Apri il menu principale

Mariella Bocciardo

politica italiana
Mariella Bocciardo

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XV Legislatura, XVI Legislatura
Gruppo
parlamentare
Il Popolo della Libertà
Coalizione Casa delle Libertà (XV)
PdL-Lega Nord-MpA (XVI)
Circoscrizione Lombardia 1
Incarichi parlamentari
  • Componente - XII Commissione Affari Sociali
  • Componente Commissione parlamentare per l'infanzia e l'adolescenza
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Forza ItaliaIl Popolo della Libertà
Titolo di studio Diploma di liceo linguistico
Professione Dirigente di partito

Mariella Bocciardo (Genova, 21 agosto 1949) è una politica italiana, Vice Presidente Enti Locali di Forza Italia in Lombardia.

BiografiaModifica

È nota per essere stata la prima moglie di Paolo Berlusconi[1] con cui ha avuto due figlie, Alessia (1971) e Luna Roberta (1975).

Dopo il divorzio da Paolo Berlusconi, ha aperto un negozio di estetista, successivamente una società di gestione di centri di benessere ed infine un ristorante a Milano, che ha ceduto ad una società (poi liquidata) di cui facevano parte l'ex-marito Berlusconi, Adriano Galliani e Paolo Romani[1].

Alle elezioni politiche del 2006 è candidata alla Camera dei deputati nella lista di Forza Italia nella Circoscrizione Lombardia 1, dove è posizionata in tredicesima posizione[2] e dove viene eletta, dopo che Silvio Berlusconi, Giulio Tremonti e Sandro Bondi, che la precedono in lista, optano per altri collegi[1].

Alle elezioni politiche del 2008 è confermata alla Camera con la lista de Il Popolo della Libertà nelle circoscrizione Lombardia 1.

Dopo aver aderito a Forza Italia (2013), diventa Vice Presidente Enti Locali del partito in Lombardia.

Da giugno 2014 ricopre la carica di Assessore ai Servizi Civici, Servizi Cimiteriali, Rapporti con il personale, Protezione Civile del comune di Pioltello (Mi)

NoteModifica

  1. ^ a b c Rizzo, Stella, 2007.
  2. ^ Elezioni della Camera dei Deputati del 9 aprile 2006, Circoscrizione: LOMBARDIA 1, Lista/Gruppo: Foza Italia, su Ministero dell'Interno - Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali. URL consultato il 23 marzo 2010.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica