Apri il menu principale

Confine

una linea stabilita per convenzione fra governi
(Reindirizzamento da Confine di stato)
Cartello indicatore del confine tra Italia e Slovenia al valico della Casa Rossa presso Gorizia.

Geograficamente il confine è una linea o una zona di separazione e contemporaneamente di contatto tra due superfici naturali ( esempio di confine tra due zone naturali è lo spartiacque tra valli attigue) e/o politico-amministrative ( esempio di confine istituzionale non naturale è il limite delle acque territoriali). Giuridicamente è la linea di demarcazione della proprietà immobiliare controllata da un soggetto, che sia una persona o autorità locale e statale, che la separa perciò dalle proprietà controllate da altri enti. Geopoliticamente si usa sovente come sinonimo di confine tra Stati la frontiera[1][2], anche se quest'ultima di solito è riferita a zone di terraferma e sovente è sfalzata rispetto il confine reale ( si pensi ad esempio nei porti o aeroporti).

Confine territorialeModifica

 
Sul confine fra Paesi Bassi e Belgio a Baarle-Nassau sorge un caffè.
 
Il confine di Ponte Tresa, il più antico al mondo[senza fonte]

Nel diritto internazionale in particolare il soggetto è il singolo stato che può anche controllarlo materialmente e militarmente: un esempio di questo tipo era il Muro di Berlino ed un altro è il confine tra le due Coree che presenta una zona cuscinetto smilitarizzata.

In buona parte dei casi la tracciatura è avvenuta storicamente seguendo delle caratteristiche geografiche specifiche dei luoghi e, ad esempio tra gli stati che hanno firmato gli Accordi di Schengen, restano ora più che altro delle indicazioni politiche senza divisioni fisiche.

Dove le aree di confine, che possono per convenzione anche coincidere con i luoghi di partenza e di arrivo di merci e persone come porti e aeroporti, sono tuttora presenziate, esistono degli organismi appositi per il controllo dei passaggi di persone (Polizia di frontiera) e merci (dogana). Spesso un confine coincide con una linea spartiacque tra due territori o con un corso di un fiume.

Il confine internazionale più antico al mondo è quello fra Italia e Svizzera nel tratto di competenza del Canton Ticino e delle province di Como, Varese e Verbania: tracciato più di 500 anni fa dal trattato di Friburgo nel 1516, non fu da allora mai più spostato neanche transitoriamente.[senza fonte]

Confine di stato terrestri per lunghezzaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Lista dei confini terrestri per lunghezza.

Oltre i 5.000 kmModifica

# Paesi Lunghezza
(km)
Note
1 Canada — Stati Uniti 8 893 In due parti, 6 416 al sud del Canada e 2 477 km tra il Canada e l'Alaska
2 Kazakistan — Russia 6 846
3 Argentina — Cile 5 150
4 Cina — Mongolia 4 677

Sotto i 50 kmModifica

# Paesi Lunghezza
(km)
Note
300 Liechtenstein — Svizzera 41
301 Italia — San Marino 39
302 Armenia — Iran 35
Austria — Liechtenstein 35
304 Croazia — Montenegro 25
305 Corea del Nord — Russia 19
306 Spagna — Marocco 16 6,3 km con Ceuta, 9,6 km con Melilla
307 Francia — Regno dei Paesi Bassi 10 Presso l'isola di Saint-Martin
308 Azerbaigian — Turchia 9
309 Francia — Monaco 4
310 Città del Vaticano — Italia 3
311 Botswana — Zambia 2
312 Spagna — Regno Unito 1 Presso Gibilterra

Il confine nelle cultureModifica

Il concetto di "confine" era rivestito di sacralità in varie culture del mondo antico, come testimoniano i kudurru ("pietre di confine") in Mesopotamia o il culto di Termine nell'antica Roma, il quale prevedeva anche cerimonie religiose dette Terminalia. Era poi sacro il pomerio, linea di confine delimitante prima le città degli Etruschi e poi le città italiche e Roma[3]. Presso gli antichi Greci il dio dei confini era invece Ermes.

In molte civiltà di varie epoche il passaggio dei "confini" tra una condizione sociale ad un'altra o tra una fase della vita ed un'altra era segnato dai riti di passaggio, studiati particolarmente dall'antropologo Arnold van Gennep. Nelle mitologie antiche si trovano esempi di creature mostruose come la Sfinge, o il dio romano Giano, posti a guardia della soglia iniziatica.[4][5]

Vari rituali come il Samhain dei Celti, o il Carnevale, avevano la funzione di favorire una rottura del "confine" fra due dimensioni, fra il mondo dei vivi e quello dei morti o degli spiriti. Anche la commemorazione dei defunti del 2 novembre è il retaggio di un periodo particolare dell'anno legato a un'attenuarsi della distanza tra la dimensione terrestre e l'aldilà.[6]

Per converso, laddove si attribuisca al confine il valore negativo di ostacolo culturale, la critica odierna si è espressa in senso terminologico coniando il termine "muro della vergogna".[senza fonte]

L'antropologo Jared Diamond nei suoi viaggi di studio tra le popolazioni indonesiane, racconta come i confini territoriali tra una tribù e l'altra sono considerati tabù e vengono segnalati nella foresta equatoriale da semplici saltuari rametti spezzati che sebbene a lui passassero del tutto inosservati ed insignificanti, alle guide risultavano evidenti [7].

Confini territoriali animaliModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Territorio (biologia).

Nei mammiferi terrestri i confini territoriali vengono marcati con secrezioni odorose.

NoteModifica

  1. ^ Frontiera, in Grande Dizionario di Italiano, Garzanti Linguistica.
  2. ^ https://aulalettere.scuola.zanichelli.it/come-te-lo-spiego/confine-e-frontiera-un-sinonimo-ambiguo/
  3. ^ http://www.treccani.it/enciclopedia/pomerio_(Enciclopedia-Italiana)/
  4. ^ Jean Hani, Il simbolismo del tempio cristiano: la via dei simboli (1978), trad. it. di Tommaso Buonacerva, pag. 92, Edizioni Arkeios, 1996.
  5. ^ Claudio Cardella, Stefano Costa, Il sogno dei filosofi, pag. 63, Edizioni Ciquadro, 2017.
  6. ^ Giovanna Lombardi, Sciamane, Verdechiaro, 2015.
  7. ^ Jared Diamond, Collasso. Come le società scelgono di morire o vivere (Collapse: How Societies Choose to Fail or Succeed, 2005), Torino: Einaudi 2005 ISBN 8806176382 ISBN 9788806186425

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85016091 · GND (DE4130793-8 · BNF (FRcb11954113g (data) · NDL (ENJA00567202