Apri il menu principale
La donna del mare
Dramma in 5 atti
AutoreHenrik Ibsen
Generedramma
Composto nel1888
Prima assoluta1888
Personaggi
  • Il dottor Wangel, medico del distretto
  • Ellida Wangel, sua seconda moglie
  • Bolette e Ilda, figlie di primo letto
  • Arnholm
  • Lyngstrand
  • Ballested
  • Un forestiero
  • Giovani e ragazze del paese
  • Turisti
  • Villeggianti
 

La donna del mare è un'opera teatrale in cinque atti di Henrik Ibsen. Fu scritta nel 1888, durante il periodo (1868-1895) di soggiorno dell'autore in Germania.

Indice

TramaModifica

Estate, in una piccola città di bagni in riva a un fiordo, sulle coste settentrionali della Norvegia. Ellida, moglie di seconde nozze del dottor Wangel, vive con il marito e le due sue figlie, avute da un altro legame. Il mare è un elemento indispensabile del dramma: infatti esso è amato da Ellida profondamente, visto che la donna si sente legata a un uomo misterioso, di cui non si sa il nome e di cui Ellida sta aspettando il ritorno. L'uomo alla fine giungerà ed Ellida si troverà di fronte a una difficile scelta tra l'amore passionale e sconosciuto o l'amore coniugale e sicuro. Lo stesso marito lascerà libera la moglie nella sua scelta, che, apprezzando la generosità del marito e allo stesso tempo sentendosi libera, senza quindi il piacere della trasgressione, rimarrà infine insieme al marito.

PoeticaModifica

Si tratta di una delle grandi opere della maturità, nella quale convivono naturalismo e simbolismo, suggestioni filosofiche e introspezione psicologica, moralismo e poesia. In esse viene delineato in maniera tormentata e provocatoria il dramma della borghesia, che si sviluppa nella quotidianità e nell’inseguimento dei suoi miraggi[1].

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE7585287-1