Lassen Peak

Lassen Peak
Lassen-Peak-Large.jpg
Lassen Peak da Cinder Cone
StatoStati Uniti Stati Uniti
Stato federatoCalifornia California
Altezza3 189 m s.l.m.
Prominenza1 593,7992 m
CatenaCatena delle Cascate
Ultima eruzione1917
Ultimo VEI3 (vulcaniana)
Codice VNUM323080
Coordinate40°29′17.42″N 121°30′18.03″W / 40.488172°N 121.505008°W40.488172; -121.505008Coordinate: 40°29′17.42″N 121°30′18.03″W / 40.488172°N 121.505008°W40.488172; -121.505008
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America occidentali
Lassen Peak
Lassen Peak

Lassen Peak (in italiano picco Lassen o monte Lassen) è un vulcano situato nella parte nord della California, ed ha un'altezza di 3.189 metri.

DescrizioneModifica

Come molti altri vulcani degli Stati Uniti, il Lassen fa parte della catena delle Cascate. È uno dei più grandi duomi lavici del pianeta. È stato creato delle eruzioni del precedente ed eroso monte Tehama, uno stratovulcano molto più alto e antico. Appartiene all'Arco vulcanico delle Cascate, un segmento della Cintura di fuoco del Pacifico che include oltre 160 vulcani attivi.

Il monte Lassen si distingue per esser stato, insieme al monte Sant'Elena nel 1980, l'unico vulcano delle Cascades ad aver eruttato nel XX secolo . Infatti, il 22 maggio del 1915, il vulcano dopo un lungo periodo di quiescenza è rientrato in attività, provocando diversi flussi piroclastici ed una colonna di cenere vulcanica[1] visibile anche da centri abitati situati a 100–200 km di distanza. L'eruzione è terminata nel 1917.

È un vulcano quiesciente ma gli scienziati affermano che le aree vulcaniche intorno al Lassen ed al monte Shasta sono più a rischio eruttivo di qualunque altro vulcano nelle Cascades.

StoriaModifica

Fra il 1853 e il 1870, con la corsa all'oro che era stato trovato nei paraggi, fu sterminata la tribù indiana degli Yahi di circa 400 persone, l'unico sopravvissuto di nome Ishi si nascose fino al 1911[2].

NoteModifica

  1. ^ in modo simile al Vesuvio nel 79 d.c.
  2. ^ Jared Diamond, Il mondo fino a ieri. Che cosa possiamo imparare dalle società tradizionali?, Torino, Einaudi, 2013, ISBN 978-88-06-21452-4.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN247814460 · LCCN (ENsh85074822 · GND (DE4408247-2