Guy Stockwell

attore statunitense
Guy Stockwell (a destra) con Gardner McKay e Susan Oliver nella serie televisiva Avventure in paradiso (1961)

Guy Stockwell (New York, 16 novembre 1933Prescott, 6 febbraio 2002) è stato un attore statunitense.

BiografiaModifica

Fratello maggiore dell'attore Dean Stockwell, Guy Stockwell iniziò in giovanissima età la sua carriera di attore sul palcoscenico. Nel 1943 apparve a Broadway nella pièce Innocent Voyage, dove recitò con suo fratello Dean, mentre nella stagione 1944-1945 interpretò il ruolo di Oliver Blachman nella commedia Chicken Every Sunday di Julius J. e Philip G. Epstein.

Co-fondatore del Los Angeles Art Theater, Stockwell deve principalmente la sua fama al personaggio dello skipper Chris Parker, che egli interpretò dal 1961 al 1962 in 26 episodi della serie televisiva Avventure in paradiso, ambientata nel Sud Pacifico, e alla partecipazione alla serie antologica The Richard Boone Show, di cui interpretò 25 episodi tra il 1963 al 1964.

Stockwell raggiunse l'apice della carriera nella seconda metà degli anni sessanta, periodo in cui apparve anche in numerose pellicole di grande successo, come Il principe guerriero (1965), accanto a Charlton Heston, e Tobruk (1967). Interpretò inoltre il ruolo di Buffalo Bill Cody nel western I dominatori della prateria (1966) e fu protagonista del film d'avventura Beau Geste (1966), al fianco di Leslie Nielsen e Telly Savalas. Lavorò intensamente per il piccolo schermo fino alla fine degli anni ottanta, partecipando a innumerevoli serie televisive come Perry Mason (1964), Bonanza (1964-1969), Sulle strade della California (1976), Le strade di San Francisco (1976), Fantasilandia (1978), Magnum P.I. (1981), La signora in giallo (1987-1990), Colombo (1990).

Sposato e divorziato tre volte, padre di tre figli, Stockwell morì nel 2002, all'età di 68 anni, per le complicanze del diabete di cui aveva sofferto negli ultimi anni della sua vita.

Filmografia parzialeModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

Doppiatori italianiModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN61750059 · ISNI (EN0000 0001 2026 9670 · LCCN (ENno94041106 · GND (DE1168438268 · BNF (FRcb14056674d (data) · BNE (ESXX1499004 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no94041106