Apri il menu principale

BiografiaModifica

Lowell Gilmore aveva già alle spalle una lunga carriera teatrale, quando fece il suo debutto cinematografico alle metà degli anni quaranta. Sui palcoscenici di Broadway era apparso fin dalla fine degli anni venti, a partire dalla pièce The First Mrs. Fraser, in scena dal dicembre 1929 al novembre 1930, per proseguire durante tutto il successivo decennio, fino a The Family, rappresentata nella primavera del 1943.

L'esordio di Gilmore sul grande schermo avvenne nel 1944 con il ruolo di Semyon nel dramma di guerra Tamara figlia della steppa di Jacques Tourneur, un tributo allo sforzo bellico della Russia sovietica, oggi principalmente ricordato per essere stato il primo film in cui recitò Gregory Peck e che lanciò la sua carriera[1]. Subito dopo Gilmore apparve ne Il ritratto di Dorian Gray (1945), versione che la MGM trasse dall'omonimo celebre romanzo di Oscar Wilde, e in cui egli interpretò il ruolo del pittore Basil Hallward, autore del fatale ritratto che invecchierà al posto del protagonista, portandone i segni dei vizi e della depravazione.

La carriera cinematografica di Gilmore proseguì all'insegna di interpretazioni in ruoli secondari, pur in pellicole di un certo richiamo e di diverso genere, come La freccia nera (1948), in cui interpretò la parte del Duca di Gloucester, Le miniere di re Salomone (1950), Il talismano della Cina (1952), Gli avventurieri di Plymouth (1952), Androclo e il leone (1952), Francis contro la camorra (1953), Gli amanti dei cinque mari (1955), oltre ai western Stella solitaria (1952), Le giubbe rosse del Saskatchewan (1954) e La saga dei comanches (1956).

In veste di caratterista, Gilmore recitò durante tutti gli anni cinquanta in note serie televisive del decennio, come Cavalcade of America (1953), You Are There (1955), Scienza e fantasia (1955-1956), General Electric Theater (1956-1957), Le avventure di Charlie Chan (1957). Apparve per l'ultima volta sul grande schermo nel film Un solo grande amore (1957), biografia della grande attrice teatrale americana Jeanne Eagels, nel ruolo non accreditato del reverendo Davidson, mentre la sua ultima apparizione sulle scene fu in un episodio della serie televisiva d'avventura The Adventures of Jim Bowie (1958).

L'attore morì prematuramente il 31 gennaio 1960, all'età di 53 anni.

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

Doppiatori italianiModifica

NoteModifica

  1. ^ Tony Thomas, Gregory Peck, Milano Libri Edizioni, 1980, pag. 25

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN2040575 · ISNI (EN0000 0001 1736 882X · LCCN (ENno93026709 · BNF (FRcb141815632 (data) · WorldCat Identities (ENno93-026709