Apri il menu principale

Ferrovia Velletri-Terracina

linea ferroviaria italiana
Velletri-Terracina
Stati attraversatiItalia Italia
Lunghezza18 km
Apertura1892
Chiusura1958 (Velletri-Priverno)
1985 (Priverno-Fossanova)
GestoreRFI
Precedenti gestoriRM (1892-1905)
FS (1905-2001)
Scartamento1 435 mm
Elettrificazione3 000 V =
Ferrovie

La ferrovia Velletri-Terracina è una linea ferroviaria che collegò in origine Velletri a Terracina, transitando per i piedi occidentali dei monti Lepini ed Ausoni e lambendo le antiche paludi pontine. Dagli anni cinquanta risulta aperta parzialmente all'esercizio solo fra la stazione di Priverno-Fossanova e quella di Terracina, tuttavia dal 2012 quest'ultima tratta è stata sostituita da autocorse a causa di una frana.

Indice

Storia[1]Modifica

Prevista dalla legge Baccarini[2], la linea fu attivata il 27 maggio 1892[3].

A seguito della costruzione della vicina "direttissima" Roma-Napoli, negli anni venti, la tratta da Velletri a Priverno divenne rapidamente obsoleta e sottoutilizzata, perché il collegamento tra Roma e Terracina poteva usufruire della nuova linea.

Danneggiata dagli eventi della seconda guerra mondiale, la linea venne riattivata nella sua interezza nel 1947.

Il servizio ferroviario sulla tratta Velletri-Priverno fu sospeso il 1º dicembre 1957, e la tratta fu definitivamente soppressa il 7 ottobre dell'anno successivo.

Rimase in esercizio il tronco terminale da Priverno a Terracina, intersecante la direttissima Roma-Napoli presso la stazione di Priverno-Fossanova. Questa tratta fu esercita a trazione diesel e a vapore con servizi locali, in coincidenza dei treni tra Roma e Napoli, e con un contenuto servizio merci.

La tratta Priverno-Fossanova-Terracina fu riarmata ed elettrificata tra il 1982 ed il 1993, mentre sul breve tronco Priverno-Priverno-Fossanova tali lavori non furono mai ultimati; il tronco da allora risulta abbandonato sebbene sia ancora armato e sia usato sporadicamente solo come raccordo merci o come semplice deposito di rotabili destinati a demolizione.

La tratta residua, da Priverno-Fossanova a Terracina, è lunga 18 km e dal 1993, alla riapertura dopo i lavori di rinnovo armamento e trazione elettrica, è esercita tramite esercizio a spola[4]. Fino alla metà degli anni 2000 è stata esposta al rischio di chiusura, avendo una sola coppia di treni al giorno (con destinazione Roma Tiburtina oppure Roma Ostiense) fino a quando una riorganizzazione del servizio ha visto istituire numerosi treni regionali tra Roma Termini e Terracina lungo l'intero arco della giornata, presto caratterizzati da un elevato livello di traffico passeggeri.

Dal 21 settembre 2012 tale tratta viene sospesa (sostituita da autobus) per via di una frana tra le località di Frasso e La Fiora[5], nonostante questa sia stata prontamente messa in sicurezza. Alcune associazioni di consumatori temono che questo evento possa costituire la scusa per la definitiva chiusura della tratta[6].

CaratteristicheModifica

Stazioni e fermate[7]
     
linea per Roma
 
41,0 Velletri * 1862 290 m s.l.m.
     
linea per Colleferro † 1966
 
45+711 Catalini * 1947[8]
 
51,2 Giulianello-Roccamassima 232 m s.l.m.
 
53+950 La Buzzia * 1948[9]
 
57,5 Cori 157 m s.l.m.
 
59,5 Torretta Corana
 
65,1 Doganella
 
68,9 Norma-Ninfa 37 m s.l.m.
 
71,7 Sermoneta-Bassiano 51 m s.l.m.
 
77,1 Borgo Tufette
     
linea per Roma
 
82,4 Sezze Romano 26 m s.l.m.
     
     
88,4 Casale di Priverno
     
90+381 Ceriara † 1951[10]
     
92+259 Ceriara * 1951[10]
     
96+035 Priverno 33 m s.l.m.
     
101+976 Sonnino
     
62+2xx Bivio Sonnino
     
104+121 Priverno-Fossanova
     
     
linea per Napoli
 
107+260 Capocroce * 1940[11]
 
109+065 Ruderi di Sibilla † 2002[12]
 
111+352 Frasso 9 m s.l.m.
 
113+250 Gavotti * 1950[13], † 2002[12]
 
115+302 La Fiora * 1938[14]
 
119,0 Monte Leano
 
121+810 Terracina 7 m s.l.m.

La tratta Fossanova-Terracina è una ferrovia a binario semplice con esercizio a spola ed elettrificazione a 3000 Volt in corrente continua.

I passaggi a livello sono interamente automatizzati; tuttavia quello adiacente alla stazione terminale di Terracina, molto ravvicinato a questa, per i treni ivi in partenza deve essere azionato manualmente.

Le velocità massime consentite sono relativamente basse benché la geometria del tracciato e il binario consentano velocità teoricamente maggiori.

La tratta esistente viene gestita da Rete Ferroviaria Italiana.

NoteModifica

  1. ^ Storia della linea
  2. ^ Tabella C, punto 19
  3. ^ Prospetto cronologico dei tratti di ferrovia aperti all'esercizio dal 1839 al 31 dicembre 1926
  4. ^ "Notizia flash" in "I Treni" n. 143 (dicembre 1993), p. 10.
  5. ^ Frane, cade masso sulla Priverno Fossanova-Terracina, treni bloccati
  6. ^ Lestradeferrate.it - La ferrovia Roma - Velletri - Priverno - Terracina
  7. ^ Note tecniche
  8. ^ Ferrovie dello Stato, Ordine di Servizio n. 70, 1947
  9. ^ Ferrovie dello Stato, Ordine di Servizio n. 71, 1948
  10. ^ a b Ferrovie dello Stato, Ordine di Servizio n. 20, 1951
  11. ^ Ferrovie dello Stato, Ordine di Servizio n. 25, 1940
  12. ^ a b Impianti FS, in "I Treni", anno XXIII n. 241 (ottobre 2002), p. 7. ISSN 0392-4602 (WC · ACNP)
  13. ^ Ferrovie dello Stato, Ordine di Servizio n. 32, 1950
  14. ^ Ferrovie dello Stato, Ordine di Servizio n. 33, 1938

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica