Apri il menu principale
François Ciccolini
Nazionalità Francia Francia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Laval
Ritirato 1990 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1982-1984 Gazélec Ajaccio ? (?)
1984-1985 CO Saint-Dizier ? (?)
1985-1986 Gazélec Ajaccio ? (?)
1986-1988 Bastia 18 (0)
1988-1990 Gazélec Ajaccio ? (?)
1996-1997 non conosciuta Propriano ? (?)
1997-2000 non conosciuta Porto Vecchio ? (?)
Carriera da allenatore
1999-2001 non conosciuta Porto Vecchio
2002-2004 Bastia Giovanili
2004-2005 Bastia
2008-2009 Red Star
2009-2011 Monaco Giovanili
2011 Neuchâtel Xamax
2014 JS Kabylie
2016-2017 Bastia
2018-Laval
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 27 febbraio 2017

François Ciccolini (Cozzano, 3 giugno 1962) è un allenatore di calcio ed ex calciatore francese, di ruolo attaccante.

Indice

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Da giocatore ha militato quasi sempre in Corsica nel Gazélec Ajaccio e nel Bastia concludendo la carriera di giocatore nelle file del Porto Vecchio nella divisione regionale còrsa nel 2000.

AllenatoreModifica

Dal 1999 al 2001 allena il Porto Vecchio, poi nel 2002 diventa allenatore delle giovanili del Bastia e nel 2004 diventa allenatore della prima squadra sostituendo l'esonerato Gérard Gili. Nel 2008-2009 allena il Red Star nella quarta divisione francese e finita l'esperienza con il Red Star passa ad allenare le giovanili del Monaco. Dopo aver allenato le giovanili dei monegaschi fino al 2011 fa la sua prima esperienza all'estero allenando lo Neuchâtel Xamax in Super League, la massima serie svizzera. Dopo una pausa di ben tre anni nel 2014 ritorna ad allenare il Algeria il JS Kabylie nella massima serie algerina. Il 26 gennaio 2016 è diventato il nuovo allenatore del Bastia sostituendo l'esonerato Ghislain Printant e torna quindi ad allenare la squadra còrsa dopo ben undici anni[1]. Il 21 aprile ha rinnovato il contratto fino a giugno del 2018[2].

Nella stagione 2016-17 il 20 gennaio 2017 si è reso protagonista di un grave episodio, insultando ripetutamente Mario Balotelli nel rientro negli spogliatoi dopo la partita Bastia-Nizza poi si è difeso dicendo che ha insulato sua madre[3].

Il 27 febbraio è stato esonoerato dal Bastia, dopo aver vinto solo 5 partite su 26 lasciando quindi la squadra al penultimo posto in classifica[4].

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica