Fréjus (comune francese)

comune francese
(Reindirizzamento da Fréjus)
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Fréjus" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Frejus.
Fréjus
comune
Fréjus – Stemma Fréjus – Bandiera
Fréjus – Veduta
L'Hotel de Ville di Fréjus
Localizzazione
StatoFrancia Francia
RegioneBlason région fr Provence-Alpes-Côte d'Azur.svg Provenza-Alpi-Costa Azzurra
DipartimentoBlason département fr Var.svg Varo
ArrondissementDraguignan
CantoneFréjus
Saint-Raphaël
Territorio
Coordinate43°26′N 6°44′E / 43.433333°N 6.733333°E43.433333; 6.733333 (Fréjus)Coordinate: 43°26′N 6°44′E / 43.433333°N 6.733333°E43.433333; 6.733333 (Fréjus)
Altitudinem s.l.m.
Superficie102,18 km²
Abitanti53 786[1] (2018)
Densità526,38 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale83600 e 83370
Fuso orarioUTC+1
Codice INSEE83061
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Fréjus
Fréjus
Fréjus – Mappa
Sito istituzionale

Fréjus (in occitano Frejús) è un comune francese situato nel dipartimento del Varo della regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra.

Forma con la limitrofa cittadina di Saint-Raphaël un unico agglomerato urbano.

Geografia fisicaModifica

Fréjus sorge sul margine settentrionale della pianura alluvionale costiera formata dal fiume fiume Argens e dal torrente Reyran che poco sud dell'abitato sfociano nel Mar Mediterraneo. È situata a 25 km a sud-est di Draguignan.

EtimologiaModifica

Fréjus fu fondata da Gaio Giulio Cesare con il nome di Forum Julii, ovvero Foro di Giulio.

StoriaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Disastro del Frejus.

In origine il territorio attorno alla baia di Aegytna fu abitato da popolazioni celto-liguri. Successivamente fu poi fondato un avamposto dai focesi di Massalia.

Verso il 49 a.C. Giulio Cesare fondò sul territorio degli Oxubii l'insediamento Forum Julii con l'obbiettivo di creare uno scalo portuale alternativo a Massalia. Il porto fu poi ingrandito da Ottaviano Augusto che vi fece portare le navi di Marco Antonio catturate nella battaglia di Azio. Tra il 29 a.C. ed il 27 a.C. vi s'insediarono i veterani della Legio VIII. Per questa ragione la località venne aggiunto il titolo di colonia Octavanorum. Nel 22 a.C. Augusto la proclamò capitale provincia della Gallia Narbonense. La sua importanza era dettata dal fatto che oltre ad essere l'unica base della flotta militare romana in Gallia era anche attraversata da importanti arterie della regione: la via Julia Augusta. Durante il regno di Tiberio furono realizzati la maggior parte dei monumenti romani tutt'ora esistenti.

Nel 69 vi fu combattuta una battaglia tra le truppe fedeli a Vitellio e quelle di Otone. Nel IV secolo fu istituita la diocesi di Fréjus e nel 374 fu costruita la prima chiesa.

Tra il VII ed il IX secolo fu ripetutamente razziata dai saraceni. Nel 940 i musulmani del vicino Frassineto attaccarono e saccheggiarono la città.

Il 9 ottobre 1799 vi sbarcò Napoleone Bonaparte di ritorno dalla campagna d'Egitto.

Il 2 dicembre 1959 Fréjus fu colpito dalla rottura della Diga di Malpasset, 50 milioni di metri cubi di acqua raggiunsero l'abitato e provocarono 423 morti distruggendo gran parte dell'abitato.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

 
La cattedrale di Notre Dame e San Léonce

Nel 1982 è iniziato un profondo progetto di riqualificazione della zona portuale che oggi si chiama "Port Frejus" ed è un porto turistico. Attorno al porto sono sorti moltissimi negozi e una grande zona pedonale. Attualmente è in corso l'ampliamento dello specchio acqueo nella direzione nella quale si sviluppava l'antico porto (verso la città).

Nel territorio comunale è presente anche lo zoo.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti

CulturaModifica

IstruzioneModifica

MuseiModifica

  • Museo di Storia Locale

Infrastrutture e trasportiModifica

StradeModifica

La principale via d'accesso alla città è l'autostrada A8 che unisce Aix-en-Provence alla frontiera italiana.

FerrovieModifica

Fréjus è servita da una propria stazione lungo la linea Marsiglia-Ventimiglia.

AmministrazioneModifica

GemellaggiModifica

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN244963084 · GND (DE4018400-6 · BNF (FRcb15277888s (data) · WorldCat Identities (ENviaf-244963084
  Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Francia