José Luís Peixoto

scrittore, poeta e drammaturgo portoghese

José Luís Marques Peixoto (IPA: [ʒuˈzɛ luˈiʃ ˈmɐɾkɨʃ pɐjˈʃotu]) (Galveias, 4 settembre 1974) è uno scrittore, poeta, paroliere e drammaturgo portoghese.

José Luís Peixoto ad una lettura di un suo romanzo presso l'Università nazionale autonoma del Messico

BiografiaModifica

Si è laureato in Lingue e Letterature Moderne (inglese e tedesco) alla Universidade Nova de Lisboa. Nel 2001 ha pubblicato il romanzo "Nenhum Olhar" che ha vinto numerosi premi (sia in Portogallo che all'estero) tra cui il Prémio Literário José Saramago. Il successivo "Cemitério de Pianos "(2007) ha vinto in Spagna il Prémio Cálamo Otra Mirada al miglior romanzo straniero. Nel 2013 José Luís Peixoto risultava tradotto in 18 lingue.[1]

OpereModifica

RomanziModifica

  • Morreste-me (2000)
  • Nenhum Olhar (2001)
  • Uma Casa na Escuridão (2002)
  • Minto Até ao Dizer que Minto (2006)
  • Cemitério de Pianos (2007)
  • Livro (2010)
  • Abraço (2011)
  • Em teu ventre (2015)
  • Autobiografia (2018)

Raccolte di raccontiModifica

Raccolte di poesieModifica

  • A Criança em Ruínas (2001)
  • A Casa, a Escuridão (2002)
  • Gaveta de papéis (2008)

DrammaturgieModifica

  • Anathema (2006)
  • À Manhã (2007)
  • Quando o Inverno Chegar (2007)

Editi in ItaliaModifica

  • Nessuno Sguardo, trad. Silvia Cavalieri, La Nuova Frontiera, 2002;
  • Una Casa nel Buio, trad. Vicenzo Russo, La Nuova Frontiera, 2004;
  • Questa Terra ora Crudele, trad. Giulia Lanciani, La Nuova Frontiera, 2005;
  • L'Antidoto, Scritturapura, 2006;
  • Il Cimitero di Pianoforti, trad. Guia Boni, Einaudi 2010
  • Libro, trad. Sandra Biondo, Einaudi 2013 (Supervincitore del Premio Salerno Libro d'Europa 2013)[1][2]

NoteModifica

  1. ^ a b I finalisti al Superpremio 2013, su salernoletteratura.com. URL consultato il 12 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  2. ^ Come funziona il Premio Salerno Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN87307201 · ISNI (EN0000 0001 2142 517X · SBN UBOV624281 · Europeana agent/base/52566 · LCCN (ENno2004043312 · GND (DE142975745 · BNE (ESXX1582849 (data) · BNF (FRcb145611935 (data) · CONOR.SI (SL243297635 · WorldCat Identities (ENlccn-no2004043312