Jean Brooks

attrice statunitense

Jean Brooks, all'anagrafe Ruby M. Kelly (Houston, 23 dicembre 1915Richmond, 25 novembre 1963), è stata un'attrice statunitense.

Jean Brooks nel film La settima vittima (1943)

BiografiaModifica

Nata a Houston, nel Texas, visse a New York ed in Costa Rica, imparando correntemente sia l'inglese che lo spagnolo. Come attrice non raggiunse mai una grande notorietà all'interno dello star system hollywoodiano, tuttavia partecipò a diverse pellicole di notevole pregio ed ebbe ruoli importanti agli inizi degli anni quaranta.

Iniziò la sua carriera come cantante al Waldorf-Astoria Hotel di New York, insieme all'orchestra di Enrico Madreguera, adottando il nome d'arte di Jeanne Kelly, poiché il nome Ruby Kelly era troppo simile a quello di Ruby Keeler.

Con l'aiuto di Eric von Stroheim, che conobbe mentre lavorava all'Astoria, la Brooks iniziò la sua carriera cinematografica interpretando per la Arcturus Pictures la pellicola Obeah (1935).

Dopo un paio di interpretazioni minori, von Stroheim le affidò un ruolo nel film The Crime of Dr. Crespi (1935), cui fecero seguito alcune altre partecipazioni in piccoli ruoli a pellicole di questo regista. Nel frattempo recitò nei teatri newyorkesi nel dramma teatrale Name Your Poison.

Nel 1938 la Brooks cercò di tornare al cinema ma con scarsi risultati. Dopo un provino andato male con la 20th Century Fox, venne scritturata dalla Paramount Pictures per interpretare ruoli in lingua spagnola con il nome d'arte di Robina Duarte. Nel 1941 sposò il suo primo marito, lo sceneggiatore e futuro regista Richard Brooks, dal quale divorziò nel 1944. A partire dal 1942 adottò come nome d'arte il cognome del marito per non essere confusa con l'astro nascente Gene Kelly.

A partire dal 1943 sottoscrisse un contratto con la casa produttrice RKO Pictures, con la quale raggiunse l'apice della sua carriera, nonostante non riuscisse ad entrare a pieno merito nel mondo delle grandi stelle del cinema. In questo periodo recitò al fianco di Tom Conway nella lunga serie di pellicole dedicate al personaggio letterario del Falco, tratto dai romanzi polizieschi di Michael Arlen. In questo stesso periodo venne chiamata ad interpretare due classici del genere horror prodotti da Val Lewton, L'uomo leopardo (1943), in cui ebbe il ruolo della protagonista Kiki, cantante coinvolta in una serie di omicidi perpetrati da un serial-killer, e quella di Jacqueline Gibson, la debole adoratrice di un culto satanico ne La settima vittima (1944), ruolo quest'ultimo per la quale viene maggiormente ricordata dal pubblico appassionato del genere.

Abbandonate le scene dopo il suo ultimo film, Donne nella notte (1948), trascorse il resto della sua esistenza nell'anonimato fino alla morte prematura, avvenuta nel 1963 per le conseguenze di anni di alcolismo e depressione.

FilmografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN46970272 · ISNI (EN0000 0000 4398 1516 · LCCN (ENno2003073910 · BNF (FRcb14159399t (data) · BNE (ESXX1731473 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2003073910
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie