George Winslow

attore statunitense

George "Foghorn" Winslow (Los Angeles, 3 maggio 1946Camp Meeker, 13 giugno 2015) è stato un attore statunitense, attivo come attore bambino tra il 1952 e il 1958.

BiografiaModifica

George Wentzlaff nacque nel 1946 a Los Angeles.

Soprannominato "Foghorn" per la sua voce rauca, del tutto inaspettata in un bambino esile, dai capelli biondi e gli occhi blu, ottenne un immediato successo quando, intervistato alla radio a 5 anni da Art Linkletter nel suo programma People are Funny, alla domanda di quale fosse il suo nome rispose serissimo: "George Wentzlaff, ma io preferirei essere Casey Jones" (il riferimento è al celebre ingegnere e inventore americano al quale era dedicato un popolare programma per ragazzi). La battuta spontanea provocò l'ilarità del pubblico e del conduttore, il quale lo richiamò più volte a partecipare al programma. Nella conversazione, George manteneva sempre con naturalezza un atteggiamento solenne e distaccato da persona adulta, con pause di silenzio e sentenze lapidarie "alla Gary Cooper" con un effetto di comicità irresistibile[1].

Tra le tante persone che rimasero colpite dalla voce particolare del bambino e dalla sua naturale vena comica ci fu anche l'attore Cary Grant, che lo presentò al regista Norman Taurog. Con il nome di George Winslow, il bambino partecipò così a due film con Grant, C'è posto per tutti (1952) e Il magnifico scherzo (1952), per ottenere quindi un ruolo di protagonista in Senza madre (1952). Fu però una piccola parte nel film Gli uomini preferiscono le bionde (1953) a dargli notorietà internazionale. Nei panni di Henry Spofford III, giovane e precoce ammiratore di Marilyn Monroe, il bambino letteralmente ruba la scena con i suoi commenti, come quando in tutta serietà rileva che l'attrice emana un "certo magnetismo animale". I film successivi, nei quali si cercò di ricreare la magia di quel memorabile ed irripetibile incontro, includono Allegri esploratori (1953) con Clifton Webb e Edmund Gwenn, Artisti e modelle (1955) con Dean Martin e Jerry Lewis. Winslow partecipò anche ad alcuni episodi di serie televisive.

Quando raggiunse i 12 anni, quel contrasto curioso tra la voce e il suo aspetto era però svanito. Winslow si ritirò dalle scene senza recriminazioni: recitare in fondo non gli era mai veramente piaciuto[2].

Finiti gli studi, prestò servizio militare per quattro anni nella Marina americana durante la guerra del Vietnam. Negli anni Settanta si trasferì a Camp Meeker (California) dove lavorò nel locale servizio postale. Scapolo, condusse una vita riservata con i suoi adorati gatti e la passione per la fotografia. Morì nel sonno, nella sua casa, per un attacco cardiaco a 69 anni nel giugno 2015.

RiconoscimentiModifica

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

NoteModifica

  1. ^ Marc Best, Those Endearing Young Charms, p. 265.
  2. ^ Necrologio (New York Times, 25 giugno 2015)

BibliografiaModifica

  • (EN) John Holmstrom, The Moving Picture Boy: An International Encyclopaedia from 1895 to 1995, Norwich, Michael Russell, 1996, pp. 257–258.
  • (EN) David Dye, Child and Youth Actors: Filmography of Their Entire Careers, 1914-1985, Jefferson, NC: McFarland & Co., 1988, p. 240.
  • (EN) Edward Edelson. Great Kids of the Movies, Garden City, NY: Doubleday, 1979, pp. 46-47.
  • (EN) James Robert Parish, Great Child Stars, New York: Ace Books, 1976, pp. 185-190.
  • (EN) Marc Best, Those Endearing Young Charms: Child Performers of the Screen, South Brunswick and New York: Barnes & Co., 1971, pp. 265–269.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN19402996 · ISNI (EN0000 0001 1439 0677 · LCCN (ENno2005005552 · BNF (FRcb140456519 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2005005552