Apri il menu principale
Kaniv
comune
(UK) Канів, (RU) Канев, (PL) Kaniów
Kaniv – Stemma Kaniv – Bandiera
Kaniv – Veduta
Localizzazione
StatoUcraina Ucraina
Oblast'Flag of Cherkasy Oblast.svg Čerkasy
DistrettoKaniv
Territorio
Coordinate49°45′N 31°28′E / 49.75°N 31.466667°E49.75; 31.466667 (Kaniv)Coordinate: 49°45′N 31°28′E / 49.75°N 31.466667°E49.75; 31.466667 (Kaniv)
Altitudine101 m s.l.m.
Superficie17 km²
Abitanti25 716 (2012)
Densità1 512,71 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale19000—19009
Prefisso+380 4736
Fuso orarioUTC+2
Codice KOATUU7110300000
TargaCA / 24
Cartografia
Mappa di localizzazione: Ucraina
Kaniv
Kaniv
Sito istituzionale

Kaniv (ucraino: Канів) è una città dell'Ucraina sita lungo le rive del fiume Dnepr nell'Oblast di Čerkasy, Ucraina centrale. Centro amministrativo del distretto omonimo, è uno dei porti sul fiume Dnepr posizionati più nell'entroterra. La popolazione stimata al proprio interno ammonta a 26.426 unità.

Taras Ševčenko, considerato il fondatore della letteratura ucraina, è sepolto in una collina poco distante dall'abitato. La città ospita inoltre un museo interamente dedicatogli.

StoriaModifica

La prima menzione di Kaniv in un documento risale al 1149, anche se vi è chi pensa che la città fosse stata fondata nel X secolo. Nel medioevo ricopriva un'importante funzione strategica in quanto era posizionata lungo la Via variago-greca. Da principio facente parte della Rus' di Kiev nel XIV secolo fu annessa al Granducato di Lituania. Fu saccheggiata dai Turchi nel 1458.

Nel 1569, Kaniv entrò a far parte del Regno polacco e diventò presto uno dei più importanti centri cosacchi in Ucraina. Nel 1556 secolo le fu concesso il Diritto di Magdeburgo, ma l'espansione economica della cittadina fu arrestato da epidemie, incendi e rivolte cosacche. Durante il Diluvio fu occupata dalle forze di Bohdan Chmel'nyc'kij (in polacco: Bohdan Chmielnicki) nel 1648. Nel 1768 fu conquistata da uno dei capi della Koliïvščyna, Maksym Zalizniak. A causa di un pogrom verificatosi in tale periodo, molti tra ebrei ed esponenti della szlachta furono uccisi. Dopo la Seconda Spartizione della Polonia il paese così come gran parte dei territori vicini cadde sotto il dominio dell'Impero Russo. Nel 1787 Kaniv fu visitata dalla zarina Caterina II che qui incontrò il Re polacco Stanislao II di Polonia.

Durante l'ultimo periodo della I guerra mondiale, l'11 maggio 1918, nei pressi della città si combatté la Battaglia di Kaniv, nella quale le forze del II Corpo polacco e le legioni polacche guidate da Józef Haller de Hallenburg fallirono nello sfondare le linee austro-tedesche assestate sul fronte russo. Kaniv fu inoltre campo di battaglia in altre due occasioni: la prima nel 1920 durante la Guerra Civile Russa quando la città fu più volte teatro degli scontri tra le truppe nazionaliste ucraine e quelle bolsceviche, successivamente, durante la II guerra mondiale la città fu inoltre il sito di uno spettacolare quanto fallimentare lancio di paracadutisti sovietici.

EconomiaModifica

Tra le attività economiche presenti si possono enumerare la Centrale Idroelettrica sul Dnepr, e numerose industrie per la produzione e l'inscatolamento di frutta, verdura e condimenti. È inoltre presente una grande industria produttrice di latte e formaggio.

AmministrazioneModifica

Galleria d'immaginiModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN151996591 · LCCN (ENn85081827 · GND (DE4252843-4 · WorldCat Identities (ENn85-081827
  Portale Ucraina: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Ucraina