Apri il menu principale
La Banda dello Zecchino
Logo La banda dello Zecchino.png
Altri titoliIl sabato dello Zecchino (1983-1991) Ma che domenica! (2002)
PaeseItalia
Anno1983-2002
Generecontenitore, per bambini, per ragazzi
Durata240 min
Lingua originaleitaliano
Crediti
RegiaFurio Angiolella
Casa di produzioneAntoniano - RAI
Rete televisivaRai 1

La Banda dello Zecchino, precedentemente intitolato Il Sabato dello Zecchino, è stato un programma televisivo italiano di genere contenitore per ragazzi, in onda su Rai 1 dal 1983 al 2002. Prodotto dall'Antoniano di Bologna, era trasmesso inizialmente il sabato pomeriggio ed in seguito il sabato e la domenica mattina, e prevedeva giochi, canzoni, quiz e cartoni animati. Fra i conduttori vi erano Gianfranco Agus, Giovanni Muciaccia, Lisa Russo, Arianna Ciampoli, Ettore Bassi, Annalisa Mandolini, Marco Di Buono, Enrico Papi, Alessandra Bellini.

Ospite fisso della trasmissione era Topo Gigio. Nelle prime stagioni interagiva con i conduttori, in seguito furono trasmesse serie dove Gigio e altri due pupazzi (la sua fidanzata Rosy e l'amico-nemico Gatto Attila) rappresentavano i racconti delle favole, delle fiabe dei miti greci (la serie si chiamava appunto Miti e Leggende) e degli artisti del rinascimento (titolo S.O.S Opera d'arte chiama). Queste ultime vedevano la collaborazione del comico bolognese Stefano Bicocchi, in arte Vito, come "spalla" di Gigio[1].

L'ultima stagione condotta da Bassi e dalla Mandolini si differenziava.molto dalle precedenti perché era strutturata come una sit-com dal titolo Ma che domenica!. Tra gli interpreti vi erano anche Cristiano Militello e Mirella Mastronardi.

Indice

Edizioni e ConduttoriModifica

Prima EdizioneModifica

Seconda EdizioneModifica

Terza EdizioneModifica

Quarta EdizioneModifica

Quinta EdizioneModifica

Sesta EdizioneModifica

Settima EdizioneModifica

Ottava EdizioneModifica

Nona EdizioneModifica

Decima EdizioneModifica

Undicesima edizioneModifica

NoteModifica

  1. ^ Scheda su Vito Archiviato il 5 aprile 2013 in Internet Archive. in archivio.raiuno
  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione