Eric Phipps

diplomatico inglese
Eric Phipps

Ambasciatore del Regno Unito in Austria
Durata mandato 1928 –
1933
Monarca Giorgio V
Predecessore Aretas Akers-Douglas, II visconte Chilston
Successore Walford Selby

Ambasciatore del Regno Unito in Germania
Durata mandato 1933 –
1937
Monarca Giorgio V
Predecessore Horace Rumbold
Successore Nevile Henderson

Ambasciatore del Regno Unito in Francia
Durata mandato 1937 –
1939
Monarca Giorgio V
Edoardo VIII
Giorgio VI
Predecessore George Clerk
Successore Ronald Campbell

Dati generali
Prefisso onorifico The Right Honourable
Università King's College (Cambridge)

Sir Eric Clare Edmund Phipps (27 ottobre 187513 agosto 1945) è stato un diplomatico inglese.

BiografiaModifica

Phipps era il figlio di Sir Constantine Phipps, poi ambasciatore britannico in Belgio, e di sua moglie Maru Jane Miller Mundy. Henry Phipps, I conte di Mulgrave, era il suo bisnonno, ed era anche un pronipote del tenente generale Sir Colin Campbell, che era presente alla battaglia di Waterloo, e del contrammiraglio Sir John Hindmarsh, che era un tenente sulla HMS Phoebe nella battaglia di Trafalgar - facendo di lui probabilmente la prima persona a discendere da funzionari che hanno combattuto in entrambe le battaglie. Fin da bambino, ha accompagnato i suoi genitori in tutta Europa a causa degli incarichi di suo padre, e studiò al King's College (Cambridge) e all'Università di Parigi.

CarrieraModifica

Entrò nel servizio diplomatico nel 1899 come un addetto a Parigi nel mese di ottobre 1899, promosso a terzo segretario nel gennaio 1901[1]. Nel gennaio 1905 è stato inviato a Costantinopoli, è stato promosso a secondo segretario nel mese di aprile, ed è tornato a Londra per lavorare al Foreign Office nel mese di settembre. Nel settembre 1906 è stato inviato a Roma, e nel febbraio 1909 tornò a Parigi come segretario privato a Sir Francis Bertie, ambasciatore britannico in Francia. Nel mese di aprile 1912 è stato promosso primo segretario e inviato a San Pietroburgo, in seguito trasferito a Madrid nel mese di ottobre 1913, e di nuovo a Parigi nel maggio 1916.

Era nel personale della delegazione britannica alla Conferenza di Versailles fino al settembre 1919, quando è stato promosso a consigliere e inviato di nuovo a Londra. Nel novembre 1920 fu inviato a Bruxelles e nel novembre 1922 è stato promosso a Ministro Plenipotenziario a Parigi.

Nel mese di giugno 1928, Phipps ha ricevuto il suo primo incarico indipendente come inviato straordinario e ministro plenipotenziario in Austria.

Ambasciatore in GermaniaModifica

Nel 1933 è stato nominato Ambasciatore britannico in Germania.

Nei suoi dispacci, mentre era ambasciatore a Berlino, ha avvertito il governo britannico sul carattere del regime di Adolf Hitler.

Durante il suo primo anno a Berlino, Phipps è riuscito a vedere Hitler solo quattro volte[2]. Nel mese di maggio 1936, Phipps ha presentato a Hitler il famoso "questionario", in gran parte scritta da suo cognato, il Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri, Sir Robert Vansittart, che chiese a bruciapelo se la Germania intendeva "rispettare lo status territoriale e politico esistente in Europa", ed era disposto a firmare dei trattati[3]. Né Hitler né alcun altro leader tedesco ha mai risposto al "Questionario".

Ambasciatore in FranciaModifica

Nel 1937, Phipps è stato trasferito a Parigi come ambasciatore.

Durante la sua permanenza a Parigi, Phipps si identificò fortemente con il ministro degli Esteri francese Georges Bonnet[4]. La valutazione estremamente negativa di Phipps della volontà e / o la capacità della Francia di andare in guerra con la Germania nel 1938, creò importanti dubbi a Londra circa il valore della Francia come un alleato.

MatrimoniModifica

Primo MatrimonioModifica

Sposò, il 20 luglio 1907, Yvonne de Louvencourt (?-16 marzo 1909). Non ebbero figli.

Secondo MatrimonioModifica

Sposò, il 29 aprile 1911, Frances Ward (?-1988), figlia di Herbert Ward. Ebbero sei figli:

  • Mervyn Constantine Sanford Phipps (26 febbraio 1912-1983), sposò Joyce Kathleen Goode, ebbero cinque figli;
  • Alan Phipps (1 ottobre 1915-16 novembre 1943), sposò Veronica Nell Fraser, ebbero due figli;
  • Mary Phipps (7 maggio 1923-15 dicembre 2009), sposò Bonar Sykes, ebbero quattro figli;
  • Margaret Phipps (23 marzo 1925-11 dicembre 2009), sposò George Cary, ebbero un figlio;
  • John Francis Phipps (26 agosto 1933), sposò in prime nozze Charm Alys Quick, ebbero tre figli, e in seconde nozze Rosemary Carol Anne Shirtcliffe, ebbero due figli;
  • William Anthony Dominic Phipps (21 aprile 1936-1 ottobre 2009), sposò Henrietta Frances Lamb, ebbero quattro figli.

MorteModifica

Nel mese di novembre 1939, a causa di problemi di salute, Phipps si ritirò nel Wiltshire. Morì di una embolia polmonare al London Clinic, il 13 agosto 1945.

OnorificenzeModifica

Onorificenze britannicheModifica

  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Michele e San Giorgio
— 1934
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine reale vittoriano
— 1939
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Bagno
— 1941

Onorificenze straniereModifica

  Cavaliere di Gran Croce della Legion d'onore
  Commendatore dell'Ordine di Leopoldo II

NoteModifica

  1. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 27310, 3 May 1901, p. 3033.
  2. ^ Doerr, Paul British Foreign Policy 1919-1939, Manchester University Press: Manchester, United Kingdom, 1998 page 158
  3. ^ Medlicott, p. 26.
  4. ^ Anthony Adamthwaite, France and the Coming of the Second World War, 1936–1939, London: Frank Cass, 1977, p. 177.

BibliografiaModifica

  • Biography, Oxford Dictionary of National Biography
  • Adamthwaite, Anthony France and the Coming of the Second World War 1936-1939, London: Frank Cass, 1977, ISBN 0-7146-3035-7.
  • Kidd, Charles, Williamson, David (editors). Debrett's Peerage and Baronetage (1990 edition). New York: St Martin's Press, 1990
  • Herman, John The Paris Embassy of Sir Eric Phipps, Sussex Academic Press, 1998.
  • Watt, D.C. How War Came : The Immediate Origins of the Second World War, 1938-1939, New York : Pantheon Books, 1989, ISBN 0-394-57916-X.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN7544710 · ISNI (EN0000 0000 6653 4591 · LCCN (ENn98062571 · GND (DE120972581 · BNF (FRcb13514640h (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n98062571