Invasione statunitense di Panama

L'invasione statunitense di Panama, nome in codice Operazione Just Cause (in italiano "Giusta Causa") è stata un'operazione militare statunitense volta a deporre Manuel Noriega, generale e de facto leader di Panama, iniziata durante la presidenza di George H. W. Bush, nel dicembre del 1989 e conclusasi nel gennaio del 1990.

Invasione statunitense di Panama
parte della guerra alla droga
Panama 7th infantry 1990 DF-ST-91-02532.jpg
Soldati statunitensi a Panama durante l'operazione Just Cause
Data20 dicembre 1989 - 3 gennaio 1990
LuogoPanama
EsitoDecisiva vittoria statunitense[1]
Schieramenti
Panama PanamaStati Uniti Stati Uniti
Panama Opposizione panamense
Comandanti
Effettivi
16.000+27.684+
Perdite
205 morti
405 catturati
23 morti
324 feriti
202 civili Panamensi morti secondo l'esercito statunitense;
almeno 500 secondo le Nazioni Unite[2]
Voci di operazioni militari presenti su Wikipedia

ConseguenzeModifica

Dopo l'occupazione del canale di Panama, proseguita per ben dieci anni, gli Stati Uniti d'America hanno restituito ai panamensi la gestione del canale il 31 dicembre del 1999 (in base agli accordi Torrijos-Carter), negoziando con questi un importante accordo di libero scambio (firmato nel 2007, entrato in vigore il 31 ottobre 2013).[3] Dopo la guerra gli USA, in seguito a un lungo raffreddamento dei contatti economici, hanno ripreso ad essere il maggior partner commerciale e politico del paese centroamericano.

 
La mappa tattica in inglese dell'operazione

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh90001110 · J9U (ENHE987007546669005171
  Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra