Apri il menu principale

Il cambio della guardia

film del 1962 diretto da Giorgio Bianchi
Il cambio della guardia
Titolo originaleIl cambio della guardia
Paese di produzioneItalia, Francia
Anno1962
Durata92 min
Dati tecniciB/N
Generecommedia
RegiaGiorgio Bianchi
SoggettoCharles Exbrayant
SceneggiaturaAlbert Valentin e Jean Manse
ProduttoreAldo Pomilia
Casa di produzioneApo Film Roma e Paris Elysées Productions
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il cambio della guardia è un film del 1962 diretto da Giorgio Bianchi, con Fernandel e Gino Cervi come protagonisti.

TramaModifica

8 settembre 1943: la situazione politica e bellica italiana è molto confusa, e il podestà del paesello di Ardea, Mario Vinicio decide di lasciare il titolo di sindaco al musicista antifascista Attilio Cappellaro, che è il padre del promesso sposo di sua figlia, per evitare che una volta arrivati gli Alleati lui finisse fucilato come nazifascista. Tuttavia sembra che gli Alleati siano ancora molto lontani, e il funzionario del Fascio, Crippa, spedisce al fronte il figlio di Cappellaro e comunica di aver convocato una banda di camicie nere per ristabilire l'ordine. Cappellaro fa in modo che il figlio rimanga in paese nascondendolo in cantina, ma durante la notte Crippa rimane assassinato.

Da qui Vinicio e Cappellaro iniziano una disperata serie di tentativi per occultare il cadavere del gerarca e venire fucilati dai fascisti intanto arrivati, e alla fine salta fuori che l'assassino era Virgili, camicia nera che considerava Crippa un vigliacco traditore. Proprio mentre Cappellaro sta per essere portato al fronte e fucilato, arrivano gli Alleati, anche grazie all'intervento di tre ignari soldati tedeschi conosciuti dal figlio di Cappellaro.

ProduzioneModifica

Il paese utilizzato per le riprese è Ardea, appartenente all'area romana, dove il film è anche ambientato.

Il figlio di Cappellaro è interpretato da Frank Fernandel, figlio dell'attore francese, al suo debutto al cinema. Frank ebbe comunque una breve e poco fortunata carriera; è morto nel 2011.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema