Apri il menu principale
L'editore Mario Spagnol nel 1985

Mario Spagnol (Lerici, 11 agosto 1930Lerici, 29 settembre 1999) è stato un editore italiano.

BiografiaModifica

Iniziò la carriera editoriale in Bompiani nel 1954, per spostarsi tre anni dopo alla Feltrinelli dove a soli 34 anni si trovò a dirigere la collana Universale Economica; nel 1967 passò in Mondadori per rilanciare la collana Oscar Mondadori. Nel '73 passò a dirigere la divisione libri della Rizzoli[1] rilanciando la BUR e allargandola alla saggistica e alla letteratura contemporanea.[2]

Nel 1979 gli venne affidata la casa editrice Longanesi, con la promessa da parte del proprietario Luciano Mauri di diventare socio in caso di successo. Sotto la sua direzione Longanesi inanellò una lunga serie di best seller pubblicando i libri di Wilbur Smith, Patrick Süskind, Michael Ende, William Golding, Vittorio Gassman, Mario Biondi, Isabella Bossi Fedrigotti[3]. In una decina d'anni riuscì anche a creare un grande gruppo editoriale acquisendo e rilanciando vecchi marchi (Guanda, Salani, Corbaccio, Neri Pozzi, Ponte alle Grazie) e creando una nuova editrice di tascabili, la TEA.[4]

Nel 1999, dopo vent'anni alla guida della Longanesi, morì a seguito di una lunga malattia[5]. Era sposato con Elena Vaccari, che pubblicò diversi libri di gastronomia firmandosi Elena Spagnol.

OpereModifica

  • La grande settimana (con Paolo Bertolani), Milano, Salani Editore, 1999

NoteModifica

  1. ^ I paradossi di Spagnol: un libro è buono anche se vende Il corriere della sera 22 ottobre 2009
  2. ^ Alberto Mazzuca, op. cit., p. 145
  3. ^ Lezioni di Spagnol "Fiuto di lettore, genio del marketing così papà Mario inventò i bestseller"[collegamento interrotto] L'Espresso 21 ottobre 2009.
  4. ^ Mario Spagnol, su treccani.it. URL consultato il 4 maggio 2019.
  5. ^ MARIO SPAGNOL, L'ULTIMO SALUTO DEGLI AMICI NELLA SUA LERICI Il corriere della sera 1º ottobre 1999.

BibliografiaModifica

  • Alberto Mazzuca, La erre verde. Ascesa e declino dell'impero Rizzoli, Milano, Longanesi & C, 1991 ISBN 88-304-0999-5

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN15290355 · ISNI (EN0000 0000 2622 8995 · SBN IT\ICCU\CFIV\114447 · LCCN (ENn87877406 · WorldCat Identities (ENn87-877406