Apri il menu principale

I guardiani del destino

film del 2011 diretto da George Nolfi

TramaModifica

David Norris, prossimo candidato alla carica di senatore per lo Stato di New York, con un curriculum da già brillante ex alunno e giocatore di pallacanestro della Fordham University, è uno dei favoriti alle elezioni politiche e gli si prospetta una folgorante carriera politica. A distrarlo durante la propaganda elettorale in corso è l'imprevisto incontro con una bella ballerina di nome Elise Sellas, la quale sembrerà essere l'inopportuna artefice del cambiamento del destino scritto per David, oltre che del proprio destino scritto come ballerina. David, nell'ostinato tentativo di mantenere un successivo contatto con lei, nota un ripetuto susseguirsi di circostanze strane e inverosimili — che sospetta ormai non più casuali, bensì finemente architettate da "qualcuno" — le quali impediscono il proseguimento del loro rapporto ad ogni tentativo di ravvicinamento, in vista di un apparente citato "bene" superiore.

David scopre che a tenerlo lontano da Elise sono alcuni "piani" predefiniti del destino, ovvero dei percorsi già decisi e predefiniti per entrambi da parte di un non definito "Presidente", il quale in caso di discostamenti indesiderati dal "piano", si serve di "guardiani" per riportare in riga ciò che è stato accidentalmente deviato dalla linea del destino, a seguito del loro incontro. Tali "guardiani", utilizzando costanti pedinamenti nonché misteriosi ed efficaci poteri in grado di cambiare gli eventi, cercheranno tramite il loro operato di interrompere la l'attuale linea temporale del destino per ripristinarlo allo stato originale.

Però David, ancora innamorato della ragazza anche nel giorno del suo matrimonio (e da lei ancora ricambiato), cercherà, anche a costo di vanificare le prospettive della propria carriera da senatore, di sfidare i guardiani stessi cercando di incontrare il "Presidente" e scoprire il motivo di tanta ostilità verso lui e Elise. Scoprirà però che neanche i guardiani stessi conoscono le motivazioni che spingono il presidente.

ProduzioneModifica

Il film si basa su un racconto di Philip K. Dick intitolato Squadra riparazioni (Adjustment Team), pubblicato per la prima volta sulla rivista Orbit Science Fiction e successivamente incluso in diverse raccolte (pubblicate in Italia da Mondadori e Fanucci).

La sceneggiatura del film è firmata da George Nolfi, già autore di diversi blockbuster, che con questo film debutta nella regia. Nel febbraio del 2009 la rivista Variety riporta che Matt Damon è stato ingaggiato per il ruolo da protagonista,[1] nel luglio dello stesso anno viene annunciato che Emily Blunt sarà la sua partner sul set.[2] Le riprese sono incominciate a metà settembre 2009, e sono avvenute prevalentemente a New York (la pellicola è ambientata a Manhattan).

DistribuzioneModifica

La Universal Pictures ha acquistato il film tramite un'asta indetta dai fondatori della Media Rights Capital,[2] Asif Satchu e Modi Wiczyk, già tra i produttori di Brüno. Il film è uscito nelle sale cinematografiche statunitensi il 4 marzo 2011,[3] mentre in quelle italiane è uscito il 17 giugno.

Edizione home videoModifica

La versione home video include diversi extra, fra cui le scene eliminate. In queste notiamo un personaggio, Henderson, che a causa dei tagli di queste scene, è stato eliminato completamente dal film.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Studios weigh star packages, variety.com, 24 febbraio 2009. URL consultato il 29 maggio 2014.
  2. ^ a b Emily Blunt boards Bureau, variety.com, 14 luglio 2009. URL consultato il 29 maggio 2014.
  3. ^ Date di uscita, imdb.it. URL consultato il 29 maggio 2014.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema