Apri il menu principale
Schema della Grande Viabilità Triestina

Con il termine GVT-Grande Viabilità Triestina si intende il collegamento stradale, con caratteristiche di autostrada o di strada extraurbana principale, tra la città di Trieste e la rete autostradale italiana e slovena.

La denominazione Grande Viabilità Triestina attualmente non è assegnata ad alcuna strada. Fino al 1997 veniva così chiamata la sopraelevata di Trieste (ora SS 202). È composta da tratti viari classificati diversamente ma collegati tra loro senza soluzione di continuità.

La GVT ha inizio a Sistiana come continuazione dell'autostrada A4.

Partendo dall'autostrada A4 al molo VII del porto di Trieste, la GVT è così composta:

La GVT si compone inoltre di due diramazioni, con caratteristiche di autostrada, verso i confini sloveni, costruite in quanto previste dagli accordi di Osimo del 1975 e dal conseguente decreto del presidente della Repubblica 6 marzo 1978, n. 100 (GU n. 102 suppl. ord. del 13/04/1978)[2]:

PercorsoModifica

Grande Viabilità Triestina
Tipo Indicazione ↓km↓ ↑km↑ Provincia Classificazione strada
      Venezia 0,0 Trieste Raccordo autostradale 13
  Sistiana
  Strada Costiera - Miramare
0,3
  Area di servizio
  Sgonico 9,0
  Area di servizio
  Prosecco
  SS 58 Strada Nuova per Opicina - Trieste
11,3
    diramazione per Fernetti-confine di Stato 16,5
  Trebiciano 18,6
  Padriciano
  SS 202 (tratto a due corsie)
21,3 Autostrada Sistiana-Rabuiese
  Cattinara -   Ospedale
  SS 202 (tratto a due corsie)
24,1
    Trieste zona ind. Est Strada statale 202 Triestina
(sopraelevata di Trieste)[1]
  Autostrada Sistiana-Rabuiese[3]  
  Trieste Via dei Frigessi
  Trieste Via G. e S. Caboto
  Z. ind. Ovest -  Via Flavia - Rabuiese    
  Trieste Via C. Errera
  Valmaura
  Stadio Nereo Rocco - Risiera di San Sabba
  Servola
  Trieste porto
  Molo VII - via L. Von Bruck

Percorso delle diramazioniModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Raccordo autostradale 14 § Tabella percorso e Nuova strada Anas 326 - Raccordo Lacotisce-Rabuiese.

StoriaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Raccordo autostradale 13 § Storia.

NoteModifica

  1. ^ a b Non tutta la SS 202 fa parte della GVT. Alcuni km della SS 202 non sono a carreggiate separate e questo tratto, non compreso nella GVT, si sviluppa parallelamente alla NSA 344. Di conseguenza solo il tratto a 2 corsie per senso di marcia della SS 202, la cosiddetta sopraelevata, è parte integrante della GVT.
  2. ^ Decreto del presidente della Repubblica 6 marzo 1978, n. 100
  3. ^ Aperto al traffico nel 2008

Collegamenti esterniModifica

  • Sito ufficiale, su grandeviabilitatrieste.it. URL consultato il 5 settembre 2009 (archiviato dall'url originale il 25 marzo 2009).