Comuni della Francia

divisione amministrativa francese

Il comune (la commune) è la più piccola suddivisione amministrativa della Francia, che corrisponde generalmente al territorio di una città o di un villaggio. La sua superficie e la popolazione possono variare notevolmente (dal comune più popolato, Parigi, con 2 milioni di abitanti, si arriva agli 0 abitanti di 3 comuni).

Al 1º gennaio 2015 c'erano in Francia 36.658 comuni (di cui 212 oltremare) che coprono tutto il territorio (eccetto Wallis e Futuna e alcune zone senza popolazione permanente); secondo uno studio del 2003, essi erano la metà del numero totale dei comuni dell'Unione europea a 15[1].

Indice

OrdinamentoModifica

StoriaModifica

I comuni moderni furono creati durante la Rivoluzione francese, il 14 dicembre 1789, per uniformare il territorio francese, allora diviso in differenti tipi di circoscrizione (parrocchie e comuni), quando furono create anche altre suddivisioni amministrative: i dipartimenti, gli arrondissement[municipali o dipartimentali?] e i cantoni.

Il termine di "comune", nel senso contemporaneo di amministrazione del territorio, è stabilito dal decreto della Convenzione Nazionale del 10 brumaio anno II (31 ottobre 1793): « La Convenzione Nazionale, su proposta di un suo componente, decreta che tutte le denominazioni di città, borgo o villaggio siano soppresse e che siano sostituite da quella di comune ». I componenti del consiglio municipale erano eletti a suffragio censitario. Il sindaco era nominato dal governo centrale per i comuni più popolosi, dal prefetto per gli altri.

Fu la legge municipale del 5 aprile 1884 a stabilire che il consiglio municipale sia eletto a suffragio diretto.

Ruolo e amministrazioneModifica

Malgrado le differenze di popolazione e di superficie tra i comuni francesi, tutti sono caratterizzati dalla stessa struttura amministrativa e tutti hanno le stesse competenze legali, con l'eccezione di Parigi e, parzialmente, Lione e Marsiglia.[2]

Un comune è amministrato da un consiglio municipale, i cui membri sono eletti a suffragio universale per sei anni. Il consiglio municipale elegge al proprio interno il sindaco (maire),[3] che ha la responsabilità tra le altre cose di applicare le decisioni del consiglio, e i suoi adjoints (figure simili agli assessori italiani), che possono ricevere certe deleghe.

Il numero dei consiglieri municipali è determinato in base alla popolazione del comune, con un minimo di sette.[4] Le sedute del consiglio sono pubbliche, ma solo i consiglieri possono prendere parola. Le risorse finanziarie di un comune sono costituite essenzialmente dalle tasse sulla proprietà immobiliare e sulle attività professionali (versate dagli artigiani, i commercianti e le imprese); si occupa dell'amministrazione locale (gestione dell'acqua, permessi di costruzione e così via). In quanto rappresentante dello Stato nel comune, il sindaco ha l'incarico di ufficiale di stato civile (per nascite, matrimoni, divorzi, decessi) e dispone anche di poteri di polizia, tranne che a Parigi dove questi poteri sono affidati al "prefetto di polizia", alle direttive del governo nazionale.

Il sistema elettorale prevede l'assegnazione in blocco di metà dei seggi del Consiglio municipale alla lista classificatasi in testa al primo o all'eventuale secondo turno di votazioni, cui accedono le liste che abbiano conseguito un decimo dei suffragi. Sulla base dell'ultimo turno celebratosi, l'altra metà degli scranni è divisa proporzionalmente con metodo D'Hondt fra tutte le liste che abbiano conseguito almeno un ventesimo dei suffragi. Le liste sono bloccate. Il Consiglio di Parigi, come quello di Lione e Marsiglia, sono eletti allo stesso modo, ma su liste di circondario.

Nei Comuni sotto i 1000 abitanti invece,[5] viene utilizzato un primitivo metodo maggioritario plurinominale con panachage, in cui gli elettori hanno tanti voti quanti sono i seggi da coprire. Il risultato è frequentemente una dittatura della maggioranza in tali piccoli centri, nei quali spesso non sono presenti consiglieri d'opposizione.

I tre comuni più popolati (Parigi, Lione e Marsiglia) sono a loro volta suddivisi in "circondari municipali" (che non hanno nessun rapporto con gli arrondissements dipartimentali, un'altra divisione amministrativa francese), ma le loro competenze sono poche, non avendo tra l'altro a disposizione un bilancio proprio.

Ci sono in Francia circa 500.000 consiglieri municipali (sindaci inclusi).

Divisioni comunali e intercomunalitàModifica

Molti comuni francesi sono divisi tra diversi cantoni, non solo i comuni con una certa popolazione, ma in passato anche quelli molto piccoli come Lacq. Questi casi sono diversi dalle intercomunalità, associazioni di più comuni.

Alcune competenze possono essere poi trasferite a delle strutture amministrative intercomunali, cioè formate da più comuni.

L'immensa maggioranza dei comuni francesi (il 90%) conta meno di 2.000 abitanti. Per questo si è pensato di ridurre il numero di comuni tramite un meccanismo di fusione. Introdotto con la legge del 16 luglio 1971, detta legge Marcellin, questo meccanismo può dar luogo a un nuovo e unico comune che raggruppa i comuni fusi, oppure anche a conferire a due comuni che si fondono i titoli a uno di "capoluogo" e all'altro di "comune associato". Nella dinamica della legge, erano stati previste circa 3.500 fusioni coinvolgendo 10.000 comuni. Nel 1982 si contavano tuttavia solo 810 fusioni e 1952 comuni interessati.

StatisticheModifica

Numero di comuniModifica

 
Mappa dei 36 569 comuni della Francia metropolitana (al 1º gennaio 2008)
Evoluzione del numero di comuni (Francia metropolitana + DOM-TOM[6]
1º gennaio Francia metropolitana DOM-TOM totale
1999 36 565 114 36 679
2000 36 566 +1 114 36 680
2001 36 563 -3 114 36 677
2002 36 565 +2 114 36 679
2003 36 564 -1 114 36 678
2004 36 568 +4 114 36 682
2005 36 570 +2 114 36 684
2006 36 571 +1 114 36 685
2007 36 569 -2 114 36 683
2008 36 569 = 112 36 681
2009 36 568 -1 112 36 680

Al 1º gennaio 2011, la Francia contava 36 780 comuni[6] così ripartiti:

Tale numero è nettamente superiore a quello degli altri paesi europei: la Germania ha circa 13.000 comuni, la Spagna e l'Italia circa 8.000.

La totalità del territorio francese è diviso in comuni a eccezione di:

La lista seguente ricapitola il numero di comuni per dipartimento o comunità d'oltremare. Generalmente si contano più comuni nei dipartimenti del nord e dell'est della Francia, mentre nella prima periferia parigina e oltremare le divisioni sono più rade.

Modificazioni territorialiModifica

Il numero totale di comuni in Francia non è fisso e si evolve. Dal 1º gennaio 2006 si sono avute le seguenti modificazioni territoriali:

Cambio di DipartimentoModifica

La città di Han-devant-Pierrepont è stato fino al 1997 parte del dipartimento della Mosa, è ora parte della Meurthe-et-Moselle[19].

Il comune di Locunolé è stato fino al 1857 parte del dipartimento del Morbihan, è ora parte del Finistère.

PopolazioneModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Comuni della Francia per popolazione.

Dati del censimento 1999, popolazione senza doppi conti.

La popolazione mediana dei comuni della Francia metropolitana è di 380 abitanti (a titolo di paragone, quella dei comuni belgi è di 11 265 abitanti, dei comuni italiani di 2 343 abitanti e spagnoli di 5 505 abitanti). La popolazione media è di 1 542 abitanti.

In Francia metropolitana, 31 927 comuni hanno meno di 2 000 abitanti (25,3% della popolazione totale), 3 764 tra 2 000 e 10 000 abitanti (25,5%), 762 tra 10 000 e 50 000 abitanti (25,3%), 102 tra 50 000 e 200 000 abitanti (14,4%), 10 più di 200 000 abitanti (8,9%). Più di 10 000 comuni non raggiungono 200 abitanti.

Il comune più popolato è Parigi (2 125 246 abitanti). Il più densamente popolato nel 1999 era Le Pré-Saint-Gervais (Senna-Saint-Denis, 23 396 ab/km²). Le stime INSEE del 2004 hanno indicato invece Levallois-Perret (Hauts-de-Seine) con 25 934 ab/km². Il comune urbano (comune con una zona di più di 2 000 abitanti con abitazioni distanti al massimo 200 metri) meno densamente popolato è Arles (Bouches-du-Rhône, 67 ab/km²).

Sei comuni totalmente devastati dopo la battaglia di Verdun del 1916 non furono mai ricostruiti e non hanno abitanti: Beaumont-en-Verdunois, Bezonvaux, Cumières-le-Mort-Homme, Fleury-devant-Douaumont, Haumont-près-Samogneux e Louvemont-Côte-du-Poivre. Sono qualificati come comuni morti per la Francia; ciascuno di essi è amministrato da un consiglio municipale di tre membri nominati dal prefetto della Mosa.

Tra gli altri comuni Rochefourchat (Drôme) ha un solo abitante, Leménil-Mitry (Meurthe e Mosella) e Rouvroy-Ripont (Marna) due abitanti.

La tabella seguente mostra i comuni con più di 200 000 abitanti:

Comune Popolazione
(1999)
1   Parigi 2 125 246
2   Marsiglia 798 430
3   Lione 445 452
4   Tolosa 390 350
5   Nizza 342 738
6   Nantes 270 251
7   Strasburgo 264 115
8   Montpellier 225 392
9   Bordeaux 215 363
10   Lilla 212 597
11   Rennes 206 229

Fonte: INSEE

SuperficieModifica

  • I territori comunali sono delimitati dal catasto.
  • La superficie media di un comune della Francia metropolitana è di 14,88 km², la superficie mediana di 10,73 km². Per la presenza di numerosi comuni di scarse dimensioni, la Francia si distingue per la bassa superficie mediana: in Germania la superficie mediana è quasi ovunque superiore ai 15 km², in Italia è di 22 km², in Spagna di 35 km², in Belgio di 40 km². Più di 15.000 comuni hanno una superficie compresa tra 2,5 e 10 km².
  • Oltremare i comuni sono in genere più grandi che in Francia metropolitana e possono raggruppare villaggi relativamente distanti.
  • Il comune più esteso è Maripasoula (Guyana, 3.710 abitanti) con 18.360 km². In metropoli Arles (758,93 km²) e Saintes-Maries-de-la-Mer (374,45 km²), entrambi nelle Bouches-du-Rhône, sono i due comuni più estesi.
  • Il comune più piccolo è Castelmoron-d'Albret (Gironda, 62 abitanti) con 0,0376 km². Plessix-Balisson (0,08 km², Côtes-d'Armor, 83 abitanti, enclave nel territorio di Ploubalay) e Vaudherland (0,09 km², Val-d'Oise, 88 abitanti) sono gli altri comuni più piccoli.

Totalità del territorioModifica

I 50 comuni più estesi di Francia (oltremare incluso):

Comune Suddivisione Superficie (km²)
1 Maripasoula Guyana francese 18360
2 Régina Guyana francese 12130
3 Camopi Guyana francese 10030
4 Mana Guyana francese 6339
5 Saint-Élie Guyana francese 5680
6 Saint-Laurent-du-Maroni Guyana francese 4830
7 Saül Guyana francese 4475
8 Roura Guyana francese 3903
9 Iracoubo Guyana francese 2762
10 Papaichton Guyana francese 2628
11 Saint-Georges Guyana francese 2320
12 Kourou Guyana francese 2160
13 Grand-Santi Guyana francese 2112
14 Apatou Guyana francese 2020
15 Yaté Nuova Caledonia 1356
16 Sinnamary Guyana francese 1340
17 Rémire-Montjoly Guyana francese 1181
18 Lifou Nuova Caledonia 1170
19 Ouanary Guyana francese 1080
20 Thio Nuova Caledonia 1007
21 Hienghène Nuova Caledonia 1002
22 Houaïlou Nuova Caledonia 945
23 Boulouparis Nuova Caledonia 905
24 Poya Nuova Caledonia 884
25 Voh Nuova Caledonia 842
26 Bourail Nuova Caledonia 825
27 Arles[nota 1] Bocche del Rodano 759
28 Kaala-Gomen Nuova Caledonia 738
29 Païta Nuova Caledonia 726
30 Ponérihouen Nuova Caledonia 708
31 Pouembout Nuova Caledonia 691
32 Ouégoa Nuova Caledonia 678
33 Poindimié Nuova Caledonia 675
34 Maré Nuova Caledonia 670
35 Le Mont-Dore Nuova Caledonia 649
36 Montsinéry-Tonnegrande Guyana francese 600
37 Koumac Nuova Caledonia 563
38 Poum Nuova Caledonia 529
39 La Foa Nuova Caledonia 506
40 Canala Nuova Caledonia 448
41 Koné Nuova Caledonia 406
42 Kouaoua Nuova Caledonia 391
43 Nuku Hiva Polinesia Francese 388
44 Macouria Guyana francese 378
45 Saintes-Maries-de-la-Mer[nota 2] Bocche del Rodano 375
46 Moindou Nuova Caledonia 346
47 Hiva Oa Polinesia Francese 327
48 Touho Nuova Caledonia 290
49 Dumbéa Nuova Caledonia 258
50 Laruns[nota 3] Pirenei Atlantici 249
  1. ^ Comune più esteso della Francia metropolitana
  2. ^ Secondo comune più esteso della Francia metropolitana
  3. ^ Terzo comune più esteso della Francia metropolitana

Dati: Institut géographique national

Francia metropolitanaModifica

I 30 comuni più estesi in Francia metropolitana:

Comune Dipartimento Superficie (km²)
1 Arles Bocche del Rodano 758,93
2 Saintes-Maries-de-la-Mer Bocche del Rodano 374,61
3 Laruns Pirenei Atlantici 248,96
4 Chamonix Alta Savoia 245,46
5 Marsiglia Bocche del Rodano 240,62
6 Saint-Fargeau Yonne 220,23
7 Bressuire Deux-Sèvres 218,39
8 Saint-Martin-de-Crau Bocche del Rodano 214,87
9 Lacanau Gironda 214,02
10 Saint-Paul-sur-Ubaye Alpi dell'Alta Provenza 205,55
11 Sartène Corsica del Sud 200,19
12 Névache Alte Alpi 191,93
13 Hourtin Gironda 190,50
14 Calenzana Corsica settentrionale 182,77
15 Aix-en-Provence Bocche del Rodano 180,68
16 La Teste Gironda 180,20
17 Haguenau Basso Reno 180,00
18 Bourg-Saint-Maurice Savoia 179,07
19 Termignon Savoia 178,34
20 Tende Alpi Marittime 177,47
21 Carcans Gironda 175,40
22 Saint-Étienne-de-Tinée Alpi Marittime 173,81
23 Narbonne Aude 172,96
24 Fontainebleau Senna e Marna 172,05
25 Porto-Vecchio Corsica del Sud 168,65
26 Millau Aveyron 168,22
27 Prads-Haute-Bléone Alpi dell'Alta Provenza 165,64
28 Auzat Ariège 162,74
29 Nîmes Gard 161,85
30 Saint-Martin-de-Belleville Savoia 161,76

Dati dell'Institut national d'études démographiques

Parigi ha una superficie di 105,40 km²

Estremità geograficheModifica

Francia continentaleModifica

Dalla Francia continentale viene sempre esclusa la Guyana Francese, che tuttavia si trova sulla terraferma.

Posizione Comune Coordinate Regione Dipartimento
NORD   Bray-Dunes 51°04′00″ N   Nord-Passo di Calais   Nord
SUD Lamanère 42°22′00″ N   Linguadoca-Rossiglione   Pirenei Orientali
OVEST   Le Conquet 4°46′00 W   Bretagna   Finistère
EST   Lauterbourg 8°10′00″E   Alsazia   Basso Reno

Francia metropolitanaModifica

Posizione Comune Coordinate Regione Dipartimento
NORD   Bray-Dunes 51°04′00″ N   Nord-Passo di Calais   Nord
SUD Bonifacio 41°23′15″N   Corsica   Corsica del Sud
OVEST   Ouessant 5°06′00"W   Bretagna   Finistère
EST Aleria 9°30′48″E   Corsica   Corsica settentrionale

FranciaModifica

Posizione Comune Coordinate Regione / TOM - DOM Dipartimento / Suddivisione
NORD   Bray-Dunes 51°04′00″ N   Nord-Passo di Calais   Nord
SUD Rapa 17°35′24″ S   Polinesia Francese Isole Australi
OVEST Rimatara 152°51′21″ W   Polinesia Francese Isole Australi
EST Île des Pins 167°29′00″ E   Nuova Caledonia Provincia del Sud

NomeModifica

 
Cartello che indica la fine del comune di Y
Lingua Dipartimento / Regione / Collettività
Italiano[20]   Corsica
  Alpi Marittime
Bretone[21]   Bretagna
  Loira Atlantica
Basco   Pirenei Atlantici
Catalano[22]   Pirenei Orientali
Fiammingo e Olandese   Nord
Tedesco[23]   Alsazia
  Mosella
Francoprovenzale   Ain
  Isère
  Giura
  Doubs
  Loira
  Rodano
  Savoia
  Alta Savoia
Occitano   Aquitania
  Alvernia
  Limosino
  Midi-Pirenei
  Rodano-Alpi
  Charente
  Pirenei Orientali
Comoriano   Mayotte
Kanak e lingue austronesiane   Nuova Caledonia
Lingue polinesiane   Polinesia Francese
Lingue amerindie   Guyana Francese

Comuni insulariModifica

Comuni formati interamente da una o più isole (senza confini terrestri con altri comuni):

Comune Dipartimento Regione
  Île-d'Aix   Charente Marittima   Poitou-Charentes
  Île-d'Arz   Morbihan   Bretagna
  Île-de-Batz   Finistère   Bretagna
  Île-de-Bréhat   Côtes-d'Armor   Bretagna
  Groix   Morbihan   Bretagna
Hœdic   Morbihan   Bretagna
  Île-d'Houat   Morbihan   Bretagna
  Île-aux-Moines   Morbihan   Bretagna
  Île-Molène   Finistère   Bretagna
  Ouessant   Finistère   Bretagna
  Île-de-Sein   Finistère   Bretagna
  L'Île-d'Yeu   Vandea   Paesi della Loira
Saint-Martin[24]   Saint-Martin   Saint-Martin
  Saint-Barthélemy   Saint-Barthélemy   Saint-Barthélemy

Inoltre ci sono 2 comuni su isole fluviali che non confinano con altri comuni:

Comune Regione Dipartimento
  L'Île-Saint-Denis   Île-de-France   Senna-Saint-Denis
  Béhuard   Paesi della Loira   Maine e Loira

Comuni posti interamente su isole (con confini terrestri con altri comuni):

Comuni francesi confinanti con due statiModifica

6 comuni francesi della Francia metropolitana confinano con due stati:

1 comune francese della Francia d'oltremare nella Guyana francese confina con due stati:

NoteModifica

  1. ^ L'analyse des comptes 2003 des communes, Ministère de l'Économie, de l'Industrie et de l'Emploi; Ministère du Budget, des Comptes publics et de la Fonction publique.
  2. ^ La legge "PLM" del 1982 dispone poteri particolari ai tre più grandi comuni francesi.
  3. ^ Nella dinamica politica contemporanea tuttavia, il candidato sindaco viene però preventivamente presentato agli elettori dal suo partito nella figura del capolista.
  4. ^ Il numero minimo era di nove prima della riforma legislativa del 2013.
  5. ^ Il limite era fissato a 3500 abitanti prima della riforma legislativa del 2013.
  6. ^ a b c d Codice ufficiale geografico dell'Institut national della statistique et des études économiques (INSEE).
  7. ^ Documentazione del Codice ufficiale geografico - Codici oltremare
  8. ^ Journal Officiel n° 97, 25 aprile 2006, p. 6161, texte n°1
  9. ^ Journal Officiel n° 176 (1er août 2006), p. 11409, texte n°2 - rectificatif : n° 191 (19 août 2006), p. 12248, texte n°2
  10. ^ Journal Officiel n° 19 (23 janvier 2007), p. 1289, texte n°1
  11. ^ Journal Officiel n° 272 (24 novembre 2006), p. 17609, texte n°3
  12. ^ Journal Officiel n° 22 (26 janvier 2007), p. 1489, texte n°1
  13. ^ Journal Officiel n° 56 (7 mars 2007), p. 4378, texte n°26
  14. ^ Journal Officiel n° 137 (15 juin 2007), p. 10360, texte n°5
  15. ^ Journal Officiel n° 272 (23 novembre 2007), p. 19120, texte n° 6
  16. ^ Journal Official n°226 du 29 septembre 2007 page 15901[collegamento interrotto] texte n° 13
  17. ^ JORF n°0036 du 12 février 2008 page 2555, texte n° 5
  18. ^ JORF n°0043 du 20 février 2008 page 3036, texte n° 12
  19. ^ Décret n° 96-709 du 7 août 1996 portant modification des limites territoriales de départements, d'arrondissements et de cantons, JORF n° 187 du 11 août 1996, p. 12238, NOR INTA9600199D.
  20. ^ La lingua italiana era la lingua ufficiale e di cultura in Corsica fino al 1805, ma fu vietata definitivamente nel 1859. Nelle Alpi Marittime, che facevano parte della Contea di Nizza sabauda fino al 1860, era ufficiale l'italiano fino ad allora, mentre i comuni di Tenda e Briga Marittima, già parte della Contea di Nizza e poi della provincia di Cuneo, furono annessi alla Francia solo nel 1947, mantenendo fino ad allora l'italiano come lingua ufficiale.
  21. ^ Il bretone è stata l'unica lingua ufficiale del Regno di Bretagna fino al 1491.
  22. ^ I Pirenei Orientali fino al 1659 era parte del Regno di Spagna e le lingue ufficiali erano il catalano e lo spagnolo.
  23. ^ La tedesco fu lingua ufficiale in Alsazia-Lorena dal 1870 al 1919 e dal 1940 al 1945.
  24. ^ Il comune confina con la parte olandese dell'isola, chiamata Sint Maarten

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Francia