Guido Macor

calciatore italiano
Guido Macor
Macor.jpg
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 196?
Carriera
Giovanili
194?-1950 Pro Gorizia
Squadre di club1
1950-1952 Pro Gorizia ? (?)
1952-1953 Fanfulla 26 (2)
1953-1954 Juventus 3 (1)
1954-1955 Monza 20 (7)
1955-1956 SPAL 26 (9)
1956-1957 Genoa 18 (2)
1957-1958 SPAL 10 (4)
1958-1960 Catania 69 (22)
1960-1961 Template:Parma Calcio 1913 ? (?)
1961-1963 Sambenedettese 45 (10)
1963-1965 Treviso 22 (3)
1965-196? Latisana ? (?)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Guido Macor (Udine, 4 ottobre 1932) è un ex calciatore italiano.

CarrieraModifica

Cresce calcisticamente nel Pro Gorizia dove esordisce in Serie C. Passa successivamente in Serie B al Fanfulla. Viene poi ingaggiato, nel 1953 Juventus ma non convince anche se, nell'ultima gara fatta in maglia bianconera il 7 febbraio 1954, segna anche una rete contro il Genoa che sarà una sua futura squadra. L'anno successivo viene ceduto in prestito al Monza in Serie B.

La svolta avviene però nel 1955 quando la Juventus lo cede alla SPAL di Paolo Mazza[1] che era retrocessa in Serie B. Fatalmente la SPAL viene ripescata e Macor si trova ad essere il titolare dei biancoazzurri in quello che sarà in assoluto il suo campionato più bello e nel quale segnerà il suo record di marcature in Serie A: 9 reti. In quel campionato Macor parte alla grande, segna ben 6 goal nelle prime 9 gare ed uno di questi è fondamentale per una storica vittoria della SPAL contro il Bologna, squadra contro la quale, nella gara di ritorno, un altro suo goal risulterà decisivo per il pareggio. Mazza a questo punto lo cede in prestito al più quotato Genoa[2] in cambio della comproprietà del più giovane Ivan Firotto ma i due non convincono le società destinatarie dello scambio e l'anno dopo le cose si invertono per cui nel 1957 Macor torna alla SPAL.

Poi Macor passa al Catania dove vive una seconda giovinezza e contribuisce alla promozione in Serie A degli etnei nel 1959-60, ritrovando l'ex spallino Prenna. Celebre l'affiatamento del duo che si ricostituì a Catania e Macor torna con i siciliani a giocare in Serie A.

Ha giocato successivamente nel Parma nella Sambenedettese per poi concludere la sua carriera con il Treviso in Serie C nel 1964-1965[3] ed in seguito nel Latisana.

In Serie A ha giocato 69 partite segnando 19 reti.

NoteModifica

  1. ^ Le liste di trasferimento della Lega Nazionale, Il Corriere dello Sport, 2 settembre 1955, pag.3
  2. ^ Le liste di trasferimento, Il Corriere dello Sport, 31 agosto 1956, pag.3
  3. ^ Almanacco illustrato del calcio, Rizzoli editore e Edizioni Carcano, annate 1965 e 1966

BibliografiaModifica

  • Davide Rota, Dizionario illustrato dei giocatori genoani, De Ferrari, 2008.

Collegamenti esterniModifica

  • Dario Marchetti (a cura di), Guido Macor, su Enciclopediadelcalcio.it, 2011.