Luca Shytaj

scacchista italiano
Luca Shytaj
Shytaj,Luca 2019 Radenci.jpg
Luca Shytaj, Mitropa Cup 2019
Nazionalità Albania Albania(sino al 2006)
Italia Italia(dal 2007)
Scacchi Chess.svg
Categoria GM
Ranking 2470 p. (novembre 2020), in Italia 12º
Best ranking 2507 p. (settembre 2011), in Italia 6º
Società Fischer Chieti
Carriera
Squadre di club
2003-2006PotenzaItalia Italia
2008-2009Salentina ConfindustriaItalia Italia
2012-2015Libertas Nereto Italia Italia
2016-2019Fischer Chieti Italia Italia
2016-2020SG Speyer-Schwegenheim Germania Germania
Palmarès
Italy looking like the flag.svg Campionati italiani
Oro Campionato italiano a squadre/Civitanova Marche 2016
Argento Campionato italiano a squadre/Bressanone 2019
Argento Campionato italiano a squadre/Gallipoli 2018
Argento Campionato italiano a squadre/Gallipoli 2017
Argento Campionato italiano a squadre/Arvier 2008
Bronzo Campionato italiano a squadre/Condino 2014
Bronzo Campionato italiano a squadre/Spoleto 2011
Bronzo Campionato italiano a squadre/Laveno-Mombello 2003
Transparent.png Campionati albanesi
Oro Campionato albanese assoluto/Tirana 2003
Statistiche aggiornate al 28 luglio 2020

Luca Shytaj (Tirana, 3 febbraio 1986) è uno scacchista italiano, di origine albanese, Grande maestro. Il suo nome in forma albanese è Iart Luca Shytaj.

BiografiaModifica

Nato in Albania, nel 1992 si è trasferito con la sua famiglia a Bari. Nel 2007 ha acquisito la doppia cittadinanza italiana e albanese.

Laureatosi in Biologia molecolare all’Università degli Studi di Roma "La Sapienza", è balzato agli onori delle cronache extrascacchistiche nel 2013, poiché durante il dottorato ha condotto delle ricerche in un laboratorio statunitense che hanno prodotto importanti sviluppi per una possibile terapia per l’AIDS.[1]

Ha fatto parte del team di ricercatori italiani che in collaborazione con numerosi centri di ricerca americani (NIH, Duke University, Case Western Reserve University, ecc) ha ottenuto alcuni tra i risultati più interessanti a livello mondiale nello studio di una cura contro l’AIDS[2], è stato prima firma in numerosi articoli sull’argomento e ha rappresentato il team di ricerca a varie conferenze internazionali, tra cui conferenze a Washington DC, Parigi e Miami.

A luglio 2018 lavora come biologo all'Università Ruperto Carola di Heidelberg dove è Humboldt fellow.

Carriera scacchisticaModifica

Ha iniziato a giocare a 4 anni imparando dal padre e dal fratello. A 16 diventa Maestro. Campione albanese nel 2003. È Maestro Internazionale dal 2005 con norme ottenute a Bratto (2004), Verona e Montecatini (2005). Ha disputato le Olimpiadi di Calvià 2004 e di Torino 2006 con la nazionale del suo paese d’origine. È stato vice-Campione Italiano a squadre con la Salentina Confindustria di Lecce e successivamente per due volte con Chieti. Dopo aver ottenuto la cittadinanza italiana nel 2007, ha disputato le Olimpiadi di Dresda 2008 con la squadra azzurra classificatasi 41ª.[3]

Ha partecipato a Reggio Emilia al Torneo scacchistico internazionale di Capodanno nel 2006/2007 giungendo =4º con Oleh Romanyšyn[4], nel 2008 a Martina Franca partecipa anche al Campionato italiano di scacchi.

Il suo record nel rating mondiale lo ottiene nella classifica FIDE di settembre 2011 dove totalizza 2507 punti Elo[5], che lo posiziona al 6º posto in Italia.

Nel maggio 2011 a Otranto vince il l'Open Internazionale Alimini Village .[6]

Nel maggio 2016 vince il campionato italiano a squadre a Civitanova Marche con il circolo "Robert Fischer" di Chieti.[7]

A partire dal 2016 comincia a giocare la Bundesliga Tedesca con il team SG Speyer-Schwegenheim.

Ottiene la terza norma di Grande Maestro al torneo chiuso di Mulhouse del 2018, un secondo posto che vale il titolo di Grande Maestro. Aveva ottenuto le precedenti norme nel 2009 all'Arctic Chess Challenge di Tromso e durante la Bundesliga Tedesca del 2017.[8] Il titolo è stato ratificato durante l'Assemblea Generale della FIDE svoltasi in ottobre a Batumi durante le Olimpiadi 2018.[9]

Vita privataModifica

Si è sposato a Erfurt nel settembre del 2015 con la scacchista Grande Maestro Femminile tedesca Elisabeth Paehtz, hanno vissuto a Roma e in seguito si sono trasferiti in Germania.[10]

NoteModifica

  1. ^ (EN) A long-term cure for HIV in the offing?, su en.chessbase.com. URL consultato il 25 luglio 2018.
  2. ^ HIVforum.info • Leggi argomento - [II] A. SAVARINO: dai macachi ai trial clinici sugli uomini, su www.hivforum.info. URL consultato il 1º novembre 2018.
  3. ^ (EN) Shytaj, Luca, su olimpbase.org. URL consultato il 25 luglio 2018.
  4. ^ Giocatori - Shytaj Luca, su ippogrifoscacchi.it. URL consultato il 25 luglio 2018.
  5. ^ Rating Progress Chart Luca Shytaj, su ratings.fide.com.
  6. ^ Albo d'oro Open Internazionale del Salento
  7. ^ 48° CIS Master - Finale Campionato Italiano a squadre 2016 Open tournament, su chess-results.com. URL consultato il 25 luglio 2018.
  8. ^ Luca Shytaj Grande Maestro, su unoscacchista.com. URL consultato il 25 luglio 2018.
  9. ^ (EN) List of titles approved by General Assembly in Batumi, Georgia, su fide.com. URL consultato il 13 ottobre 2018.
  10. ^ (DE) Elisabeth Pähtz hat geheiratet, su de.chessbase.com. URL consultato il 25 luglio 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica