Apri il menu principale

Inviati speciali (film 1943)

film del 1943 diretto da Romolo Marcellini
Inviati speciali
Paese di produzioneItalia
Anno1943
Durata90 min
Dati tecniciB/N
Genereavventura, guerra
RegiaRomolo Marcellini
SoggettoAsvero Gravelli
SceneggiaturaGiuseppe Castelletti, Alberto Consiglio, Ennio Flaiano, Asvero Gravelli, Virgilio Lilli, Romolo Marcellini
Casa di produzioneC.I.F., Littoria Film
Distribuzione in italianoE.N.I.C.
FotografiaRodolfo Lombardi
MontaggioVincenzo Zampi
MusicheMario Ruccione
ScenografiaAlberto Boccianti
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Inviati speciali è un film del 1943, diretto dal regista Romolo Marcellini e girato negli stabilimenti di Tirrenia.

TramaModifica

Durante la guerra di Spagna, un giovane giornalista italiano si innamora di una donna che si verrà a sapere essere una propagandista del governo comunista. La reincontra in Marmarica, quando viene catturata su un automezzo nemico: la donna, "redenta" dall'amore, si mette al servizio dei fascisti e si riscatterà morendo.

CriticaModifica

Carlo Lizzani in "Cinema" 25 luglio - 10 agosto 1943: "Che cosa di più cinematografico che l'avventurosa esistenza degli inviati speciali? Ma il film, malgrado le agitazioni dei suoi personaggi è fermo. L'azione è condotta secondo il ritmo esteriore delle 'trovate'; i personaggi sono appena sommariamente accennati, e alcune volte, nemmeno (..) In un primo momento fa piacere incontrarsi con uomini 'quasi' normali, con ambienti quasi spogli, come nella realtà: insomma un'aria di quotidiano, che è oro nel nostro cinema. Ma poi, subito, non ci si può non accorgere che quest'aria è più il frutto di una certa giornalistica (..) sciatteria che il portato di un'ispirazione sincera".

NoteModifica

  • Titoli provvisori: Corrispondenti di guerra e poi Amanti fra le guerre

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema