Gorbio

comune francese
Gorbio
comune
Commune de Gorbio
Gorbio – Stemma
(dettagli)
Gorbio – Veduta
Veduta generale di Gorbio
Localizzazione
StatoFrancia Francia
RegioneBlason région fr Provence-Alpes-Côte d'Azur.svg Provenza-Alpi-Costa Azzurra
DipartimentoArms of Nice.svg Alpi Marittime
ArrondissementNizza
CantoneMentone
Amministrazione
SindacoMichel Isnard (PCF) dal 2001
Territorio
Coordinate43°47′N 7°27′E / 43.783333°N 7.45°E43.783333; 7.45 (Gorbio)Coordinate: 43°47′N 7°27′E / 43.783333°N 7.45°E43.783333; 7.45 (Gorbio)
Superficie7,05 km²
Abitanti1 297[1] (2009)
Densità183,97 ab./km²
Comuni confinantiMentone, Roccabruna, Peille, Sainte-Agnès
Altre informazioni
Cod. postale06500
Prefisso04
Fuso orarioUTC+1
Codice INSEE06067
Targa06
Nome abitantiGorbarins (FR); Gorbarini (IT)
Parte diComunità della Riviera francese
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Gorbio
Gorbio
Sito istituzionale

Gorbio (Gouarbe in mentonasco) è un comune francese di 1.297 abitanti situato nel dipartimento delle Alpi Marittime della regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra.

È la città in cui è morto l'attore cinematografico Pierre Cressoy.

Geografia fisicaModifica

Il territorio del comune di Gorbio si trova in una valle al di sopra di Mentone e Roccabruna (Roquebrune-Cap-Martin), ed è attraversato da una parte all'altra dall'omonimo Gorbio, un torrente che ha la sua sorgente a Peglia (Peille), e dopo Gorbio sfiora Roccabruna e Mentone, costituendone il confine prima di gettarsi nel mar Mediterraneo[2].

StoriaModifica

Fin dall'epoca longobarda nel territorio operarono i monaci bedettini di San Colombano che già avevano fondato nel cuneese l'abbazia di San Dalmazzo di Pedona, nel VII secolo l'abbazia di Taggia e nel VIII secolo a Nizza il monastero di Cimiez. Essi operavano in raccordo e con scambio di merci attraverso i valichi con i monaci dell'abbazia di Lerino, che da monaci eremiti avevano accolto in epoca longobarda la regola cenobitica di san Colombano diffondendosi anche fuori dall'isola, dalla costa da Ventimiglia fino a Seborga; furono monaci famosi per la cultura, lo studio ed il lavoro, e per la riapertura di vie commerciali, la coltivazione intensiva con nuove tecniche agricole, bonifiche terriere e terrazzamenti, e la conservazione degli alimenti; tutte le fondazioni accoglieranno verso il IX secolo la regola benedettina.

Lingue e dialettiModifica

Linguisticamente è un comune della Terra Mentonasca, territorio delle Alpi Marittime di lingua e cultura mentonasca (da Mentone, "capitale culturale"), transitoria tra l'Occitania (lingua occitana) e la Liguria (lingua ligure). Il toponimo comunale è rimasto in italiano, lingua ufficiale prima dell’annessione alla Francia nel 1860.

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti

AraldicaModifica

Lo stemma di Gorbio è un blasone d'azzurro con monte d'argento uscente da un mare del medesimo colore, muovendo dalla punta, e capo d'oro caricato d'un'aquila bicefala di sabbia.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Francia