontrastato sull'intera città, ma si sente sempre più sola e infelice. Ripensando al piccolo Owen Flynn, la donna realizza di desiderare un figlio e si rivolge a Gold per trovare un bambino da poter adottare; qualche giorno dopo, grazie al prezioso aiuto dell'uomo, Regina ottiene l'affidamento di un maschietto, con l'unica clausola che non potrà conoscere l'identità dei genitori biologici. Regina decide di chiamare il piccolo Henry in onore del padre, da lei sacrificato per creare il sortilegio, ma ben presto il bambino inizia a dare segni di irrequietezza. Temendo che possa aver ereditato qualche malattia dai genitori, Regina ordina a Sidney di scoprire l'identità della madre naturale e rimane allibita alla notizia che Henry è il figlio della Salvatrice; furiosa, la donna affronta Gold, che tuttavia finge di non saperne nulla. Regina decide dunque di riportare Henry all'agenzia per le adozioni, ma alla fine si rende conto di essersi realmente affezionata al piccolo e sceglie di tenerlo con sé; la notizia delude profondamente John e Michael Darling, che si erano finti una coppia per poter consegnare Henry a Peter Pan.

Presente. Sull'Isola Che Non C'è, Emma e Regina devono riportare ad Henry il suo cuore prima che Peter Pan lo assimili completamente, altrimenti morirà definitivamente. Regina lancia un incantesimo che manterrà Henry in vita per un'ora, e nel frattempo Emma cerca di convincere i Bimbi Sperduti a rivelare il nascondiglio di Peter Pan in cambio di una nuova vita per loro a Storybrooke; tutti i ragazzi accettano di collaborare tranne Felix, deciso a rimanere fedele a Peter Pan. Mentre Uncino, aiutato dai Bimbi Sperduti, prepara la Jolly Roger, Emma, Mary Margaret e Regina si dirigono all'Albero del Pensiero, dove si nasconde Peter Pan, ma vengono catturate da una pianta che si nutre dei rimpianti delle sue vittime: sia Emma che Mary Margaret devono fare i conti con il rimorso per aver abbandonato i rispettivi figli, mentre la sola Regina non si pente di nessuna delle proprie azioni e riesce dunque a liberarsi. Regina recupera il vaso di Pandora e strappa il cuore di Henry dal petto di Peter Pan; tornate alla Jolly Roger, le donne restituiscono ad Henry il suo cuore appena in tempo, dopodiché liberano Tremotino dal vaso di Pandora e riescono a rinchiudervi Peter Pan. Tutto sembra finito e la Jolly Roger salpa per fare ritorno a Storybrooke sfruttando la guida dell'Ombra, costretta magicamente da Regina ad aiutare gli eroi. Durante la navigazione, Henry si avvicina a Felix, incatenato sul pontile, e rivela di essere in realtà Peter Pan: il perfido ragazzo, infatti, ha scambiato il proprio corpo con quello di Henry.

La nuova isola che non c'èModifica

TramaModifica

Passato. Biancaneve e il Principe Azzurro si sono appena sposati. Biancaneve, preoccupata per le minacce della Regina Cattiva, decide di eliminare la matrigna una volta per tutte nonostante il Principe Azzurro tenti di convincerla che tutto andrà per il meglio: per far ciò, Biancaneve intende procurarsi la testa di Medusa, l'ultima delle Gorgoni, che ha il potere di pietrificare le persone con lo sguardo. I due eroi affrontano dunque Medusa, ma il mostro si rivela troppo potente e il Principe Azzurro rimane pietrificato. La Regina Cattiva appare a Biancaneve nel riflesso di uno scudo e sbeffeggia la figliastra facendole notare di essersi cacciata da sola in quel guaio; Biancaneve, però, realizza di poter usare lo scudo a proprio vantaggio e riesce a fare in modo che Medusa rimanga pietrificata dal proprio stesso riflesso, salvando il Principe Azzurro, che ritorna in vita. Rientrati al loro castello, Biancaneve ammette di essere tanto ossessionata dalla Regina Cattiva perché desidera un figlio da poter crescere senza il terrore costante della matrigna; dopo quanto accaduto ha capito che le minacce della regina non devono impedirle di vivere la vita che desidera e finalmente riesce a godersi la sua luna di miele con il Principe Azzurro.

Presente. La Jolly Roger torna a Storybrooke e gli eroi ricevono un'accoglienza trionfale: Belle può riabbracciare Gold, David guarisce definitivamente dall'avvelenamento grazie ad una pozione del Signore Oscuro, John e Michael Darling si riuniscono finalmente con Wendy ed anche Ariel è riuscita a ritrovare Eric, che ora lavora come pescivendolo al porto della città; l'unica per cui le cose non sembrano mettersi ancora per il meglio è Trilli, a cui la Madre Superiora, nonostante l'intercessione di Regina, rifiuta di concedere le ali perché non possiede ancora abbastanza fiducia in se stessa. Emma cerca di ricostruire un rapporto con Neal, a cui Uncino ha lasciato campo libero perché invaghitosi di Trilli, e nel frattempo nota che Henry ha preso a comportarsi in maniera molto strana; in effetti, non appena rimasto solo, il ragazzo, che è in realtà Peter Pan, evoca l'Ombra e tramite essa uccide la Madre Superiora. Emma realizza così che Peter Pan è ancora in circolazione e, sospettando che egli agisca dall'interno del vaso di Pandora, chiede a Gold di aprire la scatola oltre il confine di Storybrooke, in modo che che Peter Pan, una volta libero, perda tutti i suoi poteri; una volta uscito, però, il ragazzo si rivela essere in realtà Henry nel corpo di Peter Pan. Gli eroi si precipitano dunque alla ricerca del vero Peter Pan e scoprono con orrore che costui, nel corpo di Henry, è riuscito a sottrarre la pergamena con il sortilegio che ha dato vita a Storybrooke. Il perfido ragazzo incontra poi Felix e gli rivela il proprio piano, ossia scagliare nuovamente la maledizione per fermare il tempo e trasformare Storybrooke nella nuova Isola Che Non C'è.

Si torna a casaModifica

  • Titolo originale: Going Home
  • Diretto da: Ralph Hemecker
  • Scritto da: Edward Kitsis e Adam Horowitz
  • Episodio dedicato a : Emma Swan, Henry Mills, Belle e Tremotino, Biancaneve e Principe Azzurro, Trilli e Capitan Uncino

TramaModifica

Passato. Il sortilegio della Regina Cattiva sta per colpire i reami della Foresta Incantata. Biancaneve è preoccupata per ciò che accadrà a sua figlia, ma la Fata Turchina la esorta a non perdere la speranza che tutto, alla fine, andrà per il meglio.

Sull'Isola Che Non C'è, qualche tempo prima che la Regina Cattiva scagli il sortilegio, Uncino e Spugna sono in cerca di un modo per lasciare l'isola e s'imbattono in Trilli, che stordisce Spugna e minaccia Uncino con un coltello. Il pirata, accorgendosi che Trilli è una fata privata dei suoi poteri, le spiega di aver perduto l'amore a causa del Signore Oscuro e di essere in cerca di vendetta; Trilli comprende le sue ragioni e gli promette di aiutarlo ad andarsene dall'isola.

Tremotino, nel suo castello, sta celebrando in gran segreto il compleanno di Baelfire e viene sorpreso da Belle. La ragazza, commossa, lo incoraggia a non smettere di sperare che un giorno riuscirà a riabbracciare il figlio, ma Tremotino, irritato dalla sua intromissione, non crede che ciò potrà mai accadere.

Storybrooke, ottobre 2011. Qualche giorno prima dell'arrivo di Emma in città, Henry inizia a rendersi conto di essere l'unico ad invecchiare, mentre tutti gli altri abitanti sembrano essere congelati nel tempo e condannati a vivere eternamente la stessa giornata senza tuttavia averne alcuna coscienza. Il bambino si confida con la maestra Mary Margaret la quale, pur non comprendendo i suoi dubbi, gli regala il libro delle fiabe per aiutarlo a ritrovare la speranza: leggendolo, Henry scopre che la sua maestra è in realtà Biancaneve e che tutto ciò che gli era parso di notare di strano in città è davvero il frutto di un sortilegio, e decide di mettersi in cerca di Emma, che grazie al libro ha scoperto essere sua madre, per mettere fine a tutto.

Presente. Peter Pan, ancora nel corpo di Henry, si prepara a lanciare il sortilegio, ma, proprio come ha dovuto fare a suo tempo la Regina Cattiva, ha bisogno del cuore di una persona amata e sacrifica perciò il fedele Felix, essendo la lealtà del ragazzo nei suoi confronti una forma di Vero Amore; la maledizione inizia così ad avvicinarsi a Storybrooke e questa volta ucciderà tutti gli abitanti. Gli eroi, dietro consiglio di Gold, si mettono in cerca della bacchetta della Fata Nera per poter restituire ad Henry il suo corpo, e si scontrano con l'Ombra di Peter Pan: Trilli, ritrovando finalmente fiducia in se stessa, riesce ad usare la polvere di fata per distruggere l'Ombra una volta per tutte. La Madre Superiora ritorna così in vita e premia Trilli restituendole le ali e i poteri. Recuperata la bacchetta, custodita nel corso degli anni dalla Madre Superiora, Gold fa indossare ad Henry il bracciale con cui Greg e Tamara avevano privato Regina dei suoi poteri in modo che, a scambio avvenuto, Peter Pan sia senza magia, dopodiché restituisce al nipote il suo vero corpo; tuttavia, si scopre che il bracciale è stato creato da Peter Pan stesso, di conseguenza non ha alcun effetto su di lui. Peter Pan riesce a mettere il bracciale a Gold, privandolo dei poteri, dopodiché affronta gli eroi, che sono riusciti a recuperare la pergamena con il sortilegio e si apprestano a fermare la maledizione. Gold, coraggiosamente, si sacrifica uccidendo il padre con il pugnale del Signore Oscuro, morendo assieme a lui e adempiendo così alla profezia della Veggente: il ragazzino di cui avrebbe avuto bisogno ma che avrebbe segnato anche la sua fine, infatti, non era Henry, bensì lo stesso Peter Pan. Nonostante ciò, però, la maledizione continua ad avanzare e l'unico modo per fermarla è che Regina annulli il sortilegio originale, riportando tutti nella Foresta Incantata tranne Emma ed Henry, la prima in quanto Salvatrice e il secondo perché nato nel mondo reale: Storybrooke cesserà di esistere ed Emma e Henry non ricorderanno nulla. Regina, come dono d'addio, dona loro falsi ricordi di una vita felice in cui Emma non ha mai abbandonato Henry; mentre Emma ed Henry, a bordo del maggiolino giallo, varcano il confine e si allontanano, Regina distrugge la pergamena con il sortilegio e Storybrooke svanisce nel nulla.

New York. Un anno dopo l'inversione della maledizione, Emma e Henry vivono una vita serena e tranquilla. Un giorno, però, alla loro porta si presenta nientemeno che Capitan Uncino, il quale rivela di essere stato mandato da Biancaneve e il Principe Azzurro per riportare Emma a Storybrooke e sventare una nuova minaccia; Emma, che ovviamente non ricorda nulla, lo caccia via.

Segui il tuo istintoModifica

TramaModifica

Passato. Nella Foresta Incantata, subito dopo l'inversione della maledizione, il principe Filippo e la principessa Aurora assistono stupefatti al ritorno di tutti i personaggi delle fiabe da Storybrooke. Il Principe Azzurro e Biancaneve guidano gli abitanti al castello di Regina, rimasto intatto in seguito al sortilegio, ma Uncino decide ben presto di andare per la propria strada, preferendo tornare alla vecchia vita da pirata. Strada facendo, Biancaneve sorprende Regina intenta a seppellire il proprio cuore per non soffrire più la lontananza da Henry e la convince a rinunciare; in quel momento, le due vengono attaccate da una scimmia volante e salvate dal provvidenziale intervento di Robin Hood. Giunti al castello di Regina, gli eroi scoprono che qualcuno ha evocato una barriera attorno ad esso che impedisce a chiunque di accedervi e Robin Hood offre loro riparo nella foresta di Sherwood finché non scopriranno cosa sta accadendo. Nel frattempo, la scimmia volante arriva al castello e consegna una goccia del sangue di Regina, prelevato durante l'attacco, alla misteriosa usurpatrice del maniero, una potente strega dalla pelle verde: si tratta della Perfida Strega dell'Ovest e il suo obiettivo è vendicarsi della Regina Cattiva.

Presente. New York. Emma è a cena con il suo fidanzato Walsh quando viene nuovamente avvicinata da Uncino, che per convincerla a fidarsi di lui le lascia l'indirizzo del vecchio appartamento di Neal, dove troverà le prove che lui sta dicendo la verità. Emma è titubante, ma decide comunque di recarsi all'appartamento con Henry: qui trova una serie di oggetti molto familiari, tra cui un acchiappasogni che lei ricorda esserle appartenuto e la vecchia macchina fotografica di Henry. Emma fraintende la situazione e, credendo che Uncino sia un pazzo che la sta perseguitando, fa arrestare il pirata; le fotografie della macchina di Henry, però, mostrano davvero la città di Storybrooke ed Emma si rende finalmente conto che qualcosa nella sua vita non quadra. Liberato Uncino, la donna beve una pozione della memoria datale dal pirata e riacquista tutti i propri ricordi. Emma, a questo punto, decide di tornare a Storybrooke e rifiuta la proposta di matrimonio di Walsh, il quale reagisce in maniera a dir poco sconcertante: l'uomo, infatti, dapprima s'infuria perché si rende conto che Emma ha riacquistato la memoria, dopodiché si trasforma in una scimmia alata e fugge via. Emma, Uncino ed Henry tornano a Storybrooke ed Emma si riunisce con David e Mary Margaret, che le spiegano che un nuovo sortilegio ha riportato tutti i personaggi a Storybrooke, cancellando tuttavia la memoria dell'anno trascorso nella Foresta Incantata, sicché nessuno ricorda cosa sia accaduto né chi abbia lanciato il sortilegio. L'unica cosa di cui sono certi è che è davvero trascorso un anno: la prova è che Mary Margaret è in evidente stato di gravidanza.

Caccia alla stregaModifica

TramaModifica

Passato. Nella Foresta Incantata, il gruppo viene nuovamente attaccato da una scimmia alata: Regina risolve la situazione trasformando la creatura in un animale di pezza e salvando il figlio di Robin Hood, Roland. Belle rivela che le scimmie alate sono originarie di Oz e ipotizza perciò che il castello di Regina sia stato conquistato dalla Perfida Strega dell'Ovest, la sola a servirsi di simili mostri. Furibonda, Regina decide di entrare nel castello da sola sfruttando un cunicolo sotterraneo segreto, ma Robin Hood, per ringraziarla di aver salvato Roland, è determinato ad accompagnarla. Il cunicolo conduce ad una cripta contenente la bara in cui è sepolta Cora e una serie di ingredienti magici; Robin Hood, a questo punto, capisce che l'obiettivo di Regina è scagliare su se stessa l'Incantesimo del Sonno, così da non soffrire più per la separazione da Henry, e cerca di fermarla. Regina immobilizza il ladro e, dopo aver rimosso la barriera che circonda il castello, si appresta a lanciare l'incantesimo, ma viene interrotta dalla Perfida Strega dell'Ovest: costei rivela di chiamarsi Zelena e di essere la figlia maggiore di Cora, quindi sorellastra di Regina. Zelena fu abbandonata da Cora ad Oz subito dopo la nascita e crebbe nella miseria più totale: il suo obbiettivo è perciò vendicarsi di Regina, che ha avuto tutto ciò che lei non ha mai potuto avere. Rimasta sola, Regina libera Robin Hood e gli confida di aver trovato finalmente una ragione per vivere: distruggere la Perfida Strega dell'Ovest una volta per tutte.

Presente. A Storybrooke, gli abitanti cercano di capire cosa sia accaduto: l'unico ad aver conservato i ricordi è Uncino, che aveva però abbandonato il gruppo degli eroi subito dopo il ritorno nella Foresta Incantata e tutto ciò che è in grado di rivelare è che un giorno ha ricevuto da Biancaneve un messaggio con la richiesta di aiuto per Emma e la pozione della memoria. Le accuse del nuovo sortilegio ricadono inevitabilmente su Regina, la quale sta in realtà lavorando in gran segreto ad una nuova pozione con l'aiuto di Emma per ripristinare a tutti la memoria. Regina non riesce a ricreare la pozione, al che Emma suggerisce di annunciare comunque a tutta la città che il filtro è pronto in modo da far uscire allo scoperto il colpevole. La gente, intanto, inizia a sparire: i primi sono alcuni dei Sette Nani, seguiti da Little John, che dopo essere stato ritrovato ferito al confine di Storybrooke si trasforma sotto gli occhi di tutti in una scimmia alata. L'innocenza di Regina è a questo punto dimostrata e tutti realizzano che il misterioso nuovo nemico è la Perfida Strega dell'Ovest. Mary Margaret, intanto, è molto in ansia per la gravidanza e assume una levatrice che tuttavia, senza che Mary Margaret abbia modo di riconoscerla, è in realtà proprio Zelena. Soddisfatta, la strega torna a casa e si reca a visitare un prigioniero rinchiuso in una gabbia in cantina: si tratta di Gold, miracolosamente sopravvissuto allo scontro con Peter Pan, in evidente stato confusionale.

La torreModifica

TramaModifica

Passato. Nella Foresta Incantata, qualche mese dopo l'inversione della maledizione, il Principe Azzurro ha un incubo in cui perde nuovamente Emma; la sua angoscia peggiora quando Biancaneve, al risveglio, gli comunica di essere incinta. Il principe teme di poter perdere questo figlio come accadde con Emma e Robin Hood gli consiglia una pianta magica, la Radice della Notte, in grado di far superare ogni paura. Mentre è in cerca della pianta, il Principe Azzurro ode una donna gridare in lontananza e scopre che si tratta di Rapunzel, una principessa dai lunghissimi capelli tenuta prigioniera in una torre da una strega. Rapunzel aveva lasciato il suo regno per cercare la Radice della Notte, di cui aveva bisogno per liberarsi degli incubi di cui è continuamente vittima in seguito alla scomparsa del fratello, morto per salvarle la vita, ma la radice non ha funzionato e mentre tornava al suo regno la strega l'ha catturata. Il Principe Azzurro decide di aiutare Rapunzel a fuggire, ma le grida di Rapunzel hanno attirato la strega e si scopre che essa, in realtà, è una versione oscura di Rapunzel che ne personifica i timori: la Radice della Notte, infatti, non elimina la paura, ma ne crea una rappresentazione in carne ed ossa da poter affrontare, e Rapunzel non voleva tornare a casa per non affrontare i sensi di colpa per la morte del fratello. Esortata dal Principe Azzurro, Rapunzel si taglia i capelli, simbolo della sua prigionia, e riesce a sconfiggere le sue paure. Finalmente in pace con se stessa, Rapunzel torna nel suo regno e si ricongiunge con i genitori, che l'accolgono a braccia aperte.

Presente. Regina si occupa di tenere compagnia ad Henry, ancora privo di memoria, mentre Emma, David e Uncino si mettono alla ricerca della Perfida Strega dell'Ovest, la cui identità è ancora sconosciuta. Zelena, nel frattempo, tiene sotto controllo Gold, sempre più instabile, con il suo pugnale e utilizzando una goccia del suo sangue riesce ad introdursi nel negozio e a procurarsi un po' di Radice della Notte; più tardi, la strega, con un banale pretesto, riesce a somministrare la radice ad un ignaro David, il quale si trova così a dover affrontare il proprio doppio malvagio che personifica la sua paura di essere padre. David riesce a sconfiggerlo con la propria spada, ma subito dopo l'arma sparisce, sottratta dalla Perfida Strega dell'Ovest: la fattucchiera, infatti, mirava ad ottenere il suo coraggio, simboleggiato proprio dalla sua spada. Emma e Uncino, intanto, scoprono la fattoria abbandonata dove si è insediata la strega e nello scantinato trovano una gabbia vuota e un arcolaio con un filo di paglia trasformata in oro: gli eroi capiscono così che Gold è vivo, ma prigioniero della Perfida Strega dell'Ovest.

Menti silenzioseModifica

TramaModifica

Passato. Nella Foresta Incantata, Belle e Baelfire si recano al vecchio castello di Tremotino in cerca di un modo per riportarlo in vita e s'imbattono in Lumière, un candelabro magico che procura loro la chiave che apre la cripta del Signore Oscuro: usando la chiave, spiega Lumière, l'Oscurità sarà nuovamente liberata e Tremotino rivivrà. Giunti alla cripta, però, Belle si rende conto che il candelabro ha mentito: egli sostiene di essere rimasto prigioniero nella biblioteca di Tremotino per secoli, ma Belle sa che ciò è impossibile, dal momento che Tremotino aveva creato la biblioteca apposta per lei. Ormai scoperto, Lumière confessa di essere un servo di Zelena e di averli attirati alla cripta seguendo gli ordini della strega, che vuole impadronirsi del pugnale del Signore Oscuro. Baelfire apre la cripta, generando un'ondata di magia rovente che gli imprime il marchio della chiave sul palmo della mano, e Tremotino torna in vita, ma al prezzo della vita dello stesso Baelfire: l'incantesimo della chiave, infatti, permette di resuscitare il Signore Oscuro, ma richiede in cambio la vita di colui che utilizza la chiave. In un disperato tentativo di salvarlo, Tremotino assorbe il figlio dentro di sé, ma così facendo impazzisce e perde il controllo del pugnale, che finisce in mano a Zelena; trionfante, la strega ordina al Signore Oscuro di uccidere Belle, ma Lumière interviene e distrae Tremotino, permettendo a Belle di mettersi in salvo.

Presente. A Storybrooke, Regina scopre che Robin Hood, con il quale sta nascendo una forte complicità, ha il tatuaggio del leone sul braccio e quindi è lui il suo Vero Amore, ma per paura sceglie di stargli lontano, non volendo più soffrire come le accadde in passato con Daniel. Gold è scomparso e risulta introvabile sia agli eroi che alla stessa Zelena: stranamente, infatti, la strega non riesce ad evocare Gold neppure utilizzando il pugnale. Neal, che risultava sparito da giorni, ricompare in stato confusionale e con il marchio della chiave ancora impresso sulla mano. David ed Emma riescono a trovare Gold, in preda al delirio, ma vengono attaccati da una scimmia alata e Gold riesce a dileguarsi; inseguendolo, i due eroi s'imbattono invece in Neal, che ha finalmente ritrovato la memoria ed ora ricorda di essere unito a Gold. Neal prega Emma di separarlo da Gold in modo che il padre possa svelare loro l'identità della Perfida Strega dell'Ovest ed Emma obbedisce, senza sapere che così facendo l'incantesimo della chiave condannerà Neal a morte certa; padre e figlio vengono dunque separati e Gold ritorna in sé, ma Neal muore tra le braccia di Emma. Gold è ora di nuovo sotto il controllo del pugnale ed è costretto ad obbedire all'evocazione di Zelena, che lo richiama nella gabbia: prima di svanire, però, il Signore Oscuro riesce a rivelare agli eroi la vera identità della strega.

Essere verdi non è facileModifica

  • Titolo originale: It's Not Easy Being Green
  • Diretto da: Mario Van Peebles
  • Scritto da: Andrew Chambliss
  • Antefatti riguardanti: Zelena/Perfida Strega dell'Ovest e il Mago di Oz

TramaModifica

Passato. Nel regno di Oz, un cesto con una neonata dotata di poteri magici precipita dal cielo. La bimba viene raccolta da una coppia di poveri contadini, che decidono di tenerla con loro e la chiamano Zelena. Con il passare degli anni, Zelena fatica sempre di più a controllare i suoi poteri ed è sempre più invisa al padre adottivo, che l'ha sempre temuta: durante un litigio particolarmente furibondo, l'uomo le rivela di non essere il suo vero padre e di aver accettato di tenerla solo per amore della moglie, morta diversi anni prima, e Zelena, sconvolta, si reca dal potente Mago di Oz in cerca di risposte. Il mago, attraverso uno specchio magico, le mostra cosa accadde in passato: Cora abbandonò Zelena per avere la possibilità di realizzare le proprie ambizioni di potere e in seguito, sposatasi con il principe Henry, diede alla luce una seconda figlia, Regina, che è ora allieva di Tremotino. Grazie ad un paio di scarpette argentate che consentono di viaggiare tra i mondi, dono del Mago di Oz, Zelena si reca nella Foresta Incantata e Tremotino le insegna a controllare e sviluppare i suoi poteri; tuttavia, nonostante Zelena si riveli ben più potente e dotata della sorellastra, il Signore Oscuro vuole che sia Regina a scagliare il sortilegio che creerà Storybrooke. Il risentimento di Zelena nei confronti di Regina è così forte che la strega inizia a diventare, letteralmente, verde per l'invidia; dopo aver giurato a Tremotino che un giorno si pentirà di aver preferito Regina a lei, Zelena lascia per sempre la Foresta Incantata. Rientrata ad Oz, la strega scopre che il mago non era altro che un truffatore da quattro soldi originario del Kansas, ossia Walsh: furiosa, Zelena, che grazie agli insegnamenti di Tremotino ora è più potente che mai, trasforma Walsh in una scimmia alata e decide di creare un incantesimo che le consenta di viaggiare nel tempo, così da modificare il passato e avere la vita che ha sempre desiderato.

Presente. Gli abitanti di Storybrooke piangono la morte di Neal e Uncino, che si sente in parte responsabile per la scomparsa dell'amico, decide di fare ammenda trascorrendo un po' di tempo con Henry. Durante la commemorazione in onore di Neal, i cittadini vengono interrotti da Zelena, la quale rivela a tutti il suo legame con Regina e sfida la sorella a duello: Regina è sconvolta, ma decide comunque di accettare la sfida nonostante si renda conto che Zelena è molto più potente di lei. Al tramonto, le due sorelle si affrontano e Zelena ha effettivamente la meglio, ma non riesce a strappare il cuore a Regina perché quest'ultima, prevedendo una simile mossa, se l'è tolto prima del duello e l'ha affidato a Robin Hood. Il cuore di Regina, tuttavia, era il vero obiettivo di Zelena: esso e la spada di David, infatti, rappresentano alcuni degli ingredienti necessari al suo incantesimo per il ritorno al passato. Furibonda, Zelena è costretta a battere in ritirata, promettendo tuttavia che riuscirà a trovare il cuore di Regina.

La Jolly RogerModifica

TramaModifica

Passato. Nella Foresta Incantata, Uncino ha abbandonato il gruppo degli eroi e si è dato al brigantaggio con alcuni membri della sua vecchia ciurma, tra cui Spugna; il pirata, però, desidera più di ogni altra cosa recuperare la Jolly Roger, senza cui si sente vuoto. Una sera, mentre si trova in una taverna con la sua banda, Uncino viene aggredito da Ariel, che l'accusa di aver rapito il principe Eric: la sirena, infatti, sa che l'amato è stato fatto prigioniero sulla Jolly Roger ed è riuscita a rubare un pugnale all'attuale capitano della nave. Uncino, osservando il simbolo impresso sull'elsa dell'arma, capisce che la sua amata nave è ora in possesso del capitano Barbanera e decide di aiutare Ariel. Uncino sfida dunque Barbanera per il possesso della Jolly Roger e sconfigge il rivale; a questo punto, Barbanera, per salvarsi, rivela che Eric è prigioniero su un'isola deserta, ma ne mostrerà la rotta soltanto se Uncino accetterà di cedergli per sempre la Jolly Roger. Nonostante le suppliche disperate di Ariel, Uncino sceglie la nave e getta Barbanera in pasto ai pescecani. Ariel, sconvolta, schiaffeggia Uncino e dopo avergli rammentato che è soltanto il suo egoismo la causa di tutte le sue sofferenze, si getta in mare per ritrovare Eric.

Presente. Emma, che in quanto Salvatrice è la sola a possedere la magia di luce in grado di sconfiggere Zelena, chiede aiuto a Regina per sviluppare e gestire i propri poteri; Regina accetta e la sottopone ad una serie di prove per rafforzarla. Nel frattempo, Spugna rivela ad Uncino che la sua ciurma desidera tornare nella Foresta Incantata e chiede cosa ne sia stato della Jolly Roger; il capitano, però, rifiuta di parlare della nave e ribadisce la propria volontà di rimanere a Storybrooke. David e Mary Margaret trovano Ariel, anch'essa caduta vittima del sortilegio e priva dunque dei ricordi dell'anno trascorso nella Foresta Incantata. La sirena è tuttora alla ricerca di Eric e David e Mary Margaret, impegnati a badare ad Henry, chiedono ad Uncino di aiutarla. Uncino, roso dai rimorsi, accetta, ma quando si scopre che Eric sembra essere morto, il pirata, devastato, confessa finalmente ad Ariel quanto accaduto nella Foresta Incantata e la sirena, a questo punto, si rivela essere in realtà Zelena sotto mentite spoglie: la vera Ariel, infatti, era riuscita a trovare Eric e ora vive felicemente assieme a lui. Zelena intende sfruttare il pentimento di Uncino come arma contro Emma e scaglia un maleficio sulle labbra del pirata: se Uncino bacerà Emma, l'incantesimo toglierà alla Salvatrice tutti i suoi poteri, ma se Uncino rifiuterà o rivelerà a chiunque quanto accaduto, Zelena ucciderà tutte le persone care ad Emma, una per una.

Passato e presenteModifica

TramaModifica

Passato. Nella Foresta Incantata, molti anni prima del sortilegio originale, la giovane Cora lavora in una taverna e conosce l'affascinante principe Jonathan, del quale s'innamora perdutamente; Jonathan le chiede di sposarlo e Cora, felice, accetta e trascorre una notte d'amore con lui. Il giorno dopo, Jonathan parte per un viaggio, promettendo a Cora di sposarla al suo ritorno. Due mesi dopo, Jonathan non è ancora tornato e Cora, rimasta incinta, si reca al suo palazzo, scoprendo tuttavia che Jonathan è in realtà un semplice giardiniere e non ha alcuna intenzione di farsi carico né di lei né del bambino. Cora, sconvolta, viene avvicinata e confortata dal vero principe, Leopold, un uomo gentile con cui nasce un'immediata affinità. Leopold è promesso sin dalla nascita alla principessa Eva, che tuttavia non ha mai incontrato, ma decide di rompere il fidanzamento e sposare Cora; tuttavia, le nozze vanno a monte a causa di Eva, che ha ascoltato la conversazione con Jonathan e rivela a tutti che la ragazza è incinta del figlio del giardiniere. Leopold, deluso, abbandona Cora, la quale è così costretta a tornare alla sua vita misera. Tempo dopo, Cora dà alla luce una bambina; rendendosi conto che non potrà mai avere il potere e la ricchezza che desidera né tanto meno offrire alla figlia una vita migliore, Cora abbandona la piccola in un bosco. Poco dopo, un tornado verde si abbatte sulla Foresta Incantata e trasporta la bambina ad Oz.

Presente. Gold, costretto da Zelena, attacca Robin Hood e s'impadronisce del cuore di Regina mentre quest'ultima è alle prese con Zelena, che con un diversivo le ha impedito di correre in soccorso del ladro. Zelena, adesso, ha bisogno soltanto di altri due ingredienti per il suo incantesimo, e uno di questi è l'intelligenza di Gold. Regina si rende conto che l'odio di Zelena verso di lei è nato da qualcosa che Cora le ha fatto in passato, così decide di evocare lo spirito della madre per avere risposte; il fantasma di Cora possiede Mary Margaret e le mostra ciò che accadde con Jonathan, Leopold ed Eva, dopodiché ritorna nel mondo dei morti. Mary Margaret, che aveva sempre visto Eva come una donna buona e gentile, è turbata nello scoprire la meschinità che usò con Cora, e anche Regina è preoccupata, ma per un altro motivo: Belle, infatti, ha scoperto che Zelena intende realizzare un incantesimo per cambiare il passato e Regina, grazie alle rivelazioni della madre, capisce che l'obiettivo finale è uccidere Eva per consentire le nozze tra Cora e Leopold e fare in modo che Cora non abbandoni Zelena; così facendo, però, Mary Margaret, Regina, Emma ed Henry cesserebbero di esistere. Gli ingredienti per l'incantesimo sono i quattro punti cardinali, da cui traggono il potere le streghe di Oz: il cuore di Regina rappresenta il Sud, il coraggio di David è l'attributo dell'Est, la conoscenza di Gold è il simbolo del Nord, mentre l'innocenza, rappresentata dal futuro figlio di David e Mary Margaret, è infine l'emblema dell'Ovest; Zelena si era finta una levatrice per potersi avvicinare a Mary Margaret ed accelerarne la gravidanza, dal momento che non potrà lanciare l'incantesimo finché il bambino non sarà nato. La rivelazione induce Mary Margaret e Regina a mettere finalmente da parte tutte le loro divergenze per poter fermare Zelena; Regina, rendendosi conto che tutto può finire da un momento all'altro e non potendo negare più i propri sentimenti, si reca da Robin Hood e lo bacia appassionatamente, rivelando finalmente il suo amore per lui.

Una cosa curiosaModifica

TramaModifica

Passato. Belle informa gli eroi che Baelfire, ingannato dalla Perfida Strega dell'Ovest, si è sacrificato per riportare in vita Tremotino; Aurora e Filippo, a questo punto, confessano di essere stati costretti riferire alla strega il ritorno degli eroi da Storybrooke e che il suo obiettivo è il figlio non ancora nato di Biancaneve e del Principe Azzurro, ma non fanno in tempo a rivelare altro perché vengono trasformati in scimmie alate da Zelena. Otto mesi dopo, gli eroi si riuniscono per trovare un modo per sconfiggere la strega; l'unico in grado di aiutarli, avendo addestrato lui stesso Zelena, è Tremotino, che tuttavia è impazzito e tutto ciò che è in grado di consigliare loro è rivolgersi a Glinda, la Strega Buona del Sud, esiliata da Zelena ai confini della Foresta Incantata. Glinda rivela che il potere di Zelena è racchiuso nel medaglione che porta al collo e solo la magia di luce può sconfiggerla; sapendo che soltanto Emma, in quanto Salvatrice, possiede una magia simile, gli eroi decidono di scagliare un nuovo sortilegio per tornare a Storybrooke. La maledizione richiede ovviamente il cuore di una persona amata: Regina, avendo già sacrificato suo padre, non è più in grado di lanciare la maledizione, e il Principe Azzurro decide di sacrificarsi offrendo il proprio cuore in modo che sia Biancaneve a completare l'incantesimo. L'idea ha buon esito e Regina, dietro richiesta di Biancaneve, riesce a riportare in vita il Principe Azzurro spezzando a metà il cuore di Biancaneve e donandone una parte all'eroe; un istante prima che il sortilegio si compia, però, Zelena contamina l'incantesimo con un filtro magico che toglierà a tutti quanti la memoria, così che nessuno possa più intralciarla. La Perfida Strega dell'Ovest decide però di dare a Tremotino una pozione antidoto in modo che ricordi e soffra per la perdita del figlio, ma Baelfire riesce a prendere il sopravvento e a spedire la pozione a Uncino: la stessa pozione con cui il pirata farà ritrovare la memoria ad Emma.

Presente. A Storybrooke, gli eroi decidono di spezzare il sortilegio che li ha riportati nel mondo reale per recuperare i ricordi e giungono alla conclusione che il solo modo per riuscirci è far sì che Henry, in quanto Vero Credente, torni a credere nella magia. Henry, che è ancora privo di memoria, inizia a rendersi conto che in città c'è qualcosa di strano e, spaventato, cerca di scappare, ma viene fermato appena in tempo da Uncino; Emma, da parte sua, ritiene che sia meglio per Henry non ricordare tutto ciò che ha passato ed è sempre più decisa a tornare con il figlio a New York non appena tutto sarà finito. Mary Margaret, rammentando come andarono le cose durante il sortilegio originale, recupera il libro delle fiabe nello stesso cassetto in cui lo trovò la prima volta e capisce che il libro è la chiave per far ritrovare ad Henry la fede nella magia. Zelena attacca Henry con le scimmie alate, ma gli eroi riescono a respingere le creature ed Henry, prendendo in mano il libro delle fiabe, recupera finalmente la memoria; a questo punto, Zelena in persona interviene per uccidere Henry, rivelando a tutti che aveva ricattato Uncino per tentare di costringerlo a togliere i poteri ad Emma. Quest'ultima riesce a mettere in fuga la strega, ma è rimasta delusa dal fatto che Uncino le abbia tenuto nascosto il ricatto di Zelena e capisce di non potersi fidare ancora di lui. Regina, felice di essere finalmente riconosciuta da Henry, dà un bacio sulla fronte del ragazzo e così facendo, incredibilmente, spezza il sortilegio, permettendo a tutti di ritrovare la memoria; ora che l'incantesimo è spezzato, però, anche il tempo riprende a scorrere, e Mary Margaret entra in travaglio.

KansasModifica

TramaModifica

Passato. Nel mondo di Oz, Zelena, sempre più invidiosa di Regina, viene visitata da Glinda, che per ringraziarla di aver smascherato l'inganno di Walsh la invita ad unirsi alla congrega delle Streghe di Oz e diventare la Strega Buona dell'Ovest. Zelena è titubante, ma Glinda le spiega che il suo arrivo ad Oz era stato previsto da una profezia e che lei è destinata a distruggere un grande male; Zelena entra dunque nella congrega e Glinda le dona un medaglione, simbolo della sorellanza, che d'ora in avanti custodirà i suoi poteri. Zelena, così, si sente finalmente accettata e apprezzata e la sua gioia è tale che la sua invidia verso Regina svanisce e la sua pelle torna normale; un giorno, però, un tornado trasporta ad Oz una ragazzina originaria del Kansas, Dorothy Gale, che viene accolta di buon grado dalle streghe. L'invidia di Zelena non tarda a riemergere: la strega, infatti, teme che Dorothy possa prendere il suo posto nella congrega e nonostante Glinda tenti di farla ragionare, Zelena cerca di uccidere Dorothy, venendo tuttavia eliminata da quest'ultima; Glinda si rende così conto che era in realtà Dorothy la persona di cui parlava la profezia e che Zelena era il grande male che doveva essere sconfitto. Con la scomparsa di Zelena, il Mago di Oz torna in vita e dona a Dorothy un paio di scarpette d'argento con cui la ragazza torna finalmente a casa; a questo punto, però, il mago si rivela essere in realtà Zelena, fintasi morta in modo da allontanare Dorothy da Oz, e la perfida strega si vendica di Glinda esiliandola nella Foresta Incantata.

Presente. Mary Margaret entra in travaglio e viene ricoverata in ospedale; mentre gli eroi si preparano a proteggerla dall'imminente attacco di Zelena, Emma e Uncino decidono di contrattaccare e affrontare la strega. Emma è stata messa al corrente da Uncino dell'incantesimo sulle labbra del pirata che le toglierà i poteri, ma Zelena, con uno stratagemma e sfruttando il controllo su Gold, riesce comunque a fare in modo che il maleficio si compia: Emma perde così la sua magia di luce e Zelena, ormai inarrestabile, rapisce il figlio neonato di Mary Margaret e David. Tutto sembra ormai perduto e Zelena si appresta a lanciare l'incantesimo che aprirà il portale verso il passato, ma grazie ad un'intuizione di Henry si scopre che anche Regina possiede una parte di magia di luce: la prova è che Regina è stata in grado di spezzare il sortilegio grazie al Bacio del Vero Amore. Gli eroi affrontano dunque Zelena, che sguinzaglia contro di loro Gold, ma Regina riesce a coglierla di sorpresa, strappandole il medaglione e prendendo il pugnale del Signore Oscuro; Zelena viene così privata dei suoi poteri e finalmente sconfitta, ma Regina sceglie di risparmiarle la vita, offrendole una seconda possibilità. Gold, nel frattempo, affida il proprio pugnale a Belle come pegno d'amore e fiducia e le chiede di sposarlo; la ragazza accetta. Poco dopo, il Signore Oscuro si reca a visitare Zelena, rinchiusa in cella: la strega è convinta che Belle non gli permetterà di farle del male, ma Gold rivela che il pugnale che ha consegnato a Belle è in realtà fasullo e polverizza Zelena, vendicando così la morte di Neal. Con la fine di Zelena, il medaglione della Perfida Strega dell'Ovest, custodito nel mausoleo di Regina, libera il proprio potere e apre un portale verso il passato.

Il corso degli eventiModifica

TramaModifica

Passato. A Boston, l'undicenne Emma Swan, in custodia presso un'agenzia per le adozioni, assiste tristemente alla partenza di una ragazza che è stata presa appena in affido da una coppia. Emma è rassegnata all'idea che non troverà mai una famiglia, ma la responsabile della struttura la consola e le ricorda che prima o poi anche lei troverà una casa.

Presente. A Storybrooke, Gold distorce magicamente le riprese della telecamera all'ufficio dello sceriffo per far sembrare la morte di Zelena un suicidio, così che Belle non scopra mai quello che ha fatto e, soprattutto, non si accorga dello scambio dei pugnali. Più tardi, i cittadini si riuniscono per festeggiare la sconfitta di Zelena; David e Mary Margaret celebrano la nascita del figlio e rievocano il loro primo incontro nella Foresta Incantata. Emma ascolta il loro racconto, dopodiché lascia la festa con l'intenzione di schiarirsi le idee: non ha infatti ancora deciso se tornare a New York o rimanere a Storybrooke, come vorrebbe Henry. In quel momento appare una colonna di luce, prodotta dall'apertura del portale verso il passato; Emma, aiutata da Uncino, cerca di chiuderlo, ma finisce risucchiata al suo interno e Uncino la segue per salvarla.

Emma e Uncino si ritrovano nella Foresta Incantata nel giorno in cui è avvenuto il primo incontro tra Biancaneve e il Principe Azzurro: infatti, poiché Emma stava ancora pensando al racconto dei genitori, il portale l'ha condotta proprio a quel momento. Biancaneve, all'epoca una fuggitiva, conobbe il Principe Azzurro assaltando la carrozza che portava l'eroe e la sua promessa sposa, la principessa Abigail, al castello di Re Mida. Accidentalmente Emma impedisce che l'evento abbia luogo e perciò il libro di fiabe, che l'ha seguita nel passato, comincia a cancellarsi: Emma dovrà riparare al danno fatto prima che tutte le pagine diventino bianche, altrimenti smetterà di esistere. Emma e Uncino si rivolgono a Tremotino per trovare un modo per aggiustare le cose: per convincerlo ad aiutarli, Emma gli svela che riuscirà a ricongiungersi con Baelfire, ma non che il figlio morirà. Il Signore Oscuro decide di collaborare e spiega loro che dovranno fare in modo che Biancaneve rubi l'anello di fidanzamento di Abigail, essendo questo l'evento chiave che ha portato Biancaneve e il Principe Azzurro a conoscersi ed innamorarsi. Biancaneve, in seguito alla rapina fallita, vuole lasciare per sempre la Foresta Incantata e decide di chiedere un passaggio su una nave pirata; con uno stratagemma, Uncino si sostituisce al se stesso del passato e offre a Biancaneve di accontentarla in cambio dell'anello di Abigail. Biancaneve, dunque, s'introduce nel castello di Re Mida, dove si sta tenendo un ballo in onore del Principe Azzurro e di Abigail a cui partecipano anche Emma e Uncino opportunamente travestiti; l'eroina riesce nell'intento e scappa, ma purtroppo perde l'anello durante la fuga. Per colmo di sfortuna, a raccoglierlo è Emma stessa, la quale viene perciò accusata di complicità e arrestata dalle guardie della Regina Cattiva.

Nessun posto è come casaModifica

TramaModifica

Passato. Portland, 2001. Emma e Neal si sono conosciuti da poco e una notte passano del tempo assieme ad un luna park parlando delle loro vite. Neal racconta ad Emma il suo difficile passato, senza però menzionare direttamente Tremotino né il mondo delle fiabe, e riflette sul fatto che la propria casa rimane sempre e comunque il posto migliore in cui chiunque potrebbe trovarsi.

Presente. Emma è stata catturata dalla Regina Cattiva e rinchiusa in cella assieme ad una donna, imprigionata perché non ha voluto rivelare il nascondiglio di Biancaneve. Ricordando la tecnica con cui Neal scassinò il lucchetto del luna park, Emma riesce ad aprire la porta della cella e decide portare la donna con sé. Nel frattempo, il Principe Azzurro ha catturato Biancaneve credendo che l'anello di Abigail sia ancora in mano sua, al che Uncino li mette al corrente di come sono andate le cose e li convince ad aiutarlo a liberare Emma; il gruppo viene aiutato da Cappuccetto Rosso, amica di Biancaneve, e Uncino ed Emma possono così riunirsi. Biancaneve decide di approfittarne per eliminare la Regina Cattiva, ma fallisce e la strega la condanna ad essere arsa viva su un rogo; l'eroina riesce a salvarsi grazie alla polvere di fata che nel passato originale aveva usato per salvare il Principe Azzurro dai troll. Tutto sembra finito, ma il Principe Azzurro si accorge che Biancaneve ha rubato l'anello e la insegue fino al ponte controllato dai troll, dove viene catturato dai mostri; Biancaneve, questa volta, non può disporre della polvere di fata, ma ricorrendo all'astuzia riesce a salvare il principe. Gli eventi riprendono così il loro corso e le pagine del libro di fiabe tornano ad essere coperte di storie. Emma e Uncino si rivolgono a Tremotino per trovare un modo per tornare nel loro tempo; Emma decide inoltre di portare con loro la donna che ha salvato nonostante Uncino l'avverta che ciò rappresenta un'alterazione e potrebbe avere gravi conseguenze sul futuro. Il Signore Oscuro rivela che soltanto Emma, avendo controllato la destinazione del primo portale, può ora riaprirne un altro che li conduca a casa; Emma, però, ha perduto i suoi poteri a causa di Zelena, e Tremotino, per farle trovare la motivazione necessaria, la rinchiude assieme ad Uncino e alla donna in una cripta contenente la sua collezione di oggetti magici. Il forte desiderio di tornare a Storybrooke, che Emma ha ormai capito essere la sua vera casa, permette alla donna di ritrovare la magia e aprire il portale: prima di attraversarlo, Tremotino la supplica di rivelargli cosa succederà a Baelfire e la donna gli svela che il figlio morirà, ma anche che diventerà un eroe. Il Signore Oscuro, toccato, lascia andare Emma, dopodiché cancella a se stesso la memoria per non compromettere il futuro.

Emma, Uncino e la donna tornano a Storybrooke nell'esatto momento della partenza, ed Emma scopre di comparire ora nel libro di fiabe assieme a tutti gli altri personaggi, anche se sotto l'insolito alias della principessa di Guerre stellari "Leila Organa", ovvero la falsa identità che aveva utilizzato al ballo di Re Mida. Uncino rivela ad Emma di essere riuscito a raggiungerla a New York barattando la Jolly Roger con un fagiolo magico; commossa, Emma si rende conto dell'amore del pirata per lei e i due si baciano appassionatamente. Nel frattempo, David e Mary Margaret annunciano di aver deciso di dare a loro figlio il nome di Neal in onore del suo coraggio e Belle e Gold si sposano nella foresta, con il Signore Oscuro che promette all'amata di lasciarsi per sempre alle spalle il suo passato. Tutto sembra risolto, ma si scopre che la donna portata dal passato è Lady Marian, la moglie di Robin Hood; Emma ha perciò inconsapevolmente rovinato il lieto fine di Regina. Un'altra cosa di cui Emma e Uncino non si sono resi conto è di aver portato dal passato un oggetto custodito nella cripta di Tremotino, un'urna incantata da cui, all'insaputa di tutti, si libera un personaggio molto particolare: la Regina Elsa di Arendelle.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Amanda Kondolojy, ABC Sets Premiere Dates for 2013-2014 Season Including 'Marvel's Agents of S.H.I.E.L.D.', 'Once Upon a Time in Wonderland' & More, TV by the Numbers, 16 luglio 2013. URL consultato il 19 settembre 2013.
  2. ^ Alessandra Pellegriti, La terza stagione di “C’era una volta” (Once Upon a Time) arriva su Fox!, Bad TV, 13 febbraio 2014. URL consultato il 24 marzo 2014.
  3. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Final Ratings: 'The Simpsons' & 'Bob's Burgers' Adjusted Up; 'Revenge' Adjusted Down, TV by the Numbers, 1º ottobre 2013. URL consultato il 6 ottobre 2013.
  4. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Final Ratings: 'Once Upon a Time' & 'The Simpsons' Adjusted Up + Final NFL Ratings & Unscrambled CBS, TV by the Numbers, 8 ottobre 2013. URL consultato l'8 ottobre 2013.
  5. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Final Ratings: 'Once Upon A Time', 'The Amazing Race' & 'America's Funniest Home Videos' Adjusted Up; 'Revenge' & 'Betrayal' Adjusted Down Plus Final Football & Baseball Numbers, TV by the Numbers, 15 ottobre 2013. URL consultato il 15 ottobre 2013.
  6. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Final Ratings: 'Once Upon a Time' Adjusted Up; '60 Minutes' Adjusted Down + Final Football Numbers, TV by the Numbers, 22 ottobre 2013. URL consultato il 22 ottobre 2013.
  7. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Final Ratings: 'The Amazing Race' Adjusted Up; 'Revenge', 'Betrayal' & '60 Minutes' Adjusted Down & Final Sports Numbers, TV by the Numbers, 29 ottobre 2013. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  8. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Final Ratings: 'The Amazing Race' Adjusted Up; 'The Simpsons' Adjusted Down + Final NFL Numbers, TV by the Numbers, 5 novembre 2013. URL consultato il 5 novembre 2013.
  9. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Final Ratings: 'Revenge' & 'The Simpsons' Adjusted Down, Plus Unscrambled CBS & Football Numbers, TV by the Numbers, 12 novembre 2013. URL consultato il 12 novembre 2013.
  10. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Final Ratings: 'The Mentalist' Adjusted Up; No Adjustment for 'Once Upon a Time' or 'Almost Human', TV by the Numbers, 19 novembre 2013. URL consultato il 19 novembre 2013.
  11. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Final Ratings: 'The Amazing Race' & 'The Mentalist' Adjusted Up, TV by the Numbers, 4 dicembre 2013. URL consultato il 4 dicembre 2013.
  12. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Final Ratings: 'The Simpsons', 'Family Guy', 'Revenge' & 'The Mentalist' Adjusted Up; 'Once Upon a Time', 'Betrayal' & '60 Minutes' Adjusted Down, TV by the Numbers, 10 dicembre 2013. URL consultato l'11 dicembre 2013.
  13. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Final Ratings: '60 Minutes' Adjusted Down, No Adjustment for 'Revenge' or 'Survivor', TV by the Numbers, 17 dicembre 2013. URL consultato il 17 dicembre 2013.
  14. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Final Ratings: 'Resurrection', 'Once Upon a Time' & 'The Amazing Race' Adjusted Up, TV by the Numbers, 11 marzo 2014. URL consultato l'11 marzo 2014.
  15. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Final Ratings: 'Once Upon A Time', 'Resurrection', 'America's Funniest Home Videos', 'Cosmos', 'American Dad' & 'Believe' Adjusted Up, TV by the Numbers, 18 marzo 2014. URL consultato il 19 marzo 2014.
  16. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Final Ratings: 'America's Funniest Home Videos', 'Once Upon a Time', 'American Dad' & 'The Mentalist' Adjusted Up; '60 Minutes', 'Revenge' & 'The Good Wife' Adjusted Down, TV by the Numbers, 25 marzo 2014. URL consultato il 25 marzo 2014.
  17. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Final Ratings: 'The Good Wife', 'Resurrection', 'Crisis', '60 Minutes' & 'America's Funniest Home Videos' Adjusted Up; 'The Mentalist' Adjusted Down, TV by the Numbers, 1º aprile 2014. URL consultato il 1º aprile 2014.
  18. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Final Ratings: 'Once Upon a Time', 'American Dream Builders', 'America's Funniest Home Videos' & 'Resurrection' Adjusted Up, TV by the Numbers, 8 aprile 2014. URL consultato il 9 aprile 2014.
  19. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Final Ratings: 'Resurrection', 'Once Upon a Time', 'The Simpsons', 'The Amazing Race', 'Cosmos', 'The Mentalist' & 'America's Funniest Home Videos' Adjusted Up; '60 Minutes' Adjusted Down, TV by the Numbers, 15 aprile 2014. URL consultato il 15 aprile 2014.
  20. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Final Ratings: 'The Amazing Race' Adjusted Up; 'Dateline', 'American Dream Builders', 'The Good Wife' & 'Believe' Adjusted Down, TV by the Numbers, 22 aprile 2014. URL consultato il 22 aprile 2014.
  21. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Final Ratings: 'Once Upon A Time', 'Revenge' & 'The Simpsons' Adjusted Up; 'Believe', '60 Minutes', 'Dateline' & 'American Dream Builders' Adjusted Down, TV by the Numbers, 29 aprile 2014. URL consultato il 30 aprile 2014.
  22. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Final Ratings: 'Once Upon a Time', 'The Simpsons', 'Dateline' & 'Resurrection' Adjusted Up; 'The Good Wife' Adjusted Down, TV by the Numbers, 6 maggio 2014. URL consultato l'8 maggio 2014.
  23. ^ a b (EN) Sara Bibel, Sunday Final Ratings: 'Once Upon a Time', 'American Dad' & 'America's Funniest Home Videos' Adjusted Up; 'Revenge', 'Cosmos' & 'Dateline' Adjusted Down, TV by the Numbers, 13 maggio 2014. URL consultato il 13 maggio 2014.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione