Chabab Riadhi Belouizdad

squadra di calcio algerina fondata nel 1962
Chabab Riadhi Belouizdad
Calcio Football pictogram.svg
CRB-LOGO 2020.png
Le Grand Chabab (Il Grande Chabab),
Les Chababistes (I Chababisti),
Les Belouizdadis (I Belouizdadi),
Les Blancs et Rouges (I Biancorossi)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Bianco e Rosso.svg Bianco, rosso
Simboli scapulaire
Dati societari
Città Algeri
Nazione Algeria Algeria
Confederazione CAF
Federazione Flag of Algeria.svg FAF
Campionato Ligue 1
Fondazione 1962
Presidente Algeria Charaf-Eddine Amara
Allenatore Francia Franck Dumas
Stadio Stadio 20 agosto 1955
(15 000 posti)
Sito web cr-belouizdad.com/
Palmarès
Titoli nazionali 7 Campionati algerini
Trofei nazionali 8 Coppe d'Algeria
1 Coppa di Lega algerina
1 Supercoppa d'Algeria
Trofei internazionali 3 Coppe dei Campioni del Maghreb
Si invita a seguire il modello di voce

Il Chabab Riadhi Belouizdad (in arabo: الشّباب الرّياضيّ لبلوزداد), meglio conosciuto come Chabab Belouizdad, CR Belouizdad o più semplicemente come CRB, è una società calcistica algerina con sede a Belouizdad, nella provincia di Algeri. Milita in Ligue 1, la massima serie del campionato algerino di calcio.

Il CRB figura al primo posto della classifica perpetua della Ligue 1 algerina, con il record di vittorie, punti ottenuti e gol segnati in massima serie. Il Grande Chabab, com'è soprannominato, è uno dei club più popolari e titolati d'Algeria, ha sempre militato nella massima serie del campionato algerino dalla sua prima partita ufficiale, nel 1962, ed è una delle due squadre, insieme all'MC Orano ad aver partecipato a tutte le edizioni del campionato nazionale, istituito nella stagione 1962-1963 (il club ha preso parte a 55 edizioni delle 56 disputate nella Ligue 1).

I Chababisti hanno vinto 18 titoli nazionali (7 campionati algerini, 8 Coppe d'Algeria, 2 Supercoppe d'Algeria e una Coppa di Lega algerina), che ne fanno il terzo club più titolato alle spalle della JS Kabylie (20) e il MC Algeri (19). A livello regionale e internazionale vantano, invece, la vittoria di tre Coppe dei Campioni del Maghreb, di cui 3 consecutive (1970, 1971 e 1972), che pongono il CRB a pari merito con il MC Algeri, dietro l'ES Sétif (9) e la JS Kabylie (7) nella classifica dei club algerini per numero di vittorie in competizioni regionali e internazionali. Il Chabab Belouzidad è stata, inoltre, la prima squadra algerina a vincere una competizione regionale.

Con i concittadini dell'MC Algeri disputa il derby più seguito del calcio algerino, che oppone le due squadre più titolate della capitale. Altre rivali sono l'USM Algeri e l'Hussein Dey. Disputa le partite interne allo stadio 20 agosto 1955, noto come La Cucina. Ha come colori sociali il bianco e rosso.

Dal 15 ottobre 2018 è di proprietà della società Madar Holding.

StoriaModifica

FondazioneModifica

Il club fu fondato a Belouizdad (un distretto di Algeri noto precedentemente come Belcourt durante il periodo coloniale francese) il 15 luglio 1962 (dieci giorni dopo l'indipendenza algerina dalla Francia) come Chabab Riadhi de Belcourt, dalla fusione del Widad Riadhi Belcourt (fondato nel 1947 e avente sede in rue de Lyon) e del Club Athéltique de Belcourt (fondato nel 1950). Etrambi i sodalizi erano affiliati alla FFFA (Federazione calcistica della Francia) e alla LAFA (Ligue d'Alger de Football Association).

1963-1972: il periodo d'oro del CRBModifica

 
La squadra del Chabab Belouizdad negli anni '60.
 
Hacène Lalmas, stella del Chabab Belouizdad tra il 1962 e il 1973.

Dal 1963 al 1972 il club conobbe numerosi successi, vincendo 10 titoli in 8 stagioni. Impostasi come una delle migliori squadre d'Africa, il Chabab Belouizdad poteva annoverare giocatori come Lalmas (nominato nel 1993 migliore calciatore algerino di sempre), Kalem, Achour e Selmi e rifornì costantemente la nazionale algerina. Sotto la presidenza di Boukida Djeloul e la guida dell'allenatore Yahia Saâdi, il club vinse il campionato nel 1964-1965, il primo trionfo di una lunga serie. Dopo aver goduto dell'appoggio di molte forze produttive locali, che decisero di finanziare il progetto sportivo del club, la dirigenza seppe coniugare giovani talenti con giocatori più esperti per creare un gruppo coeso e di valore, che tornò al successo nazionale nel 1965-1966, quando, grazie a una pregevole rimonta, vinse il campionato risalendo dall'ultimo al primo posto della graduatoria con 9 vittorie consecutive. Nel 1965-1966 fu messa in bacheca anche la prima Coppa d'Algeria nella storia della squadra. Dopo un paio di stagioni al di sotto delle attese, anche a causa di infortuni che decimarono la squadra e la stanchezza dovuta alla partecipazione dei giocatori del CRB alla Coppa d'Africa 1968 con la nazionale algerina, i successi ripresero nel 1968-1969, con la vittoria del campionato e della coppa nazionale sotto la guida di Ahmed Aaran, nelle vesti di allenatore-giocatore. Il double campionato-coppa fu ottenuto anche l'anno successivo.

All'inizio degli anni '70 la compagine di Belouizdad si affermò anche a livello internazionale, vincendo 3 Coppe dei Campioni del Maghreb (1970, 1971 e 1972). Particolarmente propizio fu il 1970, anno in cui furono vinti tre titoli, con una sola sconfitta stagionale, in casa dell'MC Orano per 3-1. Negli anni a venire non giunsero altri successi in campionato, mentre nel 1977-1978 il club tornò a vincere la Coppa d'Algeria dopo otto anni.

Il rinnovamento e il digiuno di successiModifica

Dopo i trionfi degli anni '60 e '70, alla fine degli anni '70 il club entrò in un periodo non impreziosito da successi, che durò fino al 1995. Malgrado vari secondi, terzi o quarti posti, la squadra non riuscì ad arricchire la propria bacheca e nel 1987-1988 visse la più tribolata stagione della propria storia, retrocedendo in seconda divisione e perdendo la finale della Coppa d'Algeria (ai tiri di rigore contro l'USM Alger) pur disponendo di una rosa molto competitiva sulla carta (Yahi, Amani, Badache, Laamouri, Khoudja, Kabrane, Abdesamia, Kouhil, Demdoum).

Ritrovata la massima divisione già al termine dell'annata 1988-1989 (grazie al secondo posto in seconda serie), il club faticò, tuttavia, in massima serie, tanto da sfiorare una nuova retrocessione nel 1992-1993. Grazie al quarto posto del 1993-1994, la squadra prese parte alla Coppa dei Campioni araba, in cui esordì nel 1995 raggiungendo la semifinale.

Il graduale ritorno ai verticiModifica

Nel 1994-1995 il CRB vinse nuovamente la Coppa d'Algeria dopo diciassette anni. Fu l'alba di un quinquennio in cui, malgrado i cambi al vertice (l'abbandono di Lefkir e l'arrivo di Selmi) e in panchina (Mourad Abdelouahab rimpiazzò la coppia Bacha-Adjaout), la compagine biancorossa tornò gradualmente a recitare un ruolo importante in ambito nazionale, grazie a calciatori quali Bekhti, Badji, Settara, Talis, Bounekdja, Selmi Yaçine, Chedba, Ali Moussa, Boutaleb, oltre a Mezouar e Boukessassa. La crescita culminò con il ritorno alla vittoria del titolo dopo trent'anni, nel 1999-2000, vittoria seguita da quella in Coppa di Lega algerina (3-0 in finale contro l'MC Orano) e bissata in campionato nella stagione successiva, in modo ancora migliore (con sette giornate di anticipo rispetto alla fine del torneo). Con l'arrivo, a metà della stagione, di Nour Benzekri, il Chabab Belouizdad riuscì a vincere 10 partite di fila.

Gli anni bui di inizio millennioModifica

Le annate seguenti furono incolori per il club, che subì un netto ridimensionamento anche a livello societario, con 17 calciatori campioni d'Algeria ceduti nell'arco di 18 mesi. Ad eccezione della finale di Coppa d'Algeria raggiunta nel 2002-2003, i risultati sportivi negli anni a venire peggiorarono drammaticamente, sino alle due retrocessioni sfiorate nel 2003-2004 e nel 2004-2005. Nel 2005-2006, malgrado 16 nuovi innesti in rosa, non si andò oltre il settimo posto in campionato.

La ripresa (dal 2008)Modifica

Si dovette attendere la stagione 2008-2009 per rivedere un successo, con la vittoria della Coppa d'Algeria, accompagnata dal quarto posto in campionato. Negli anni a venire la squadra ottenne piazzamenti variabili tra il quarto e il tredicesimo posto, anche a causa delle cattive gestioni e i continui cambi presidenziali (Mahfoud Kerbadj, Azzedine Gana, Réda Malek e Mohamed Bouhafs).

Nonostante i grigi risultati in campionato, sul finire degli anni duemiladieci la squadra riuscì a disputare altre tre finali della coppa nazionale (2012, 2017, 2019), vincendone due (2017-2019). Nel 2019-2020, a vent'anni di distanza dall'ultimo campionato vinto, il Chabab Belouizdad, passato dall'allenatore Abdelkader Amrani al tecnico francese Franck Dumas, si aggiudicò nuovamente il titolo algerino.[1]

StadioModifica

Il club gioca le gare casalinghe allo stadio 20 agosto 1955 di Algeri, che dispone di 15 000 posti a sedere.

AllenatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori del C.R. Belouizdad

CalciatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori del C.R. Belouizdad

OrganicoModifica

RosaModifica

Aggiornata al 27 ottobre 2020.[2]

N. Ruolo Giocatore
1   P Gaya Merbah
2   D Chouhaib Keddad
3   D Chemseddine Nessakh (capitano)
4   D Zakaria Khali
5   C Larbi Tabti
6   C Zakaria Draoui
7   C Youcef Bechou
8   C Mohamed Islam Bakir
9   A Mohamed Souibaâh
10   C Amir Sayoud
11   A Ahmed Gasmi
12   C Fouad Ghanem
13   D Anes Saad
14   A Maecky Ngombo
N. Ruolo Giocatore
15   C Housseyn Selmi
16   P Toufik Moussaoui
17   A Khaled Bousseliou
18   D Sofiane Bouchar
19   C Adel Djerrar
20   A Hamza Belahouel
21   C Samir Aiboud
22   D Mokhtar Belkhiter
23   D Zinelaabidine Boulakhoua
24   C Bilal Tarikat
25   A Marcellin Koukpo
26   P Ahmed Abdelkader
27   D Rayen Hais Benderrouya

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

1965, 1966, 1969, 1970, 2000, 2001, 2020
1966, 1969, 1970, 1978, 1995, 2009, 2017, 2019
1995, 2019
2000

Competizioni internazionaliModifica

1970, 1971, 1972

Altri piazzamentiModifica

Semifinalista: 1996

NoteModifica

  1. ^ (FR) CRB : 19 ans après, le Chabab est de nouveau champion, competition.dz, 29 luglio 2020.
  2. ^ (FR) FICHE DU CLUB: CR BELOUIZDAD, su lfp.dz.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio