Main Operating Base

La definizione di Main Operating Base (acronimo MOB) individua gli aeroporti dell'Aeronautica militare italiana strettamente destinati alle esigenze di difesa nazionale. La definizione è stata creata con decreto ministeriale del Ministero della difesa italiano nel 2008[1].

Gli aeroporti MOB sono distinti da quelli che sono invece utilizzabili anche per esigenze di traffico civile in base ad intese tra il Ministero della difesa e dei trasporti, tenendo conto anche del Piano nazionale dei trasporti civili

Il decreto ministeriale[2]individua due categorie di aeroporti militari: le Main Operating Base (MOB) e le Deployement Operating Base (DOB). Le MOB possono essere divise in due gruppi:

  • aeroporti ad uso pieno ed esclusivo militare su cui sono svolte le attività fondamentali dell'Aeronautica militare, che non possono essere riallocate pena il decadimento operativo della funzione assolta;
  • aeroporti militari nel quale l'apertura al traffico civile in atto può essere ampliata a condizione che dall'espansione non derivino limitazioni allo svolgimento dei compiti istituzionali delle Forze armate e nuovi o maggiori oneri a carico del bilancio del Ministero della difesa.

L'attività di volo civile è pienamente interdetta per il primo gruppo e parzialmente ammessa per il secondo.

Nell'allegato al decreto[3] sono elencati:

NoteModifica

  1. ^ Decreto ministeriale del 25 gennaio 2008 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.57 del 7 marzo 2008.
  2. ^ Articolo 2 del decreto ministeriale.
  3. ^ Allegato al decreto ministeriale del 25 gennaio 2008.
  Portale Aviazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aviazione