Apri il menu principale

Le Francescane della Croce del Libano (in francese Congrégation des Sœurs Franciscaines de la Croix du Liban) sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: le suore di questa congregazione pospongono al loro nome la sigla F.C.L.[1]

Indice

Cenni storiciModifica

La congregazione venne fondata a Ghazīr da Khalīl Al-Haddād (1875-1954), frate cappuccino, con l'aiuto di Maria Zoghaib (in religione madre Maria della Croce).[2]

L'istituto, aggregato all'ordine dei Frati Minori Cappuccini dal 31 luglio 1946, venne approvato dal vicario apostolico di Beirut il 1º agosto 1949 e ricevette il pontificio decreto di lode il 25 luglio 1967.[2]

Il fondatore, in religione frate Giacomo da Ghazīr, è stato proclamato beato il 22 giugno 2008.[3]

Attività e diffusioneModifica

Le Francescane della Croce del Libano si dedicano all'assistenza ospedaliera ai sacerdoti anziani e malati, alla cura dei disabili e degli anziani, all'istruzione, alla cura e all'educazione degli orfani.[4]

Sono presenti in Giordania, Italia, Egitto, Siria e a Gerusalemme:[5] la sede generalizia è a Bkennaya.[1]

Al 31 dicembre 2005 l'istituto contava 242 religiose in 24 case.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c Ann. Pont. 2007, p. 1589.
  2. ^ a b DIP, vol. IV (1977), coll. 279-280, voce a cura di Mariano d'Alatri.
  3. ^ Riti di beatificazione approvati da papa Benedetto XVI, su vatican.va. URL consultato il 10-7-2009.
  4. ^ Giacomo da Ghazir Beato, in Bollettino di Informazioni Cappuccine Internazionali (PDF) [collegamento interrotto], su db.ofmcap.org. URL consultato il 10-7-2009.
  5. ^ Le Suore Francescane della Croce del Libano, su assadakah.it. URL consultato il 10 luglio 2009 (archiviato dall'url originale il 9 maggio 2006).

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo