Erope (figlia di Catreo)

personaggio della mitologia greca, figlia di Catreo

Erope (in greco antico: Ἀερόπη?, Aeròpē) o Aèrope è un personaggio della mitologia greca, figlia di Catreo e quindi discendente di Minosse, re di Creta.[1][2]

Erope
Tieste ed Erope in un dipinto di Nosadella
Nome orig.Ἀερόπη
Caratteristiche immaginarie
Sessofemmina
Luogo di nascitaMicene
Professioneregina di Argo

Mitologia

modifica

Erope viveva a Micene quando vi giunsero i due fratelli Atreo e Tieste[3] (figli di Pelope ed Ippodamia), scacciati dallo stesso padre poiché avevano ucciso il fratellastro Crisippo.

Erope sposò Atreo re di Argo (dopo che la prima consorte, Cleola, morì dando alla luce un figlio malato, Plistene[4]) e dalla loro unione nacquero i figli Agamennone, Menelao e Anassibia[5][6] Erope tuttavia amava Tieste e, avendolo sedotto, istigò l'amante ad uccidere il marito.

Secondo alcune fonti Plistene era in realtà figlio di Erope e di Tieste. Secondo altre, Erope era invece la sposa di Plistene, e madre con lui di Agamennone, Menelao e Anassibia.[7]

Genealogia

modifica


  1. ^ Pseudo-Apollodoro, Biblioteca, III, 2, 1.
  2. ^ Diodoro Siculo, Bibliotheca historica, IV, 60, 4.
  3. ^ Euripide, Oreste, vv. 11 ss.
  4. ^ Igino, Fabulae, 86.
  5. ^ Euripide, Elena, vv. 386-392.
  6. ^ Igino, Fabulae, 97.
  7. ^ Scholia sull' Iliade 1.7 (citando Esiodo Il catalogo delle donne fr. 137a Most); Scholia su Tzetzes' Exegesis in Iliadem 1.122 (citando Esiodo); Pseudo-Apollodoro, Biblioteca, 3.2.2; Ditti Cretese, 1.1.

Altri progetti

modifica
  Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca