Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Leno (disambigua).
Leno
comune
Leno – Stemma Leno – Bandiera
Leno – Veduta
Villa Badia
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Brescia-Stemma.png Brescia
Amministrazione
Sindaco Cristina Tedaldi (centrosinistra) dal 26-5-2014
Territorio
Coordinate 45°22′13″N 10°13′00″E / 45.370278°N 10.216667°E45.370278; 10.216667 (Leno)Coordinate: 45°22′13″N 10°13′00″E / 45.370278°N 10.216667°E45.370278; 10.216667 (Leno)
Altitudine 66 m s.l.m.
Superficie 58,45 km²
Abitanti 14 343[1] (30-9-2016)
Densità 245,39 ab./km²
Frazioni Castelletto, Milzanello, Porzano
Comuni confinanti Bagnolo Mella, Cigole, Ghedi, Gottolengo, Manerbio, Offlaga, Pavone del Mella
Altre informazioni
Cod. postale 25024
Prefisso 030
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 017088
Cod. catastale E526
Targa BS
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanti lenesi
Patrono santi Vitale e Marziale
Giorno festivo 10 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Leno
Leno
Leno – Mappa
Posizione del comune di Leno nella provincia di Brescia
Sito istituzionale

Leno (Lén in dialetto bresciano[2]) è un comune italiano di 14 343 abitanti[1] della provincia di Brescia in Lombardia. Centro di importanza agricola ed industriale, è stato luogo di ritrovamenti di epoca longobarda e dell'Abbazia di Leno.

Indice

Geografia fisicaModifica

Il territorio di Leno è caratterizzato da un paesaggio prevalentemente agricolo tipico della Bassa Bresciana.

Geografia antropicaModifica

FrazioniModifica

All'interno del territorio comunale di Leno, sono riconosciute tre frazioni:

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[4]

 

Etnie e minoranze straniereModifica

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2009 la popolazione straniera residente era di 2 282 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Lingue e dialettiModifica

Nel territorio di Leno, accanto all'italiano, è parlata la lingua lombarda prevalentemente nella sua variante di dialetto bresciano.

CulturaModifica

EventiModifica

  • Sagra di san Benedetto, dove sono messi in mostra i mezzi utili per il lavoro contadino e sono commercializzati capi di bestiame;
  • Trofeo san Benedetto, gara ciclistica legata alla Sagra di San Benedetto che si disputa su un circuito cittadino la domenica intorno al 21 marzo, dedicato a san Benedetto;
  • Sagra del pà e formai (in italiano Sagra del pane e del formaggio), tesa a promuovere i prodotti tipici della cucina basso-padana;
  • Gran Carnevale dei Carnevali, si svolge tradizionalmente la prima domenica di Quaresima e vi partecipano i migliori carri allegorici e gruppi mascherati dalla provincia di Brescia e da altre province.

Persone legate a LenoModifica

AmministrazioneModifica

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
23 aprile 1995 14 giugno 1999 Giuseppe Gadaldi Partito Popolare Italiano Sindaco
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Francesco Piovani Forza Italia Sindaco [5]
14 giugno 2004 26 maggio 2014 Pietro Bisinella lista civica di centrosinistra Sindaco [6][7]
26 maggio 2014 Giugno 2019 Cristina Tedaldi lista civica di centrosinistra Sindaco [8]

GemellaggiModifica

Infrastrutture e trasportiModifica

Fra il 1914 e il 1936 Leno era servita dall'omonima stazione posta lungo la tranvia Brescia-Ostiano[9].

NoteModifica

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 30 settembre 2016.
  2. ^ Toponimi in dialetto bresciano
  3. ^ Storia e descrizione della chiesa sul sito popolis.it
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Ministero dell'Interno - Elezioni comunali Leno 13 giugno 1999, elezionistorico.interno.it. URL consultato il 1 luglio 2014.
  6. ^ Ministero dell'Interno - Elezioni comunali Leno 12 giugno 2004, elezionistorico.interno.it. URL consultato il 1 luglio 2014.
  7. ^ Ministero dell'Interno - Elezioni comunali Leno 7 giugno 2009, elezionistorico.interno.it. URL consultato il 1 luglio 2014.
  8. ^ [scrutini] Comunali - Elezioni del 25 maggio 2014 (ballottaggio) - Ministero dell'Interno, elezioni.interno.it. URL consultato il 1 luglio 2014.
  9. ^ Claudio Mafrici, I binari promiscui - Nascita e sviluppo del sistema tramviario extraurbano in provincia di Brescia (1875-1930), in Quaderni di sintesi, vol. 51, novembre 1997.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autorità VIAF: (EN243552408
  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lombardia