Manuel Ávila Camacho

politico messicano
Manuel Ávila Camacho

Presidente del Messico
Durata mandato 1º dicembre 1940 –
30 novembre 1946
Predecessore Lázaro Cárdenas
Successore Miguel Alemán Valdés

Dati generali
Partito politico Partito Rivoluzionario Istituzionale

Manuel Ávila Camacho (Teziutlán, 24 aprile 1897Città del Messico, 13 ottobre 1955) è stato un politico messicano.

È stato il 43° Presidente del Messico dal 1º dicembre 1940 al 1º dicembre 1946.

Indice

BiografiaModifica

Di modesta famiglia, Manuel Ávila Camacho partecipò dal 1914 a tutti i modi rivoluzionari che sconvolsero la vita politica del Messico, come quella contro il presidente del Messico Victoriano Huerta guidata dai capi rivoluzionari Pancho Villa, Emiliano Zapata e Venustiano Carranza. Iscrittosi al Partito Rivoluzionario Istituzionale, si candidò alle elezioni presidenziali del 1939, risultando vincitore e insediandosi il 1º dicembre 1940. Il nuovo capo dello Stato mantenne e proseguì, seppur con una visione più conservatrice, la politica riformista del suo predecessore, Lázaro Cárdenas del Río: infatti, in politica interna, continuò la riforma agraria già avviata a favore dei piccoli proprietari terrieri, mentre all'estero mantenne buone relazioni con gli Stati Uniti, con i quali, nel 1941 stipulò una convenzione economica per coprire con indennizzi l'espropriazione dei terreni petroliferi, attirando al contempo gli investimenti stranieri. Scaduto il suo mandato il 30 novembre 1946, si ritirò a vita privata, spirando a Città del Messico il 13 ottobre 1955, a 58 anni.

OnorificenzeModifica

Altri progettiModifica