Apri il menu principale

Finale della Coppa UEFA 1982-1983

1leftarrow blue.svgVoce principale: Coppa UEFA 1982-1983.

Finale della Coppa UEFA 1982-1983
Dettagli evento
Competizione Coppa UEFA
Risultato
Anderlecht
2
Benfica
1
Andata
Anderlecht
1
Benfica
0
Data 4 maggio 1983
Città Bruxelles
Impianto di gioco Heysel
Spettatori 52 694
Arbitro Bulgaria Bogdan Dočev
Ritorno
Benfica
1
Anderlecht
1
Data 18 maggio 1983
Città Lisbona
Impianto di gioco Estádio da Luz
Spettatori 80 000
Arbitro Paesi Bassi Charles Corver
ed. successiva →     ← ed. precedente

La finale della 12ª edizione della Coppa UEFA fu disputata in gara d'andata e ritorno tra Anderlecht e Benfica. Il 4 maggio 1983 allo stadio Heysel di Bruxelles la partita, arbitrata dal bulgaro Bogdan Dočev, finì 1-0.

La gara di ritorno si disputò dopo due settimane al da Luz di Lisbona e fu arbitrata dall'olandese Charles Corver. Il match terminò 1-1 e ad aggiudicarsi il trofeo fu la squadra belga.

Il cammino verso la finaleModifica

L'Anderlecht di Paul van Himst (che aveva sostituito Tomislav Ivić) esordì contro i finlandesi del Koparit vincendo agilmente con un risultato aggregato di 6-1. Nel secondo turno i belgi affrontarono i lusitani del Porto, battendoli con un risultato complessivo di 6-3. Agli ottavi di finale gli jugoslavi del Sarajevo furono sconfitti all'andata con un tennistico 6-1 che rese di fatto ininfluente la sconfitta per 1-0 in Bosnia. Ai quarti i Paars-wit affrontarono gli spagnoli del Valencia, battendoli sia in trasferta che in casa rispettivamente 2-1 e 3-1. In semifinale i cecoslovacchi del Bohemians ČKD Praga furono battuti con un risultato complessivo di 4-1.

Il Benfica di Sven-Göran Eriksson iniziò il cammino europeo contro gli spagnoli del Real Betis vincendo con un risultato complessivo di 4-2. Nel secondo turno i portoghesi affrontarono i belgi del Lokeren, battendoli col risultato totale di 4-1. Agli ottavi gli svizzeri dello Zurigo furono sconfitti in Portogallo 4-0 dopo il pari per 1-1 rimediato in Svizzera. Ai quarti di finale le Águias affrontarono gli italiani della Roma e passarono il turno grazie alla vittoria all'Olimpico per 2-1 e al pari interno per 1-1. In semifinale i sorprendenti rumeni dell'FCU Craiova furono superati solo grazie alla regola dei gol fuori casa, in virtù dello 0-0 casalingo e dell'1-1 esterno.

Le partiteModifica

A Bruxelles va in scena la finale d'andata tra l'Anderlecht, vincitore di due Coppe delle Coppe, e il Benfica, vincitore di due Coppe dei Campioni e giunto all'ultimo atto imbattuto, entrambi alla prima finale di questa manifestazione. La partita non è spettacolare con le due squadre piuttosto contratte. Il gol del danese Kenneth Brylle alla mezz'ora è l'unica marcatura della partita e dà la vittoria ai belgi, nonché la prima sconfitta dopo 22 gare europee al tecnico svedese Eriksson.

A Lisbona, due settimane più tardi, i portoghesi vanno in vantaggio con Shéu (il sostituto del capocannoniere del torneo Zoran Filipović), ma vengono quasi subito riagguantati dalla rete di Juan Lozano. Nella ripresa l’Anderlecht ha buon gioco nel contenere gli attacchi dei lusitani che ancora una volta sono colpiti dalla maledizione di Béla Guttmann. I belgi invece vincono il loro terzo trofeo europeo su quattro tentativi.[1]

TabelliniModifica

AndataModifica

Bruxelles
4 maggio 1983, ore 20:00
RSC Anderlechtois1 – 0
referto
BenficaStadio Heysel (52 694 spett.)
Arbitro:   Bogdan Dočev

Anderlecht
Benfica
Anderlecht
P 1   Jacky Munaron
D 2   Wim Hofkens
D 3   Luka Peruzović
D 4   Morten Olsen
D 5   Michel De Groote   82’
C 6   Per Frimann
C 10   Ludo Coeck
C 8   Franky Vercauteren  
C 11   Juan Lozano
A 7   Erwin Vandenbergh   79’
A 9   Kenneth Brylle
Sostituzioni:
A 16   Alexandre Czerniatynski   79’

Allenatore:
  Paul van Himst
 
Benfica
P 1   Manuel Bento
D 2   Minervino Pietra   71’
D 3   Frederico Rosa   79’
D 4   Humberto Coelho  
D 5   Álvaro Magalhães
C 6   Carlos Manuel
C 7   José Luis     11’, 75’
C 8   Shéu
C 9   Fernando Chalana
A 10   Zoran Filipović   62’
A 11   Diamantino Miranda
Sostituzioni:
C 16   Tamagnini Nené   62’
C 13   Bastos Lopes   79’
Allenatore:
  Sven-Göran Eriksson

RitornoModifica

Lisbona
18 maggio 1983, ore 21:00
Benfica1 – 1
referto
RSC AnderlechtoisEstádio da Luz (80 000 spett.)
Arbitro:   Charles Corver

Benfica
Anderlecht
Benfica
P 1   Manuel Bento
D 2   Minervino Pietra
D 3   Humberto Coelho  
D 5   Bastos Lopes   60’
D 4   António Veloso
C 6   Carlos Manuel
C 7   Glenn Strömberg
C 8   Shéu   50’
A 9   Fernando Chalana
A 10   Tamagnini Nené
A 11   Diamantino Miranda
Sostituzioni:
C 16   Zoran Filipović   50’
C 12   João Alves   60’
Allenatore:
  Sven-Göran Eriksson
 
Anderlecht
P 1   Jacky Munaron
D 3   Luka Peruzović
D 5   Walter De Greef
D 2   Hugo Broos
D 4   Morten Olsen
C 6   Michel De Groote
C 7   Per Frimann
C 11   Juan Lozano
C 10   Ludo Coeck
A 8   Franky Vercauteren  
A 9   Erwin Vandenbergh   78’
Sostituzioni:
A 13   Kenneth Brylle   78’

Allenatore:
  Paul van Himst

NoteModifica

  1. ^ Brilla l'Anderlecht contro i favoriti, uefa.com. URL consultato il 19 gennaio 2017.

Voci correlateModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio