Apri il menu principale

Nanni Campus

politico e docente italiano
(Reindirizzamento da Gianvittorio Campus)
Nanni Campus
Gianvittorio campus.jpg

Sindaco di Sassari
In carica
Inizio mandato 2 luglio 2019
Predecessore Nicola Sanna

Durata mandato 3 maggio 2000 –
9 maggio 2005
Predecessore Anna Sanna
Successore Gianfranco Ganau

Senatore della Repubblica Italiana
Durata mandato 15 aprile 1994 –
15 giugno 2000
Legislature XII, XIII
Gruppo
parlamentare
Forza Italia (XII, XIII)
Alleanza Nazionale (XIII)
Coalizione Polo del Buon Governo (XII, XIII)
Polo per le Libertà (XIII)
Circoscrizione Sardegna
Collegio 4 - Sassari
Incarichi parlamentari
  • Membro della 7ª Commissione permanente (Istruzione pubblica, beni culturali)
  • Membro della 12ª Commissione permanente (Igiene e sanità)
  • Membro della Commissione speciale in materia d'infanzia
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Indipendente (dal 2013)
In precedenza:
MSI (fino al 1994)
FI (1994-1996)
AN (1996-2009)
PdL (2009-2013)
Titolo di studio Laurea in medicina e chirurgia
Università Università degli studi di Sassari
Professione Docente universitario; Chirurgo plastico

Gian Vittorio Campus, detto Nanni (Sassari, 3 settembre 1952), è un politico, chirurgo e accademico italiano, ex-senatore e sindaco di Sassari dal 2000 al 2005 e nuovamente dal 2019.

BiografiaModifica

Ha intrapreso la carriera di docente universitario dopo la laurea in medicina, impegnato in politica fin da giovane prima con l'MSI poi con Forza Italia con cui nel 1994 entrerà in parlamento, passa nello schieramento di Alleanza Nazionale durante la sua seconda legislatura al Senato dal 1996 al 2000.[1].

Chiuderà prematuramente la sua seconda avventura a Palazzo Madama, risultando eletto nel 2000 sindaco nella sua città natale. Nel 2005, al termine del suo primo mandato, non si ripresenta alle elezioni comunali. Nel 2009 è candidato alle elezioni regionali ottenendo un cospicuo numero di voti, risultando eletto nelle file del Popolo delle Libertà come terzo più votato nel collegio provinciale di Sassari e il più votato in assoluto nella città di Sassari. Poi lascia il PdL ed è Presidente del Gruppo consiliare Sardegna è già Domani .[2], fino al marzo 2014.

Dal 2014 è direttore del Dipartimento di scienze chirurgiche, microchirurgiche e mediche dell'Università di Sassari[3][4]

Nel 2019 si ricandida a sindaco di Sassari con una coalizione di lista civica. Dopo aver superato il primo turno con il 30,5% dei voti, vince al ballottaggio del 30 giugno con il 56,22%, sconfiggendo il candidato sindaco del centro-sinistra Mariano Brianda e diventando per la seconda volta dopo diciannove anni sindaco di Sassari.

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Francesco Floris (a cura di), La grande Enciclopedia della Sardegna, Sassari, La Nuova Sardegna, 2007.

Collegamenti esterniModifica