Isola di Jackson

Isola di Jackson
Остров Джексона
Kara sea ZFJJC.PNG
L'isola di Jackson, in rosso nella mappa
Geografia fisica
LocalizzazioneMare Artico
Coordinate80°13′00″N 56°20′00″E / 80.216667°N 56.333333°E80.216667; 56.333333
ArcipelagoTerra di Zichy (Terra di Francesco Giuseppe)
Superficie510 km²
Dimensioni40 × 30 km
Sviluppo costiero148 km
Altitudine massima482 m s.l.m.
Geografia politica
StatoRussia Russia
Circondario federaleNordoccidentale
Soggetto federaleArcangelo
Demografia
Abitanti0
Cartografia
Mappa di localizzazione: Federazione Russa
Isola di Jackson
Isola di Jackson
voci di isole della Russia presenti su Wikipedia

L'isola di Jackson (in russo Остров Джексона, ostrov Džeksona) è un'isola russa nell'Oceano Artico che fa parte della Terra di Zichy nell'arcipelago della Terra di Francesco Giuseppe.

GeografiaModifica

L'isola di Jackson si trova nella parte settentrionale del gruppo delle isole di Zichy, tra l'isola di Karl-Alexander, a nord-est, e le isole Payer e di Ziegler a sud, sud-est. L'isola di Jackson e quella di Payer sono divise dal canale Italiano (пролив Итальянский).

Nella parte nord-occidentale si trova l'ampia baia di De Long che ha preso il nome dello sfortunato esploratore artico americano George W. DeLong[1]. A sud la baia termina con capo Bystrov, dedicato nel 1963 al paleontologo russo Aleksej Petrovič Bystrov (1899—1959).

StoriaModifica

L'isola è stata così denominata in onore dell'esploratore inglese, Frederick Jackson, che esplorò e denominò molte delle isole della Terra di Francesco Giuseppe. La parte est dell'isola fu avvistata la prima volta nel 1874 da Payer, mentre la parte ovest fu scoperta da Jackson nella primavera del 1895[2]. La spedizione artica Jackson-Harmsworth (1894—1897) fu sponsorizzata dalla Royal Geographical Society. Il nord dell'isola è stato meglio mappato dalla spedizione sulla nave Stella Polare (1899-1900) sotto la guida di Luigi Amedeo di Savoia-Aosta[2].

A capo Norvegia (81°12′N 55°37′E / 81.2°N 55.616667°E81.2; 55.616667), nella parte occidentale dell'isola, svernarono nel 1895-96 Fridtjof Nansen e Hjalmar Johansen dopo aver fallito il raggiungimento del Polo Nord. È rimasta ancora in loco una capanna di legno.

 
Fridtjof Nansen (a sinistra) e Hjalmar Johansen al campo dell'isola di Jackson - agosto 1896.

Isole adiacentiModifica

  • Isole di Alexander (Острова Александра, ostrova Aleksandra), gruppo di 5 piccole isole vicino alla punta nord-ovest.
  • Isola di Harley (Остров Харли, ostrov Harli), 15 km a ovest.
  • Isola di Ommanney (Остров Оммани, ostrov Ommani), 12 km a nord-ovest.
  • Isola di Levanevsky (Остров Леваневского, ostrov Levanevskogo) ad ovest.
  • Isole di Magee (Острова Мак-Ги, ostrova Mak-Gi), 2 isole, 1 km a sud, tra l'isola di Jackson e l'isola di Payer.
  • Isole di Miriam (Острова Мириам, ostrova Miriam), 3 isole vicino alla costa settentrionale.
  • Isola di Querini (Остров Кверини, ostrov Kverini), nella baia a sud.
  • Scoglio Klyk o Scoglio zanna (скала Клык, skala Klyk), a ovest, 3,5 km a sud-ovest di capo Mill (мыса Милла).

NoteModifica

  1. ^ De Long, George Washington, 1883, The Voyage of the Jeannette. Boston: Houghton, Mifflin and Company.
  2. ^ a b Jackson (Остров Джексона, Dzheksona), su franz-josef-land.info. URL consultato il 21 novembre 2011 (archiviato dall'url originale l'8 giugno 2012).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica