La donna del mare (Ibsen)

La donna del mare
Dramma in 5 atti
Agnes Mowinckel, Fruen fra havet 1928.jpg
AutoreHenrik Ibsen
Titolo originaleFruen fra havet
Lingua originaleNorvegese
Generedramma
Composto nel1888
Pubblicato nel1888
Prima assoluta12 febbraio 1889
Christiania Theater, Kristiania
Prima rappresentazione italiana3 febbraio 1894
Teatro dei Filodrammatici, Milano
Personaggi
  • Il dottor Wangel, medico del distretto
  • Ellida Wangel, sua seconda moglie
  • Bolette e Ilda, figlie di primo letto
  • Arnholm
  • Lyngstrand
  • Ballested
  • Un forestiero
  • Giovani e ragazze del paese
  • Turisti
  • Villeggianti
 

La donna del mare (Fruen fra havet) è un'opera teatrale in cinque atti di Henrik Ibsen. Fu scritta nel 1888, durante il periodo (1868-1895) di soggiorno dell'autore in Germania.

TramaModifica

Estate, in una piccola città di bagni in riva a un fiordo, sulle coste settentrionali della Norvegia. Ellida, moglie di seconde nozze del dottor Wangel, vive con il marito e le due sue figlie, avute da un altro legame. Il mare è un elemento indispensabile del dramma: infatti esso è amato da Ellida profondamente, visto che la donna si sente legata a un uomo misterioso, di cui non si sa il nome e di cui Ellida sta aspettando il ritorno. L'uomo alla fine giungerà ed Ellida si troverà di fronte a una difficile scelta tra l'amore passionale e sconosciuto o l'amore coniugale e sicuro. Lo stesso Wangel lascerà libera la moglie nella sua scelta: ella, apprezzando la generosità di lui e allo stesso tempo sentendosi libera, sceglierà infine di rimanere insieme al marito.

PoeticaModifica

Si tratta di una delle grandi opere della maturità, nella quale convivono naturalismo e simbolismo, suggestioni filosofiche e introspezione psicologica, moralismo e poesia. In esse viene delineato in maniera tormentata e provocatoria il dramma della borghesia, che si sviluppa nella quotidianità e nell’inseguimento dei suoi miraggi[1].

RappresentazioniModifica

La prima di Fruen fra havet è stata messa in scena il 12 febbraio 1889 al Christiania Theater di Kristiania (l'attuale Oslo).[2]

La prima italiana de La donna del mare è stata il 3 febbraio 1894 al Teatro dei Filodrammatici di Milano dalla compagnia Beltramo-Della Guardia, con Clara Della Guardia nella parte di Ellida.[3][4]

AdattamentiModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

EdizioniModifica

  • La donna del mare, traduzione di Paolo Rindler ed Enrico Polese Santarnecchi, Milano, Max Kantorowicz, 1894, 108 p.
  • La donna del mare, traduzione di Anita Rho, Torino, Einaudi, Collezione di teatro n. 167, 1973, 108 p., ISBN 9788806371432

NoteModifica

  1. ^ [1]
  2. ^ Fruen fra havet su IbsenStage
  3. ^ La donna del mare su IbsenStage
  4. ^ Giovanni Pozza, La donna del mare, su Corriere della Sera, 4 febbraio 1894, p. 3.
  5. ^ Radiocorriere, n. 27, 1956, p. 42
  6. ^ Radiocorriere TV, n. 49, 1961, pp. 30-31
  7. ^ Radiocorriere TV, n. 50, 1973, pp. 84-85
  8. ^ Radiocorriere TV, n. 4, 1982, pp. 9 e 48
  9. ^ Radiocorriere TV, n. 39, 1993, p. 65

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE7585287-1