Apri il menu principale

Kawasaki C-1

aereo da trasporto tattico Kawasaki Heavy Industries
Kawasaki C-1
C-1Transport aircraft02.jpg
Kawasaki C-1
Descrizione
Tipoaereo da trasporto tattico
Equipaggio5
CostruttoreKawasaki Heavy Industries
Data primo volo12 novembre 1970
Data entrata in servizio1973
Esemplari31
Dimensioni e pesi
Lunghezza29 m
Apertura alare30,60 m
Altezza9,99 m
Superficie alare120,5
Peso a vuoto23 320 kg
Peso carico38 700 kg
Peso max al decollo45 000 kg
Capacità60 soldati; 45 paracadutisti; 36 feriti più i medici
Propulsione
Motore2 turboventola Mitsubishi JT8D-M-9
Spinta64,5 kN ciascuna
Prestazioni
Velocità max806 km/h
Velocità di crociera657 km/h
Velocità di salita17,8 m/s
Autonomia3 350 km
Tangenza11 580 m

Jane's All The World's Aircraft 1976-77[1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il Kawasaki C-1 è un bimotore a getto da trasporto tattico a corto/medio raggio ad ala alta prodotto dall'azienda giapponese Kawasaki Heavy Industries dagli anni settanta e attualmente ancora in servizio con il Kōkū Jieitai, la forza aerea di autodifesa giapponese.

Indice

StoriaModifica

SviluppoModifica

Nel 1966 la flotta di aerei per il trasporto della Kōkū Jieitai, la forza aerea giapponese, era composta principalmente da diversi Curtiss C-46 Commando, un velivolo cargo americano costruito durante la Seconda guerra mondiale. Al tempo il C-46 era relativamente capiente ma non resse più il confronto con il nuovo Lockheed C-130 Hercules. Fu così che la Kōkū Jieitai decise di adottare un velivolo per il trasporto prodotto in patria: il C-1.

Impiego operativoModifica

Il Kawasaki C-1 è stato introdotto in servizio operativo con la Kōkū Jieitai, la forza aerea di autodifesa giapponese, dal 1974. Benché ci siano alcuni progetti, come il Kawasaki C-X, destinati a sostituirlo, il C-1 è destinato a rimanere in servizio almeno entro il 2010 come trasporto truppe e materiali per le Forze di autodifesa giapponesi.

VariantiModifica

  • XC-1 - Primo prototipo.
  • C-1/C-1A - Versione standard per il trasporto.
  • EC-1 - Versione per la guerra elettronica.

UtilizzatoriModifica

NoteModifica

  1. ^ Taylor 1976, pp. 124—125.

Altri progettiModifica